none_o

La storia degli Usi Civici è lontana nel tempo, quando chi non era nobile o faceva parte della grande famiglia ecclesiastica doveva lottare ogni giorno per sopravvivere alla povertà. Poter sfruttare una parte della altrui proprietà per piccole attività come quella di caccia, di raccogliere legna o erba rappresentava un diritto importante per quelle comunità che è arrivato, con alterne vicende, fino ai giorni nostri. I tempi sono cambiati e anche le problematiche.
Una piccola storia può essere utile per capire.

. . . . . . . . . . . . Baldinacca,
Brasiliano .....
. . . . . . . . . . . per voi e anco per quell'artri. .....
Mancano varie tipologie di sangue. . . https:/ / .....
. . . . . . . . . . . . . . . . . solo cinque azzurri .....
Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


CHI NON RIDE MAI NON è UNA PERSONA SERIA

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


MEGLIO UN GLAP OGGI CHE UN GLU GLU DOMANI

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


CREDO NEGLI ESSERI UMANI

Fratelli d'Italia - An Pisa
none_a
di Renzo Moschini
none_a
SAN GIULIANO TERME
none_a
Vecchiano, 18 giugno
none_a
S'inarca la notte
remota sopra i nostri pensieri
di stelle cosparsi.
Fuliggine d'astri e millenni ;si posa
sul dorso di lucciole ignare
che vagano .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
di Renzo Moschini
NUOVI ASSETTI ISTITUZIONALI; ANCHE I PARCHI SOTTO TIRO

4/7/2019 - 18:21

NUOVI ASSETTI ISTITUZIONALI; ANCHE I PARCHI SOTTO TIRO


Alla vigilia di una discussione sul regionalismo differenziato mentre si registrano già strane proposte come quella di passare allo stato il Parco regionale di Montemarcello Magra su richiesta di Legambiente ma anche di 5.Stelle
che sembra abbia già interessato il Parlamento, Federparchi è  impegnata in questi giorni a rilanciare un Festival dei vini
con un ruolo speciale dei parchi;  lo trovo  sconcertante.
Abbiamo parchi senza presidente, senza piano, senza direttore, senza una politica nazionale e spesso neppure regionale e i parchi brindano e si sfidano su chi ha il vino più buono frizzante!
Eppure l’esperienza qualcosa dovrebbe averci insegnato. La legge Delrio sulle province ha avuto effetti negativi anche sui parchi e non solo regionali. Cito la Toscana perchè la conosco meglio, ma mi sono occupato molti anni dell’Unione delle Province e ho presente anche il panorama nazionale e ricordo pure le nostre proposte di contrasto. Ma soprattutto ricordo l’impegno di Federparchi a cui come Gruppo di San Rossore abbiamo dedicato recentemente un dovuto e meritato ricordo al Presidente Bino Li Calsi, in un libro della nostra collana.
Ma province a parte, non possiamo dimenticare il titolo V e  il Referendum -per fortuna bocciato- che sul ruolo dello stato mette sempre un carico e su quello delle autonomie non più del 2 di briscola. Vedremo le proposte sul regionalismo differenziato ma guai a non tenere bene aperti gli occhi e non distrarsi
Cade opportuna in questo caso una coincidenza; la nostra Collana editoriale sui parchi sta lavorando ad un nuovo libro dedicato al rilancio dei parchi ridotti ormai sempre più a fantasmi. E la nostra riflessione critica e autocritica riporta in primo piano il ruolo delle istituzioni dalla stato alle regioni agli  enti locali. Perché oggi le politiche ambientali o entrano in partita anche negli altri campi o non avranno futuro.
Insomma non basta un brindisi.
Renzo Moschini
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri