none_o

 

La ricostruzione e il racconto con tanti ricordi, la rivolta dell'acqua questa volta non portatrice di vita ma di morte. Il pianto di una Nazione e..."al posto del campanile una scala a chiocciola", quella di Giovanni Michelucci.
 

Officine di Comunità
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Arpat Toscana
none_a
. . . . . . . . . . una costante nei millenni . . .....
Ma come si permette!
Crede di essere superiore a Silvio .....
Non so se ha capito che adesso c'è un altro governo, .....
Scrive il Sig. Francesco:
“E non è colpa di Quota .....
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
"Io lo vedo così"
none_a
Libri ed altro.
none_a
  • AD ACCOGLIERE GLI STUDENTI DELLE SCUOLE DI CALCI MOLTI SPAZI, AULE E GIARDINI RINNOVATI

      Suona la campanella

    Mancano tre giorni all’inizio della scuola e lunedì prossimo la campanella suonerà per i tanti alunni calcesani che potranno contare su aule, spazi comuni e giardini rinnovati e più sicuri...


Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Vendo FB FB johnson 5CV buone condizioni, bicilindrico, 2 tempi, gambo corto, elica 3 pale, anni 90, marcia avanti e indietro, serbatoio esterno .....
#Parco40 vuole essere una 3 giorni di festa
Il programma di #parco40 in dettaglio

27/9/2019 - 13:02

 

Dove: Antico Borgo di via dei Pini, il Magazzino Lisabetta Salviati, la Macchia di Migliarino, Bocca di Serchio, il Parco di MSRM.

 
Come, chi e cosa sono legati da un filo che abbiamo cercato di ritessere con pazienza e gentilezza, tutti insieme, cittadini, attività commerciali, la Famiglia Salviati, enti, associazioni, esperti, artisti, scuola, parrocchia, natura e paesaggio, tradizioni, memoria e storia. Tutti insieme per costruire un pezzetto di futuro, per darci un’opportunità culturale, sociale e politica.
Il programma di #parco40
Si parte con venerdì 27 alle 16 con una tavola rotonda fatta fuori dai soliti schemi e dai soliti volti, infatti ci saranno 2 sindaci che dialogheranno con 2 presidenti di Parco aiutati da Barbara Baroni. La tavola rotonda sarà introdotta da uno stralcio del documentario “Nel volo del colore” del maestro Alessandro Tofanelli.
Il luogo dove si svolgerà è il Magazzino Lisabetta Salviati, uno spazio bellissimo che contiene antichi macchinari e un arredamento particolare che parla di un’epoca e di lavoro, di una Famiglia che col Parco ha molto a che fare e che sul Parco ha molto da dire.
Il Magazzino ospiterà le foto di Fabrizio Sbrana, fotografo di professione, le foto di un volontario appassionato di Parco e di natura come Gianni Picchi dell’associazione Le Nostre Radici. Ci sarà la possibilità di vedere il filmato delle bellissime foto naturalistiche di Alessio Quaglierini, il filmato delle foto del fratino di Luca Puglisi e poi ci farà una sorpresa anche Alessandro Tofanelli.
Il Magazzino ospiterà i libri  del Parco e quelli della collana Ambiente di ETS e sarà presente Sondra Cerrai con il libro I cittadini del Parco.
Ma non è finita ci saranno anche i manufatti di Umberto Micheletti.
La sera sarà possibile cenare al Buffardello o al Circolino 1912, una cena come se fosse street food e con accompagnamento musicale.
Sia Buffardello che Circolino 1912 saranno #plasticfree
 
 
Sabato 28
La giornata inizia presto, alle 9,30 appuntamento al circolino ACLI, dove ci sarà un pullman che ci porterà a Bocca di Serchio. Là troveremo i fratelli Giorgi che apriranno la casina dei pescatori ai visitatori, ci mostreranno antichi strumenti di pesca e vecchie foto, ci parleranno di un passato che molti di noi hanno ancora negli occhi e nel cuore.
Chi vorrà potrà attraversare il Serchio, aiutato dai volontari dell’associazione SWRTT  e dall’associazione I Fruitori di Bocca di Serchio. Sulla Bocca del Serchio, magica cornice paesaggistica, potremo assistere al tiro del giacchio, una pratica particolare, piena di sapere  e di poesia.
Da lì inizierà una passeggiata lungo mare per poi entrare nella pineta retrodunale e con un percorso ad anello, studiato e messo a punto da Umberto Micheletti e da Paolo Marradini, la camminata finirà sulla famosa passerella che sbuca sulla spiaggia di San Rossore.
Il ritorno è di nuovo assicurato dai Fruitori di BdS e da SWRTT e intorno alle 13 dovremmo essere di nuovo in via dei Pini, dove si potrà mangiare al circolino, al Buffardello oppure al sacco.
Ore 14 La festa del volontariato
Via dei Pini la troveremo allestita e addobbata di tutto punto, colorata e animata sapientemente dai banchetti delle associazioni di volontariato aderenti alla consulta comunale e non solo. Ci saranno anche alcuni banchetti dell’artigianato. Ma soprattutto ci sarà la possibilità di giochi e laboratori per bambini.
E siccome la scelta non può mancare, alle 15,30 ci sarà la possibilità di partire per una camminata fino alle Lame di Fiumaccio, un posto magico, anzi, il luogo dello spirito. La camminata sarà arricchita dalle parole di Umberto Micheletti e dalla musica dei maestri musicisti della Filarmonica Senofonte Prato.
La sera sarà possibile cenare al Buffardello o al Circolino 1912, una cena come se fosse street food e con accompagnamento musicale.
Sia Buffardello che Circolino 1912 saranno #plasticfree
 
Domenica 29
L’ultimo giorno di #PARCO40 inizia alle 9,30 con PULIAMO IL MONDO, storica iniziativa di Legambiente e storica adesione del Comune di Vecchiano sempre al circolino, per partire sempre con un servizio navetta, o a piedi, bici, pattini o monopattini alla volta del TRONCOLO per entrare nella parte boscata e iniziare a rimuovere i rifiuti che ci sono.
Alle 13 è previsto il rientro e il pranzo, come sempre al circolino 1912 o  al Buffardello o al sacco.
Dalle 14 invece ci si sposta al laghetto dalla Pinuccia, per l’iniziativa Mi PORTI A PESCARE? Iniziativa per piccini accompagnati dai grandi, per regalarsi un momento insieme. L’ingresso al laghetto sarà gratuito e alla fine l’azienda Tubertini, grazie all’impegno di Cristiano Meciani, della SPDS Vasca Azzurra premierà tutti i partecipanti.


Alle 15 chi vuole può darsi ALLA MACCHIA, in compagnia di Marcello Marinelli che accompagnerà i camminanti fino alle sequoie e alla scoperta di un’antica attività come la raccolta dei pinoli.
Alle 17,30 PASSI POETICI, tramonto a Bocca di Serchio, l’iniziativa conclusiva della festa ci sposta a Bocca di Serchio, nel parcheggio di Case di Marina, lì troveremo Dario Focardi e Iacopo Bertoni che forniranno ai partecipanti una cuffia e inizierà il viaggio, anzi tanti viaggi perché ognuno farà il suo, perché quello che accadrà, sarà molto personale.
Al ritorno scenderà il sipario di questa 3 giorni, a cui tante persone hanno lavorato, con impegno ed entusiasmo, con la speranza di aver regalato alla comunità un pezzetto di futuro da far crescere.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




29/9/2019 - 2:03

AUTORE:
Simona

Il parco,per la maggior parte di noi è bocca di Serchio.per chi non ha avuto la fortuna di potersi addentrare negli indcantevoli spaccati della tenuta salviati,tutto si riduce a bocca di Serchio. Credo che per poter esprimere tanti dei pareri,discorsi perbenisti che ho sentito,bisognerebbe innanzitutto aver vissuto in pieno questa bellissima natura,averne apprezzato colori,sapori,odori,come per fortuna ho io potuto fare.per amare e difendere un territorio, bisogna almeno averlo assaporato.le cose cambiano,ormai troppo velocemente, ora si parla solo di leggi,regole, quelle che sono diventate necessarie grazie alla maleducazione e approfitto di troppi. Conosco bocca di Serchio da sempre, ci sono nata, ho visto i tempi cambiare, negli anni settanta era frequentato da pochi, denigrato da molti, da tutti quelli che nel giro di poco sono diventati padroni.ma come per ogni cosa,niente si improvvisa, la passione per bocca nasce dal cuore,me l'hanno trasmessa i miei genitori, a cui sarò sempre grata e questo fa di me la vera padrona.......