none_o

Servono forse convegni interminabili, ospiti illustri e location spaziali per ottenere partecipazione e divertimento? Servono mezzi illimitati, spazi dedicati, progetti faraonici per riunire persone e Associazioni per un progetto comune di alto livello? Talvolta, come è successo questo sabato, basta un piccolo spazio ed una piccola occasione per ottenere risultati eccellenti e oltre ogni aspettativa. 

. . . . . . . . . . . . . per nascondere la strizza. .....
Salvini era al governo nel posto che voleva, si è .....
E' una regola: due volte al mese, primo e terzo lunedì .....
A parte il fatto che appare assai singolare mandare .....
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
Dal mondo
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
FIAB Pisa
none_a
Con le “De Soda Sisters”
none_a
Presentazione libro-24 gennaio
none_a
Confcommercio
none_a
Molina di Quosa, 25 gennaio
none_a
Pisa, 24 gennaio
none_a
Pisa
none_a
Pontasserchio, 16 gennaio
none_a
CSI -Centro Sportivo Italiano
none_a
Le squadre di ValdiSerchio
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Le squadre di Val di Serchio
di Marlo Puc
none_a
Nella notte fredda e bianca
la Befana un poco arranca
urge ormai di farsi l'anca
e per questo sembra stanca.

Befanotto suo marito
è davvero inviperito
dice: .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
di Moschini
none_a
Gli Amici di Pisa esprimono mo
none_a
di Renzo Moschini
none_a
none_o
Racconto di Lorenzo Tosa

25/8/2019 - 18:35

        Trapani, ore 13 di un’ordinaria giornata d’estate.

 

All’orizzonte spunta uno dei tanti ambulanti africani che affollano le spiagge italiane. Solo che stavolta è donna. Solo che stavolta è mamma. Sulla testa porta una cesta enorme, pesantissima, e dietro, legata ad una fascia, la sua bambina. Avrà 2 anni e mezzo, forse 3. Chissà da quante ore se ne sta lì, rannicchiata sulla schiena della mamma, sotto il sole.

Un gruppo di altre mamme, che hanno assistito alla scena, si avvicina alla donna. “Vai pure - le dicono - Vai pure a lavorare tranquilla. A tua figlia ci pensiamo noi.”

E ci hanno pensato davvero. È finita così, con la piccola che ha mangiato insieme a tutti loro al ristorante, ha giocato sul bagnasciuga insieme ai figli, fatto e preso gavettoni con i bimbi della spiaggia. Perché lei quello è: una bimba della spiaggia, proprio come ognuno di loro. E, per qualche ora, è sembrata la cosa più normale del mondo.

 

Grazie a Desirè e a Gabriella, per avercelo raccontato.

Grazie alla Sicilia, perché non tradisce mai.

Grazie all’Italia bella, che resiste.








Fonte: Foto dal post di Lorenzo Tosa
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




26/8/2019 - 13:53

AUTORE:
altro lettore

Bravo!
Bene!
Bis!

26/8/2019 - 13:37

AUTORE:
Lettore della VdS

Qual'ora volesse vedere/leggere storie interessanti (anche su questo giornale), non ha da perdere altro tempo in critiche fattibili o meno; ha solo (se lo vuole) spendere un "gocciolino" del suo tempo libero per raccontare storie inedite sue o copiate sul web o dove crede ed inviarle all'indirizzo lavocedelserchio@yahoo.it, e tutti noi lettori saremmo felici di: valutare, rispondere o semplicemente leggerle per riempire ancor di più il nostro bagaglio culturale.
Antonio Gramsci ci diceva: leggete, studiate che di coglioni non ne ha bisogno nessuno!
...poi siam tutti qui perimparà.
Un luminoso saluto e grazie.

piesse: grazie Chiube 😉😍😘😀

26/8/2019 - 11:30

AUTORE:
lettrice delusa delusa della vds

Se non è la prima volta è almeno una delle poche poche volte che fra tante tante cavolate leggo su questo giornale una cosa bella bella.
Bravo Lorenzo Tosa.