none_o

 
Si chiama Tappeto del mondo ed è il frutto del lavoro di tantissime donne che hanno aderito all'iniziativa dell'associazione i Colori della Pace di Stazzema, ovvero realizzare un tappeto coloratissimo. 

Scrive l'Albavolese del Comune di SGT:
. . . il Partito .....
…. per tantissimi anni , il Partito Democratico, .....
. . . . . . . . . . . elezioni si presentasse la Juventus .....
. . . bello sbirciare in casa altrui, visto che la .....
Solidarietà
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
Il comune di Calci si prende cura delle famiglie.
Genitori e adolescenti a confronto

4/6/2019 - 12:00


Genitori e adolescenti a confronto: il comune di Calci si prende cura delle famiglie.
 
Da giovedì 6 maggio, alle ore 21, presso la biblioteca comunale di Calci, parte un ciclo di tre incontri rivolto alle famiglie con figli adolescenti, un’età particolare che spesso mette in crisi il ruolo dei genitori .
 
Il progetto, che ha avuto il patrocinio e il contributo del Comune di Calci, nasce dalla proposta dell’associazione di promozione sociale METIS che, fin dalla sua fondazione, ha subito collaborato con l’ amministrazione in attività che riguardano i soggetti più piccoli e fragili della comunità, come i bambini e ora gli adolescenti, coinvolgendoli in laboratori dove potersi esprimere liberamente.
 
Questo progetto si pone due obiettivi: il primo quello di intercettare i ragazzi adolescenti, non per inquadrarli, ma per dare loro un’occasione, un luogo dove poter esprimere la propria identità.
 
L’altro obiettivo è quello di supportare le famiglie in questa delicata fase della vita. Costruire momenti di incontro e confronto tra genitori, per condividere la fatica del rapporto con i propri figli, in un contesto che non è più solo reale, ma anche virtuale, considerando l’utilizzo dei social.
 
“Nell’epoca della comunicazione e della condivisione social, spesso però vediamo i nostri ragazzi immersi nei loro smartphone, quasi isolati dal mondo reale. Vogliamo invece crearemomenti di incontro veri, di esperienze concrete, in modo da permettere ai nostri ragazzi di uscire da quello stato di apatia e noia che spesso li caratterizza e che in alcuni casi estremi può generare comportamenti ai limiti della legalità.” - Valentina Ricotta, assessore alle politiche giovanili e sociali.
 
“La nostra amministrazione ha fatto scelte precise riguardo i giovani. Ha scelto di dare loro occasioni di vita reale come la partecipazione, a spese del comune, ai campi estivi di Libera, nelle terre confiscati alla mafia, così come l’aver istituito il consiglio comunale dei ragazzi, luogo di incontro e discussione dove, seppure giovanissimi, si hanno i primi approcci con la burocrazia e il rispetto delle leggi.

Questo per noi è prenderci cura dei nostri ragazzi, partendo dall’educazione e dalla formazione dei nostri figli e delle loro famiglie, per crescere in una comunità libera, consapevole e responsabile.” - il sindaco, Massimiliano Ghimenti





Fonte: -Valentina Ricotta - Vice Sindaco
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: