none_o

Poche righe, molto concrete, che non lasciano spazio ad altre interpretazioni o strumentalizzazioni.
Liliana Segre, la senatrice a vita sopravvissuta all'olocausto e oggetto, nelle ultime settimane, di numerosi attacchi sul web, ha declinato in maniera netta la proposta, partita dal mondo del giornalismo e poi ripresa anche da diversi esponenti politici, di essere candidata al ruolo di Presidente della Repubblica. 

Circolo ARCI Migliarino
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
"Questo è il segnale che se tutti ci muoviamo, forse .....
nonostante i primi giorni del governo giallorosso lo .....
Adesso 15/ 11/ 19 ore 14, 00 lo pread è 163. Evitate .....
SPREAD 180 AI MASSIMI DALL'INIZIO CONTI BIS. EVITA .....
Le squadre di Val Di Serchio
di Marlo Puccetti
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Enti di Promozione Sportiva
none_a
Val di Serchio
none_a
Val di Serchio
none_a
Cs campionato petanque
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Alla cassa di un supermercato una signora anziana sceglie un sacchetto di plastica per metterci i suoi acquisti.
La cassiera le rimprovera di non adeguarsi .....
PRESENTAZIONE DEL PROGETTO VINCITORE ED ESPOSIZIONE DI TUTTI I LAVORI IN SALA CONSILIARE
Calci: Riqualificazione dell'asse Pieve-Certosa

9/9/2019 - 12:52

RIQUALIFICAZIONE DELL’ASSE PIEVE – CERTOSA: PRESENTAZIONE DEL PROGETTO VINCITORE ED ESPOSIZIONE DI TUTTI I LAVORI IN SALA CONSILIARE


E’ stato presentato questa mattina nella Sala Consiliare del Comune di Calci il progetto vincitore del concorso di idee lanciato da Palazzo Civico e volto alla progettazione, recupero e riqualificazione architettonica dell’asse viario tra la Pieve e la Certosa di Calci.

Il concorso, realizzato con il contributo di Acque S.p.a e in collaborazione con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Pisa e Livorno, l’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori della Provincia di Pisa, l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pisa, il Polo Museale della Toscana, il Museo di Storia Naturale dell’Università di Pisa e la Propositura di Calci, ha visto la partecipazione di ingegneri e architetti che, da tutte le regioni di Italia, hanno presentato rappresentazioni planimetriche e grafiche al fine di dare un nuovo volto all’arteria principale della Val Graziosa. Milano, Lecco, Genova, Lucca, Perugia, Pisa e Firenze. Diversa ed eterogenea la provenienza di studi associati, ingegneri ed architetti abilitati alla professione che hanno dato il loro contributo presentando relazioni tecnico-illustrative di elevato livello qualitativo.
Ad aggiudicarsi la vittoria nonché il primo premio di 4.000 euro è stata l’architetto Anna Maria Conti di Firenze. Secondo classificato il raggruppamento temporaneo di professionisti della provincia di Perugia col capogruppo Architetto Andrea Pochini mentre terzo classificato il raggruppamento temporaneo di professionisti con sede nella provincia di Pisa e con capogruppo l’architetto Marta Gnesi.
 
“L’ individuazione del progetto vincitore scaturisce non da valutazioni di carattere soggettivo dei commissari bensì da un metodo analitico che attraverso la lettura organica di critieri e subcriteri di valutazione misura la rispondenza del progetto alle linee guida del concorso – interviene l’ingegner Carlo De Rosa, Responsabile Area Tecnica del Comune di Calci -. Il progetto vincitore interpreta in modo ottimale i due elementi essenziali e portanti del bando: la riqualificazione estetico funzionale dell'asse di via Roma e la creazione di sillogismi stilistici e funzionali sia lungo l'asse stesso che con gli spazi pubblici a questo contigui. Non può al contempo non riconoscersi come tutti i progetti, nessuno escluso, siano portatori di spunti e suggestioni che potranno senz'altro essere elaborati con la redazione del progetto definitivo, rispondendo pienamente alle aspettative dell’  Amministrazione Comunale”.
 
A giudicare tutti gli elaborati – che saranno esposti in sala consiliare dal 9 fino al 18 settembre – una commissione composta dal presidente nonché rappresentante dell’Ordine degli Ingegneri di Pisa Carlo De Rosa, Ingegner Gino Cenci della Soprintendenza di Pisa, dottoressa Chiara Lazzeroni di Acque s.p.a, architetto Gabriele Cei in rappresentanza dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Pisa e architetto  Mario Pasqualetti, specialista in materia paesaggistica e dei Beni Culturali designato  dall‘Amministrazione Comunale.

Il concorso di idee, nello specifico, è riuscito a toccare vari e diversi punti connessi al tema principale del tessuto connettivo- funzionale dell’intero asse viario compreso tra la Certosa di Calci e Piazza della Propositura. I partecipanti al bando hanno infatti anche indicato soluzioni di “raccordo” con gli spazi pubblici coinvolti quali Piazza Garibaldi, Piazza Cavallotti, i giardini comunali, gli spazi esterni dell’area scolastica e i corsi d’acqua senza dimenticare l’individuazione di arredi, materiali di finitura e nuove sistemazioni dalle caratteristiche funzionali, flessibili e coerenti con il paesaggio in grado di esaltare il legame tra le due emergenze architettoniche ed il tessuto edificato, anche per aiutare lo sviluppo socio - economico del Comune.

Grazie al contributo economico di Acque S.p.a pari a 7.000 euro il concorso ha previsto i seguenti premi:
 
1)   al 1° classificato vincitore del concorso di idee, €. 4.000,00 (euro quattromila/00)
2)   al 2° classificato spetta un premio pari a €. 2.000,00 (duemila/00) lordi
3)   al 3° classificato spetta un premio di €. 1.000,00 (mille/00) lordi

La Commissione giudicatrice ha dedicato anche una menzione speciale ad uno dei progetti a cui è stato riconosciuto un rimborso spese simbolico di €. 250,00.
 
 
“Il tema del progetto poteva sembrar semplice ma era in realtà complesso - afferma l’assessore con delega all’urbanistica Stefano Tordella -. Calci non ha un “centro strorico” che possa competere in importanza e “peso urbanistico” con la Certosa. Il concorso si proponeva di compensare questa sproporzione, sottolineando il legame e il collegamento tra i due poli di interesse architettonico e turistico: Certosa e Pieve. I concorrenti sono stati capaci di elaborare proposte molto interessanti, articolate e sostenibili sia per il percorso che per le piazze e le aree di sosta che si aprono sul percorso stesso”
 
“Il concorso era il nostro primo passo per arrivare ad una valorizzazione del centro di Calci, come asso unitario che collega due bellissimi monumenti attraverso Piazza del Municipio e numerose attività commerciali e per risolvere i problemi di via Roma – conclude il Sindaco di Calci, Massimiliano Ghimenti -. Adesso occorrerà elaborare un progetto complessivo sulla base delle idee progettuali selezionate. Non appena sarà ricostruito l’ufficio pubblici (dopo quota 100) ci metteremo mano ma, entro questa legislatura, almeno un lotto di quel progetto verrà realizzato”.

 

Fonte: Dott.ssa Francesca Franceschi Ufficio di Staff del Sindaco Comune di Calci francesca.franceschi@comune.calci.pi.it http://www.comune.calci.pi.it/ https://www.facebook.com/ComuneDiCalci
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: