none_o


Una mamma di un ragazzino di quindici anni residente nella provincia di Lucca scopre uno strano materiale sul cellulare del ragazzino. Non solo materiale pedopornografico ma anche immagini raccapriccianti di suicidi, mutilazioni, decapitazioni di persone o animali. La denuncia coinvolge una ventina di ragazzini in tutta Italia di cui il maggiore di 17 anni, sette adolescenti, tutti 13 enni. 

Lo disse anche il vecchio seg. UC Vecchiano del PDS: .....
Landini sono circa 10 anni che lo propone, sul modello .....
. . . come da proposta renziana:
l'elezione di un .....
. . . . . con i suoi riferimenti verso Berlinguer .....
Vernacoliamo
none_a
Interviste di Giulia Baglini
none_a
Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Di Guido Solvestri
none_a
Pisa, Giardino Scotto, 14 luglio
none_a
Convention Bureau di Firenze
none_a
Molina di Quosa, 11 luglio
none_a
Tirrenia, 12 luglio
none_a
Maigret sulle Mura
none_a
Tirrenia
none_a
Pisa, 9 luglio
none_a
Pontasserchio, 10 luglio
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
camp estivi
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Il sindaco Di Maio consegna le bandiere d'Europa e d'Italia alla scuola Mazzini

9/11/2019 - 17:18

 
Un gigantesco numero 50 d’oro sovrastava lo spazio dove è stato festeggiato l’anniversario della scuola primaria Mazzini di Pontasserchio. Con una cerimonia solenne alla presenza del labaro del Comune di San Giuliano Terme medaglia d’argento al merito civile, portato da agenti della Polizia Municipale al comando del maggiore Alessandro Guidotti, il Sindaco Sergio Di Maio ha consegnato le bandiere europea e italiana alla scuola.

 

Mentre veniva suonato l’inno Europeo il primo cittadino porgeva nelle mani della Dirigente dell’Istituto Gereschi di Pontasserchio Paola Ciccone la bandiera europea; a sua volta la passava all’insegnante responsabile della scuola primaria Lucia Arrighi.

 

Stessa procedura per la consegna della bandiera italiana con le persone tutte in piedi per l’inno d’Italia cantato brillantemente dagli  alunni/e della scuola. Il sindaco Di Maio, pontasserchiese di adozione, si è detto onorato di presenziare a questo evento e ha tenuto a precisare che la figlia più grande Francesca ha frequentato proprio quella scuola.
 
Nel saluto la dottoressa Ciccone dichiarava che sentiva il privilegio di dirigere un Istituto all’avanguardia come il Gereschi dove ha trovato un ambiente motivato e con insegnanti preparate. Chiudeva con un “Viva la scuola di Pontasserchio”.
 
Nelle prime file erano presenti Dirigenti Insegnanti e custodi che hanno fatto la storia della scuola Mazzini. Il dott. Andrea Famiglietti, per molti anni Direttore didattico e poi Dirigente dell’Istituto, ha preso la parola dicendo che non si trovava ospite in quella ricorrenza perché la scuola che aveva visto crescere giorno per giorno era diventata la sua seconda casa.
 
E’ salita sul palco per un saluto la Dirigente Lida Sacconi che per 15 anni ha tenuto la gestione del comprensivo Gereschi fino a passare il testimone a Paola Ciccone.

A suo agio si è trovata anche la Vice Sindaco Lucia Scatena che ha frequentato proprio quella scuola e dove ha mandato i suoi due figli.

Un saluto anche dall’assessore all’Istruzione Lara  Ceccarelli.

Un omaggio floreale dalle maestre in attività alle maestre in pensione presenti: Maria Balloni, Luigia Iodice, Enrichetta Cecchi, Giuliana Romei, Anna Corsaro; un saluto particolare alle insegnanti decane Carmela Righi e Franca Riparbelli che, come nota di curiosità, aveva avuto in quella stessa scuola Lucia Arrighi prima come scolara e poi come collega.

Presenti anche le custodi Fiorella Spinabella  e Elisabetta Chericoni per anni un riferimento per insegnanti  e alunni/e.

 

Si levava un lungo applauso quando sono state ricordate due insegnanti scomparse prematuramente Gabriella Soldani e Claudia Della Bartola e il maestro Roberto Del Chicca e Alessandra Papini.

Erano presenti ragazze e ragazzi ormai adulti, venuti a salutare con affetto le “vecchie” maestre.

 

Per i molti bambini e bambine presenti l’associazione “Il Girasole” aveva preparato  dei giochi coordinati dal presidente Giorgio Onida.

Molti i genitori presenti all'anniversario che per l’occasione avevano offerto un gradito rinfresco.

Sono state molte le foto scattate dal fotografo Luca Fruzzetti, di LucaF Studio- registrazioni.

Andranno a far parte dell’album dei ricordi per una giornata veramente particolare.

 
 

Fonte: Marlo Puccetti
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




10/11/2019 - 13:16

AUTORE:
Tommy

Mi sembra doveroso ricordare anche il grande lavoro della Segreteria e soprattutto di Giorgio, il Segretario, sempre cordiale competente e versatile che accoglieva chiunque e comunque con il suo sorriso smagliante e rassicurante.

10/11/2019 - 10:46

AUTORE:
Lolly

Ecco perché la scuola deve essere al centro dell'attenzione della società! E' il cuore pulsante del paese e intorno alla scuola ruotano le famiglie e le istituzioni...bisnonni nonni genitori tutti si commuovono perché la scuola regala da sempre momenti collegiali bellissimi e crescita culturale individuale!
Grazie a tutti gli operatori che si sono passati il testimone e ai bambini che sono sempre stati la colonna portante della collettività, e traghettarli nel futuro è un compito difficile ma pieno di grandi soddisfazioni!