none_o

Gioia e picconate, abbracci e idranti, sbarre che si alzano e fiumane di vessati che sfociano nella libertà, l'euforico stordimento prodotto dall'onda d'urto del treno della Storia quando passa sferragliando e fischiando così sonoramente da rendere impossibile non accorgersene: la notte della caduta del Muro di Berlino, 30 anni fa, fu tutto questo e definirla 'storica' è quasi riduttivo. Era il 9 novembre del 1989. ..

Circolo ARCI Migliarino
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
PUBBLICA ASSISTENZA S.R. PISA
none_a
Pubblica Assistenza Migliarino
none_a
Nella primavera del 2008 Rifondazione comunista, Partito .....
L’attuale deriva della crisi di sistema paese, .....
. . . . . . . . . . . ha avuto un enorme potenziale .....
Faccio ammenda volevo scrivere Cascina , ma non mi .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Cosa fare per evitare i fastidi causati dall'acaro autunnale
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
Parrocchia di Migliarino.
none_a
FIAB di Pisa.
none_a
Casanova di Terricciola, 9 novembre
none_a
Pisa, 30 novembre
none_a
Pisa, 7 novembre
none_a
Da Zero a Mille.
none_a
Circolo Il Fortino-Marina di Pisa
none_a
Lucca Comics & Games.
none_a
Val di Serchio
none_a
Val di Serchio
none_a
Cs campionato petanque
none_a
Situazione delle squadre della Val di Serchio
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
"Così a Dio piacque,
l'uovo da cielo cadde
e la gallina nacque!"
di GIUSEPPE TURANI
I PEGGIORI LI PRENDIAMO NOI

6/11/2019 - 20:45

I PEGGIORI LI PRENDIAMO NOI


L'Italia produce eccellenze mondiali, ma nella politica nazionale dominano personaggi di terza categoria. 

Fabiola Gianotti è appena stata confermata per la seconda volta capo del Cern di Ginevra, uno dei centri più avanzati nel mondo per la ricerca fisica. Non era mai accaduta una “doppietta”, è la prima volta. Mario Draghi, che ha appena lasciato la guida della Bce, è stato elogiato anche dai tedeschi, che pure lo avevano contrastato e non poco: hanno ammesso che ha salvato l’euro e quindi anche la costruzione europea. E qui mi fermo, anche se potrei andare avanti per un’ora.
L’Italia, paese sgangherato e pericolante, si dimostra ancora in grado di produrre eccellenze di livello mondiale.
Il panorama cambia di colpo quando si rientra in patria. Qui sembra di essere in un pollaio. Non abbiamo le Gianotti o i Draghi, ma dobbiamo vedercela con arnesi come la Lezzi, i Buffagni, i Salvini, i Di Maio.
Esiste una spiegazione per questo stato di cose: sappiamo produrre persone di qualità elevatissime, ma poi per amministrare noi stessi scegliamo degli scarti.
La questione sta nel fatto che la selezione internazionale è fatta da organismi che sanno esattamente quello che vogliono e che sanno fare le loro valutazioni. I nostri amministratori, invece, sono scelti dal popolo sulla base di suggestioni, impressioni, mode.
Sul piano internazionale Salvini o Di Maio, forse, non potrebbero fare nemmeno i camerieri, qui sono considerati padreterni perché mostrano i muscoli e stanno in tv 24 ore al giorno. Entrambi sanno leggere e scrivere con qualche difficoltà, ma non vanno oltre.
Purtroppo, non esiste il modo per affidare la selezione dei nostri amministratori al Cern di Ginevra o al parlamento tedesco.
E, purtroppo, abbiamo anche una sinistra che sta scivolando pericolosamente verso standard di basso livello. La sinistra dispone in quantità di personale politico di alto livello, con serie competenze ammnistrative, ma il gioco della politica fa emergere personaggi di terza categoria (Speranza ministro, via).
In conclusione, nonostante tutto abbiamo i  migliori, ma scegliamo i peggiori.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




7/11/2019 - 21:22

AUTORE:
Osservatore 1

....Un ripescato!
Colui che nella veste di presidente dei deputati PD messo li da Bersani e per bocca del presidente del PD Gianni Cuperlo sollevarono dalla carica di PdC Enrico Letta (quindi lo stai sereno appiccicato al Segretario PD dopo Bersani era una bufala).
Grasso, presidente del Senato e sempre messi per mano di Bersani; Laura Boldrini Presidente della Camera dei deputati se ne andarono dal PD Speranza; seguiti da Rossi, Fontanelli e "quelilì" favorendo l'arretramento del "loro" partito al 19% quasi come al tempo del seg. D'Alema 16%
Aver bocciato le riforme e quindi anche la legge elettorale che garantiva (come ora sostiene anche l'altro Matteo) di avere un vincitore certo la sera stessa delle elezioni politiche come in Francia e come i nostri sindaci.
Son le leggi elettorali sbagliate del tipo "porcellum" ideata da un leghista (il sig. 1 milione di emendamenti alla riforma Boschi) e sostenuta da Berlusconi come un voler avvelenare i pozzi dopo il loro fallimento e la ritirata anzitempo e...poi ora "sailamentano". per una diversa maggioranza garantita dalla Carta Costituzionale che con il proporzionale i governi non li scelgono i cittadini il giorno del voto ma i loro rappresentanti eletti alla Camera ed in modo diverso al Senato e che quindi, come è successo per "Italia Bene Comune" di Bersani e Vendola; vincere alla Camera e perdere al Senato e..poi per assurdo avere SEL all'opposizione e FI in maggioranza nel governo Letta.

7/11/2019 - 19:28

AUTORE:
Riccardo Maini sempre residente a MdA

Scusa, Lettore, la mia poca cultura politica ma nel pollaio, così si esprime il giornalista, oltre a Lezzi senatrice 5Stelle, a Buffagni deputato 5 stelle, a Di Maio ministro degli esteri 5 Stelle , Salvini senatore della Lega, quindi credo tutti deputati della Repubblica eletti dal popolo, mi sono permesso di aggiungere altri tre il senatore Renzi Italia Viva, e due gentili che non mi permetto di definire arnesi : Bellanova ministro delle politiche agricole alimentari e forestali e del turismo Italia Viva e Boschi deputata di Italia Viva.
Egr democratico condivido totalmente quanto dici sulla valutazione personale dei vari politici e sulle norme che regolano la scelta dei vari personaggi , ma non condivido il modo con cui è stato scritto questo articolo , il tono maleducato, offensivo per non dire oltraggioso non dovrebbe far parte dello stile di un giornalista che si ritiene di livello elevato, per cui per quella mia maledetta natura polemica ed estremamente libera ,quando trovo, sempre a mio personale parere, giornalisti critici oltre il limite della decenza che fanno dell'arroganza la loro arma sentenziatrice, non riesco a non dichiarare tutto il mio dissenso su alcuni concetti o dichiarazioni o affermazioni che non condivido, cosa che ho fatto inserendo politici che forse questo noto giornalista si era dimenticato, un modo per sollecitare una reazione, una critica che puntualmente si è verificata, perché come dice quel noto detto popolare si può scherzare e deridere i fanti ma non si deve toccare i santi; chiaro a chi mi riferisco?. Credo comunque di non aver fatto niente di particolarmente grave. Qualcuno forse avrebbe aggiunto altri nomi, ne vedo tanti altri, ma l'elenco potrebbe diventare troppo lungo e a molti potrebbe disturbare, specialmente se si inseriscono nomi che non sono dei 5 stelle o della Lega. Mi permetto di definire scherzosamente sacrileghe le affermazioni di Turani quando scrive che la sinistra dispone in quantità di personale politico di alto livello, con serie competenze amministrative, ma il gioco della politica fa emergere personaggi di terza categoria (Speranza ministro, via). Speranza ministro rappresenta il livello politico-intellettuale di tutto l'attuale governo . Mandare via lui e posso concordare vorrebbe dire mandare via questo disastrato governo e su questo condivido totalmente.

7/11/2019 - 17:58

AUTORE:
democratico

...il nostro Riccardo prova ad intervenire per lasciare una sua opinione politica, all'apparenza polemica, precisandoci e indicandoci di guardare "il dito e non la luna".
Ma il nostro dramma è e resta tale come descritto da G.Turani.
Aldilà delle opinioni personali, caro Riccardo, la selezione della nostra classe politica/dirigenziale è un dramma nazionale degli ultimi 20 anni. Non condividerlo o senza rendersene conto è più grave delle opinioni di ciascuno di noi sui "buoni o sui cattivi".
Possiamo disquisire sui nomi ma il problema resta serio, e le modalità di come eleggiamo i nostri rappresentanti alle istituzioni ha a che fare con le leggi elettorali che non siamo ancora riusciti a condividere politicamente a partire dalla "legge porcellum" prodotta a colpi di maggioranza e per convenienze di parte.

7/11/2019 - 16:36

AUTORE:
Lettore

Gli ultimi tre non sono giornalisti ma deputati della Repubblica eletti dal popolo.

7/11/2019 - 12:33

AUTORE:
Riccardo Maini sempre residente a MdA

Peccato che Giuseppe Turani si sia dimenticato elencando i nomi di Lezzi, Buffagni, Salvini e Di Maio quelli di Renzi, Bellanova, Boschi.Forse perché gli ultimi tre nomi sono i peggiori dei peggiori? Innominabili?.

7/11/2019 - 9:35

AUTORE:
Viaggiatore per caso

Abbiamo i migliori ( forse ) e ci becchiamo sempre i peggiori. Pensare che potremmo leggere, che so Mieli, Mauro, Lerner, Travaglio, Gramellini ecc. ecc. E invece ci tocca Turani o Puro, per non dire di Cerasa....Dura la vita del redattore...