none_o


Bellissimo scritto il precedente, anche se (visione solo mia personale) ci vedo un po’ di politica nella penna.

C’è in paese uno scrittore, sì certo, politico anche lui, ma che insieme alla fede sinistra dà la mano destra al volontariato e insieme cuore e tempo e fatica e impegno:

Nedo Masoni.

Renzi ha fatto il furbo ma i furbi non fanno mai gli .....
Il saggio Andreotti diceva: “ Il potere logora chi .....
Sono contento che Renzi abbia fondato un nuovo partito. .....
Non mi sono mai sognato di voler attaccare personalmente .....
Intervista a Matteo Renzi
none_a
RICCARDO MAINI sempre Residente a MdA
none_a
di GIUSEPPE TURANI
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Vecchiano 5 Stelle
www.vecchianoa5stelle.it
none_a
Governo Conte
none_a
"Guarisce da solo, anche ascoltando Iglesias".
none_a
LILIANA SEGRE, 89 anni oggi.
none_a
“Io lo vedo così”
none_a
Associazione La Voce del Serchio
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Solidarietà
none_a
Pisa, 21 settembre
none_a
Marina di Pisa
none_a
Calci
none_a
ASBUC Migliarino 21 settembre
none_a
Circolo Arci Filettole
none_a
San Giuliano Terme, 15 settembre
none_a
Cioccolato
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


di Bruno Pollacci
none_a
Parco di San Rossore, 14 settembre
none_a
Polisportiva Sangiulianese
none_a
Pappiana
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
CERCHIAMO UN TRATTORISTA CON ESPERIENZA ALLA GUIDA DELLE PRINCIPALI MACCHINE AGRICOLE.
AZIENDA AGRICOLA TENUTA ISOLA

DISPONIBILITA' FULL TIME
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Ripafratta, 8 settembre
Festa della Madonna di Rupecava a Ripafratta

3/9/2019 - 16:32


Festa della Madonna di Rupecava: antico eremo inagibile, quest’anno le celebrazioni a Ripafratta

Come da tradizione annuale, l’8 settembre, giorno che ricorda la Natività di Maria, viene festeggiata dal popolo della Valdiserchio, e non solo, la Madonna di Rupecava. 

La tradizione, che vede le S. Messe celebrate sotto le grotte dell’eremo di Rupecava, antico luogo di culto sui Monti Pisani sopra Ripafratta, si interromperà però quest’anno a causa delle precarie condizioni di stabilità dell’antico eremo, purtroppo abbandonato da decenni, preda dei vandali e in condizioni di sicurezza tali da non permettere l’accoglienza della folla che ogni anno sale da tutto il piano per onorare la Madonna. 

Pertanto le celebrazioni si terranno “in piano”, nella chiesa di Ripafratta, dove è custodita anche la statua lignea trecentesca della Madonna di Rupecava, originariamente situata nell’eremo prima delle devastazioni dei vandali, e attribuita ad Andrea Pisano a seguito del restauro eseguito nel 2000. 

Le S. Messe sono previste quindi alle ore 9.00, 10.00, 11.00 (Messa Solenne celebrata da Mons. Gino Biagini, Vicario generale della Diocesi di Pisa), 17.00. Alle ore 16.30 sarà invece recitato il S. Rosario. 

L'eremo di Santa Maria ad Martyres, conosciuto appunto come eremo di Rupecava, è un complesso monastico agostinano fondato nel XIII secolo e situato sui monti sopra Ripafratta, oggi comune di San Giuliano Terme e territorio dell'arcidiocesi di Pisa.

È luogo di culto e di devozione mariana antichissimo, secondo la tradizione visitato da S. Agostino stesso e da numerose personalità illustri fino ai secoli più recenti. Il complesso si articola intorno ad una serie di grotte naturali: qui si sviluppano la chiesa dedicata appunto alla Madonna, ad unica navata, e due costruzioni monastiche.  

Dal XX secolo inizia il progressivo abbandono: l’eremo, proprietà privata, si spopola di religiosi e viene progressivamente abbandonato, salvo un restauro della chiesa negli anno ‘70, che però non resse alle successive incursioni dei vandali sacrileghi.

Nonostante la rovina, decine e decine di persone ogni anno, in occasione dell’8 settembre, si recano in pellegrinaggio all’eremo per le celebrazioni religiose e per la tradizionale scampagnata.

 

 

    
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: