none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Bagno degli Americani
none_a
di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
. . . è il corvo. Invece i citrulli che minimizzano .....
. . . l'uccellaccio del malagurio? corvo o condor?
. .....
Molti sindaci, a mio avviso previdenti, hanno impedito .....
. . . del mestiere sono stati tratti in inganno da .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
Vicopisano
none_a
Tirrenia, Bagno degli Americani
none_a
Marina di Pisa, 14 agosto
none_a
Tirrenia, 14-15 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
GIOVEDI 13 AGOSTO LA SESTA TAPPA
none_a
Pontasserchio, 7-8-9 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Di Marlo Puccetti
none_a
#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
di Renzo Moschini
GOVERNO NUOVO:PROBLEMI VECCHI

6/9/2019 - 13:08

GOVERNO NUOVO:PROBLEMI VECCHI


Già con il vecchio governo Conte,  Salvini ne denunciò l’operato per i suoi troppi NO che avrebbero impedito opere etc. Non fu difficile dimostrare che molti di quei no riguardavano interventi di cui aveva bisogno l’ambiente a partire dall’abusivismo contro cui il governo non aveva fatto niente e che continuava a sfregiare l’ambiente e il territorio. Non parliamo poi di ambiti come quello del parchi e delle aree protette dove nonostante buone leggi  il governo non provvedeva neppure a nominare presidenti, direttori e via rovinando.

Aveva cominciato a pensarci il ministro Costa ma il governo aveva altro a cui pensare. Che Costa sia stato confermato ministro all’ambiente è perciò una ottima decisione per un governo che ha posto l’ambiente tra le sue scelte più importanti e qualificanti. Se ci fosse bisogno di una conferma basta guardare  ai dati forniti in questi giorni sulla situazione dei territori terremotati. Pochi progetti malgrado i finanziamenti disponibili, in più casi non si è messo neppure mano a progetti così anche i finanziamenti non possono essere utilizzati.
Insomma il nuovo governo dovrà finalmente ripartire sulle politiche ambientali se vogliamo che il pianeta abbia un futuro.
Ma qui forse vale la pena aggiungere qualche considerazione sulle novità di un contesto di cui non solo il governo deve oggi tener conto.
La maggiore e più impegnativa novità è che le politiche ambientali devono riuscire a connettere aspetti che spesso anche la legge separa come avverrebbe  con quel regionalismo di cui si parla e si discute.
Abbiamo fatto cenno ai parchi di cui pochissimi oggi hanno un piano pur previsto dalla legge. Un problema -certamente non il solo- è come rapportare i territori protetti con gli altri contigui dove spesso si svolgono attività produttive e sociali con le quali ci si deve confrontare  e collaborare.
Gli assetti istituzionali sono anch’essi decisivi. Il rapporto Stato–Regioni non ha mai trovato la quadra per i continui ritorni centralistici ; vedi anche Referendum. Ma anche il rapporto tra gli enti locali non se la passa bene. Delle province restano le ombre dopo la legge Delrio. I comuni –anche quelli che si unificarono anche per ragioni di  cassa credo restino in attesa delle promesse non mantenute. Al nuovo governo e ai nuovi ministri non mancano insomma di cose da fare presto  e bene.
Renzo Moschini

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: