none_o

Un lettore scrive un post al giornale lamentando un uso disinvolto del nostro litorale con comparsa di ombrelloni e sdraio, molta gente che prende il sole e fa il bagno, altri a fare le arselle. La polizia municipale, interpellata, riferisce che non può intervenire perché manca una delibera dell’Amministrazione che detti le regole da applicare sulla spiaggia.

 



Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Mascherine, le prime dieci in edicola fino al 15 giugno
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
CENTRODESTRA UNITO PER VECCHIANO

Il centrodestra .....
Qualcuno sostiene che la Boschi è in realtà un anziano .....
. . . e giornalisti.
Non sempre sono Da-Cordo con .....
. . . . . . . . . . . . 1 perchè Renzi è un bagliniano. .....
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


di Marlo Puccetti
none_a
BRUNO FIORI, PRESIDENTE PISA OVEST
none_a
Si presentava alla gara con ben 27 atlete.
none_a
PISA OVEST
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Buona sera a tutti,
dopo il COVID 19, riprendiamo da dove eravamo rimasti, al 17 Febbraio 2020, quando all'imbrunire nella sede dell'ASBUC di Vecchiano .....
Pontasserchio
I 50 anni della Scuola Mazzini

22/10/2019 - 11:31


 
Diventa d’oro la scuola primaria Mazzini di Pontasserchio.

 

Sono passati 50 anni da quando l'edificio  scolastico ha iniziato a sentire il calpestio e il vociare degli alunni/e con i loro insegnanti e bidelle come al quel tempo venivano chiamate.

 

C’è fermento nella scuola per organizzare al meglio la festa di venerdi 25 ottobre dalle ore 15,00 in poi.

 

L’insegnante fiduciaria del plesso Lucia Arrighi con le colleghe Chiara Lorenzoni, Emanuela Lazzeroni, Sandra Palla, Beatrice Bachi, Lorella Conti, Maddalena Massei, Silvia Natili, Cinzia Iandoli, Alessandra Lattanzi e ancora Gambini, Dibattista, Matteini, Pedicini, Lorenzoni, Cini, Ferraro, sta preparando i bambini/e con canti e letture pronti ad accogliere la Dirigente dell’Istituto Comprensivo Gereschi di Pontasserchio, di cui la scuola fa parte, dottoressa Paola Ciccone e il Sindaco del Comune Sergio Di Maio
 
Saranno presenti la Vice Sindaco Lucia Scatena che ha frequentato proprio quella scuola e dove ha mandato i  suoi due figli e l’assessore all’Istruzione Lara Ceccarelli.
 
La scuola allora era chiamata “comunale” per distinguerla dall’asilo sovente gestito dalle suore. A Pontasserchio c’erano le suore della Carità con il famoso “cappellone”.
 
Della vecchia scuola che aveva visto consumare le scale da centinaia di scolari e sporcare d’inchiostro i grembiuli nell’ora di “bella calligrafia” non c’è rimasta traccia perché fu abbattuta per costruire un nuovo edificio ora sede della Banca BPM
 
La nuova scuola fu costruita in Via Sant’Antonio dove ora si snoda il polo didattico con la scuola materna, la primaria e scuola Media Fermi (secondaria di primo grado ) che è anche sede del Gereschi. La scuola è considerata fra le migliori dell’Istituto e si caratterizza per la capacità d’accoglienza dei bambini/bambine con disabilità, apprezzata anche dai genitori che sentono una maggiore tutela dei loro figli/e.
 
 Quante generazioni ha visto passare; chi era entrato in quinta elementare nel 1969 ha più di 60 anni e ora accompagna a scuola i nipoti.

Nei tempi dell’inaugurazione, che ufficialmente avvenne tre anni dopo, c’era il dott. Casini chiamato Direttore didattico del Circolo perché ancora non esistevano gli Istituti comprensivi.

Come non ricordare quelle che sono state le icone dell’insegnamento come la maestra Ilda Saggini o la maestra Franca Riparbelli.

La mente va anche alla “maestra del paese” Maria Balloni esperta insegnante che ha preparato per molti anni decine di bambine/i.

Ma ne sono passate di insegnanti importanti che hanno lasciato la loro impronta educativa come Giuseppima Mori Ancillotti, Enrichetta Cecchi, Luigia Iodice, Paola Bove, Paola Corsaro,  Rosanna Amadei, Carla Meacci,  Anna Bianchi, Carmela Righi e le indimenticabili Claudia Della Bartola e Gabriella Soldani e al maestro Roberto Del Chicca, uno dei pochi uomini insegnanti all'interno della scuola elementare.

Anche alcune bidelle hanno lasciato il segno come Fiorella una bella signora di 80 anni che ha detto si emozionerà quando varcherà la soglia della scuola, Elisabetta con la sua voce perentoria che come dicono le maestre  che la conoscono scherzosamente le insegnanti veterane come Sandra Palla e Lorella Conti, metteva tutti sugli attenti e ancora più indietro Cosetta e la mitica Rosina che doveva contrastare ai cancelli le proteste degli anni 60 con i genitori sul piede di guerra per le classi troppo numerose che raggiungevano anche i 37 alunni.
 
Negli uffici amministrativi è stato per anni punto di riferimento il segretario Giorgio Saettini.
 
Tra i dirigenti è doveroso  ricordare Andrea Famiglietti uomo di raffinata cultura che ha dato lustro alla scuola e successivamente Lida Sacconi che ha vissuto il territorio anche come impegno civile e si è resa protagonista della chiusura del sabato e il passaggio della scuola di Pappiana al tempo pieno e infine l’attuale Paola Ciccone eclettica dirigente, esperta del sociale, che ha saputo ricucire alcune criticità presenti nell’Istituto.
 
La scuola Mazzini è stata e sarà la cassaforte dei ricordi più belli dell’infanzia , là dove decine di insegnanti con impegno e dedizione hanno preso per mano bambini e bambine per dare loro le basi fondamentali per saper “scrivere e far di conto”, di educazione civica per permettere di essere da grandi rispettabili cittadini. 

 
Marlo Puccetti

    

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




24/10/2019 - 12:38

AUTORE:
Vasco Coiai

Certo Mario (Marlo ndr) Puccetti non me ne vorrà se aggiungo alla lista delle maestre menzionate la signora Romei Giuliana insegnante alle Mazzini dal 1995 al 2010.