none_o

La storia degli Usi Civici è lontana nel tempo, quando chi non era nobile o faceva parte della grande famiglia ecclesiastica doveva lottare ogni giorno per sopravvivere alla povertà. Poter sfruttare una parte della altrui proprietà per piccole attività come quella di caccia, di raccogliere legna o erba rappresentava un diritto importante per quelle comunità che è arrivato, con alterne vicende, fino ai giorni nostri. I tempi sono cambiati e anche le problematiche.
Una piccola storia può essere utile per capire.

. . . . . . . . . . . . Baldinacca,
Brasiliano .....
. . . . . . . . . . . per voi e anco per quell'artri. .....
Mancano varie tipologie di sangue. . . https:/ / .....
. . . . . . . . . . . . . . . . . solo cinque azzurri .....
Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


CHI NON RIDE MAI NON è UNA PERSONA SERIA

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


MEGLIO UN GLAP OGGI CHE UN GLU GLU DOMANI

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


CREDO NEGLI ESSERI UMANI

Fratelli d'Italia - An Pisa
none_a
di Renzo Moschini
none_a
SAN GIULIANO TERME
none_a
Vecchiano, 18 giugno
none_a
S'inarca la notte
remota sopra i nostri pensieri
di stelle cosparsi.
Fuliggine d'astri e millenni ;si posa
sul dorso di lucciole ignare
che vagano .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
Con canoe, kayak e sup
Da Pisa a Livorno attraversando il Parco

28/10/2019 - 19:29

Da Pisa a Livorno attraversando il Parco

Oltre 200 persone con canoe, kayak e sup hanno percorso il canale dei Navicelli

Oltre duecento persone hanno solcato le acque dell’Arno e del canale dei Navicelli per raggiungere la darsena di Livorno partendo dal centro di Pisa. Sull’acqua si sono viste ogni tipo di barche: canoe, kayak, canoe polinesiane, dragon boat,  Sup e yole da mare. Un evento tra sport, natura, cultura

Dalla barca con il classico fasciame in legno alla tavola per pagaiare in piedi costruita con i materiali più leggeri e innovativi, si è visto di tutto lungo i diciassette chilometri che hanno costituito il percorso della manifestazione. Partiti dai centralissimi lungarni di Pisa sotto il Ponte di Mezzo, gli equipaggi hanno solcato i Navicelli entrando dalle porte vinciane, percorrendo il canale recentemente rimesso a nuovo, che attraversa il Parco di San Rossore. 

Una sosta a metà percorso per rifocillarsi e poi dritti fino alla darsena di Livorno, dove l’evento si è concluso. Questa prima edizione dei Navicelli, promossa dalla Canottieri Comunali Firenze con l’organizzazione di Gian Michele Del Bo, ha visto la partecipazione di atleti e atlete da tutte le società di remo e pagaia della Toscana.

Nessuna classifica, alla fine del percorso, ma la soddisfazione di aver navigato attraverso la storia di quel canale che, cinquecento anni fa, Cosimo primo dei Medici volle costruire per collegare le due città di Pisa e Livorno




+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri