none_o

 

 

Una chiacchierata con Gabriele Santoni. Martedì 29 settembre, alle ore 17, l’Associazione dà appuntamento all’ex asilo di Molina di Quosa, per discutere di nuove povertà, con interventi di Maurizio Iacono, Armando Zappolini, Emanuele Morelli e Francesco Corucci, coordina Francesco Bondielli.

Settembre, tempo di passeggiate.
none_a
#NotiziedalComune #EstateVecchianeseInsiemeaDistanza
none_a
AVVISO
none_a
. . . qui se c'è qualcuno che scappa mi pare che tu .....
vivi solo il presente dei tuoi interventi sulla VdS, .....
Quando io da buon soldatino ed iscritto al partito .....
Leggo ora di questa polemica su Bersani e dico la mia. .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
SPECIALE FINALMENTE DOMENICA!
none_a
Casa Nannipieri Arte
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Associazione culturale "Nati per scrivere"
none_a
Villa di Corliano, 4-10 ottobre
none_a
Corso di Scrittura Creativa
none_a
Pisa, 3 ottobre
none_a
Villa di Corliano, 4 ottobre
none_a
San Giuliano Terme
none_a
Molina di Quosa, 29 settembre
none_a
Molina di Quosa, 25 settembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Di Stefano Ceccanti senatore
Nota di lettura dei quotidiani

31/8/2019 - 9:17


Nota di lettura dei quotidiani

Al di là delle diverse ricostruzioni delle motivazioni dell’irrigidimento di ieri di Di Maio, il punto da capire sono le sue conseguenze: l’effetto più probabile, per quanto possa sembrare paradossale, potrebbe essere quello di rendere più veloce la formazione del Governo perché il Presidente incaricato avrebbe tutto l’interesse ad accelerare per prevenire nuovi conflitti, sulla scia dei tempi veloci saggiamente imposti dal Presidente Mattarella nella prima fase.

Nonostante le fibrillazioni di Di Maio, valgono le osservazioni di Cerasa sul Foglio sui cambiamenti nel M5s e i dati del sondaggio di Pagnoncelli sul Corsera, che rendono possibile, anche se niente affatto facile, l’intesa di Governo. E’ nella sostanza, con tutte le preoccupazioni del caso, la stessa analisi che fa Salvati nell’intervista al Quotidiano del Sud, dove fa anche riflessioni interessanti sull’autonomia.

Importante anche la riflessione di Clementi sul Sole 24 Ore, nonostante che gli abbiano sbagliato il titolo: qualora i Presidenti leghisti di Commissione iniziassero a praticare un boicottaggio sistematico dei lavori parlamentari, non è certo pensabile che questo potrebbe essere loro consentito, anche a Regolamenti invariati. Il come è spiegato nel testo.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




3/9/2019 - 10:02

AUTORE:
Stefano Ceccanti

.... dei quotidiani
Oltre a tutte le osservazioni formulate da vari autori, a cominciare da Sabino Cassese, a me il problema principale del voto sulla piattaforma Rousseau sembra essere la fuga dalla responsabilità che si esprime col voto segreto. Si tratta di una sorta di voto di fiducia, ma per l’appunto le votazioni fiduciarie si svolgono a voto palese e non a caso hanno votato palesemente sia i componenti della Direzione Pd sia i parlamentari M5S per avviare la trattativa. Qualcuno deve assumersi in trasparenza una chiara responsabilità. Non a caso nel suo celebre intervento in Assemblea Costituente del 14 ottobre 1947 contro la costituzionalizzazione del voto segreto nella votazione finale sui progetti di legge (che ebbe esito positivo) Aldo Moro richiamava proprio l’esigenza di responsabilità. Il dibattito lo trovate qui:
https://www.nascitacostituzione.it/03p2/01t1/s2/072/index.htm?art072-999.htm&2
Per il resto attendiamo il risultato, probabilmente positivo, visto che i sondaggi mostrano tra gli elettori M5S una maggioranza intorno al 60% di favorevoli all’accordo (anche se gli iscritti hanno in parte caratteristiche diverse) e speriamo di non precipitare in un caos istituzionale simile a quello britannico.

Giorgio Armillei sul Governo
https://www.landino.it/blog/ricordarsi-di-staccare-la-spina-di-giorgio-armillei