none_o

 

La ricostruzione e il racconto con tanti ricordi, la rivolta dell'acqua questa volta non portatrice di vita ma di morte. Il pianto di una Nazione e..."al posto del campanile una scala a chiocciola", quella di Giovanni Michelucci.
 

Officine di Comunità
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
Non cià (senza la "h") capito niente vero? e come .....
Mi perdonerà sig. Baglini, se le rispondo dopo un .....
. . . . . . . . . . . una efficace protezione per .....
Vede caro lei, il problema non è usare uno pseudonimo, .....
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Libri ed altro.
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
PRC Vecchiano
Massaciuccoli: il recupero ambientale del lago non deve essere l'unico progetto.

6/7/2019 - 19:15

Massaciuccoli, il recupero ambientale del lago non deve essere l'unico progetto. Necessario intervenire sull'intero sistema

Da sempre il partito della rifondazione comunista di Vecchiano ha seguito con attenzione critica e preoccupazione il susseguirsi di notizie, progetti e proclami riguardanti il recupero ambientale del lago di Massaciuccoli.

Attenzione che i nostri militanti hanno dimostrato sottolinenando e denunciando i problemi che da anni affliggono il nostro territorio della bonifica e che sono stati e sono tra le cause principali dei fenomeni di inquinamento proprio del lago.

Abbiamo da anni posto la domanda fondamentale su quale tipo di agricoltura si potesse sviluppare su questo territorio in alternativa a quella attuale fortemente impattante.

Da quando esiste la bonifica, oltre al fenomeno di interramento del lago dovuto al pompaggio meccanico ed al fenomeno della forte evaporazione del terreno per la presenza di torba, si è determinato un abbassamento del terreno di circa quattro metri sotto il livello del mare cosa che negli ultimi tempi ha fatto innescare il sistema dei vasi comunicanti che fanno tornare padule alcuni terreni che non possono essere più coltivati nella parte vicino al lago.

Ciò nonostante oramai da anni si continua nel coltivare terreni a regime intensivo con prodotti chimici ( Diserbo ) che se anche usati nei limiti previsti si sommano all’inquinamento prodotto da scarichi civili contribuendo all’inquinamento a “piccole dosi” ma continuo del lago e dei fossi della bonifica, tra questi i canali Barra e Barretta , che   ricevono oltre alle acque bianche della frazione di Vecchiano anche quelle del depuratore che, pur uscendo in tabella, produce dei residui che a lungo andare, insieme ai residui delle acque che provengono dalle colline,   hanno interrato questi canali .

Inoltre c’è da far notare che questi canali hanno prese d’acqua che vanno nella bonifica e si portano dietro proprio questi residui.

Per questo chiediamo oltre di he tipo di agricoltura deve essere fatta su terreni sia nella parte bassa della bonifica sia nella parte alta?

E che tipo di intervento si intende fare per risolvere il problema di interramento dei canali sopra citati?

Rifondazione Comunista è favorevole a tutti i progetti   di risanamento del lago e anche alla piccola derivazione, anche con se molte perplessità,   ma sarebbe opportuno capire se questi problemi saranno risolti perché buttare acqua in un contenitore sporco potrebbe creare ulteriori danni senza risolvere quelli in essere.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: