none_o


Bellissimo scritto il precedente, anche se (visione solo mia personale) ci vedo un po’ di politica nella penna.

C’è in paese uno scrittore, sì certo, politico anche lui, ma che insieme alla fede sinistra dà la mano destra al volontariato e insieme cuore e tempo e fatica e impegno:

Nedo Masoni.

LA faziosità di qualcuno, abitante a MDA, è evidente .....
Innanzi tutto devo ringraziare tutti i vari commentatori .....
. . . quando i fatti, o i dati, o le testimonianze. .....
. . . al secolo decimo/ nono quando per dirne una o .....
Lista -Uniti per Calci-
none_a
di Guglielmo Maccione
none_a
PD struttura territoriale di Pisa
none_a
Intervista a Matteo Renzi
none_a
RICCARDO MAINI sempre Residente a MdA
none_a
di GIUSEPPE TURANI
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Vecchiano 5 Stelle
www.vecchianoa5stelle.it
none_a
“Io lo vedo così”
none_a
Associazione La Voce del Serchio
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Solidarietà
none_a
San Giuliano Terme, 22 settembre
none_a
San Giuliano Terme, 25-26 settembre
none_a
Molina di Quosa, 19 settembre
none_a
Pisa, 21 settembre
none_a
Pontasserchio
none_a
Marina di Pisa
none_a
Calci
none_a
ASBUC Migliarino 21 settembre
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


di Bruno Pollacci
none_a
Parco di San Rossore, 14 settembre
none_a
Polisportiva Sangiulianese
none_a
Pappiana
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
"Io lo vedo così"
I Dolciamaricordi, gli "Amarcord".

30/7/2019 - 21:39

 
Tutti conoscete il mio campanilismo che non è, sia chiaro, quello stile pisorno, ma solo una forma scherzosa di una più spiccata frazionalità fra i comunisti vecchianesi, parola da prendere come “abitanti del comune” e che nei tempi antichi era la vera aggregazione e distinzione del nostro popolo; poi…ho la moglie di Nodica e sono legato per motivi affettivi e parentali ad ogni altra frazione del comune.
 
Non divaghiamo.
 
Migliarino è diversa, non migliore affatto, dalle altre frazioni: ha (aveva) il treno, due linee di autobus per la città, due piazze a verde con giochi, due chiese come il capoluogo ma con un campanile che si specchia in Serchio, ingresso e uscita di due autostrade, due chilometri di spiaggia libera che non hanno il suo nome ma per andarci bisogna passare da qui (Benigni disse che Arezzo è la città più importante d’Italia perché se non ci fosse tutto il nord non potrebbe andare a Roma), la Traversagna che fa concorrenza a Buenos Aires, eccetera, dimenticavo… i cinesi di Ugo li abbiamo solo noi!

Droga?

E chi non ce l’ha? 

Trans?

Vengon da Viareggio apposta!

 

E Bocca di Serchio!
 
Cosa?
 
Dite che è San Giuliano?

Vannelo a dire a Pattana, Danilo, Argante, Arzavolino, mi pa’ e su pa’, il Cinacchino, Bagarana, Ottorino, Cheo e altre migliaia di paesani (comunisti) che hanno vissuto sulla spiaggia di là, senza associazioni, senza comitati che puliscono, senza balzelli.
Nessun migliarinese può staccarsi dalla “sua” spiaggia ed è questo celato senso di precursori della spiaggia libera che resta nel cuore a ricordo e vanto.
Eravamo i primi a farsi rifugi provvisori di pali e cannelle, potevamo scegliere qualsiasi posto per legare la barca, pulivamo tutti insieme l’amata lingua di sabbia, guardavamo e controllavamo a turno i più piccoli che facevano il bagno abbrancati anche con mare da bandiera “scarlatta”, dividevamo le merende, giocavamo tutti insieme.
Ricordi. Già, tutto questo solo nel ricordo; non si può tornare indietro, non si può cambiare il destino, si può solamente gioire di avere conosciuto un mondo incantato che si sta sgretolando, ma è fortemente saldo nella mente e in tutto te stesso.
 
Non ci voglio ritornare indietro, non vorrei ripentirmi delle stupidaggini che ho fatto, degli errori e dei dolori, va bene così e quel mondo ora lo sto rivivendo, o cercando di condividerlo, con mio figlio e i due piccoli nipoti andando sulla spiaggia di Bocca di Serchio con barca a motore, tavolino e poltroncine, tenda ombreggiante e materassini.
 
La Spiaggia di là, dieci, venti, anche trenta di queste pseudo baracche con, di conseguenza, quaranta ottanta e più di cento “fruitori” di Bocca di Serchio.
 
Li guardo, due li conosco e ci salutiamo, quattro o cinque l’ho già incontrati a Vecchiano, tre o quattro mi sembra…ma il resto mai visto!
 
E qui mi si stringe il cuore!
 
Campanilismo? Assolutamente no, solo constatazione del momento storico.
 
Lo dico a mio figlio e lui dice che non è vero, forse, che siano tutti “di fuori”, può darsi, ed io lo spero, che siano i figli o i nipoti dei miei amici di quel tempo che non ho visto crescere, perché i cambiamenti si notano se frequenti le persone, altrimenti è ben difficile.
 
Ci credo, ma devo trovare il modo di “riappropriarmi” della mia spiaggia.
 
Ho trovata la cura: prendo quasi tutte le mattine due pillole “orali”, due pillore, una alle cinque e mezzo e la seconda alle sei e mezzo che, come una dolce droga, mi fanno far ritorno a quei tempi!
 
Io, il Serchio e la Rena e, a volte, la Luna.
 
E a ritorno…i fratelli Giorgi!

 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: