none_o

 

La ricostruzione e il racconto con tanti ricordi, la rivolta dell'acqua questa volta non portatrice di vita ma di morte. Il pianto di una Nazione e..."al posto del campanile una scala a chiocciola", quella di Giovanni Michelucci.
 

La verità fa male a chi si nasconde.
Poi, forse, .....
Scrive il sig. Francesco T:
Sa benissimo anche lei .....
Sarei curioso di sapere dove ha vissuto, lei, con .....
. . . abitante sempre a MdA.
La sig. ra. Lucia ebbe .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Libri ed altro.
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
Incontrati...per caso
di Valdo Mori
VIVIANA LARICE

30/6/2019 - 16:58

Il secondo ricordo di Valdo è per Viviana Larice, scomparsa alcuni mesi fa.

 


 La ricordo in compagnia con Mario Breccia, Trottolino, Lucio Carano, Dino Valdi (la controfigura di Totò); poi in rivista con Macario infine al cinema partecipando a tre film con lo stesso Totò e con Lino Banfi ne "l'Allenatore del Pallone".

Una lunga esperienza nell'Operetta quasi sempre con La Compagnia Italiana di Operette dell'impresario pisano Sergio Corucci.

Infine a Livorno dove ha lavorato sia nel Teatro classico con Spazio Teatro che nel vernacolo con le compagnie di Giuseppe Pancaccini e Beppe Orlandi.

Inoltre con La Compagnia Lirica Livornese diretta da Franco Bocci ha messo in scena spettacoli di varietà e Operetta.

 

E' stata un mio mito fin dagli anni '60 e quando ho avuto il privilegio di esserle accanto sulla scena ho toccato il cielo con le dita e raggiunto la massima soddisfazione artistica.

Consigli efficaci che trasmetteva anche solo con lo sguardo sui tempi, sui toni, sulle pause.

Sempre disponibile ad aiutare i colleghi era di esempio per i più giovani. Con lei ho partecipato a "La Separazione" di G. Pancaccini e a due commedie di Beppe Orlandi : "La 'hiesta" e "Li Sfollati".

 

L'ultimo dell'anno scorso si è esibita al Teatro Pacini di Lucca con la Compagnia di Cosetta Gigli.

A Marina Slow due anni orsono fu protagonista di una serata memorabile sull'Operetta e il Café Chantant.

 

Tra i tanti ricordi che ho di Lei voglio ricordarne uno a mio giudizio esemplificativo della sua personalità e semplicità.

Eravamo con la Compagnia Italiana di Operette a Camerino per la prima di Donne Viennesi: il nome in ditta era di Franco Barbero e Mariarosa Congia con un trio di caratteristi del calibro di Carini, Menegolli e appunto Viviana.

La rappresentazione ebbe un grande successo e al termine le attrici ebbero in dono grandi confezioni di fiori.

Dopo la cena conviviale i festeggiamenti proseguirono in albergo tra ricordi, aneddoti e battute sul variegato mondo dello spettacolo.

Al mattino mi alzo molto presto ed esco; nella piazzetta di fronte c'è la Chiesa.

Sento la necessità di entrare, le navate sono vuote solo una sagoma femminile stava appoggiando un mazzo di fiori sull'altare : era Viviana. All'uscita mi disse "Dopo una prima faccio sempre così, è un modo per ringraziare il Signore"

 

Ciao "Vivi" sono certo che in Paradiso troverai ancora tanti, tanti mazzi di fiori ad attenderti ...

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: