none_o

 «Terremoti di intensità analoga a quella registrata nel Mugello, tra i 4 e 5 gradi della scala Richter, sono abbastanza frequenti nel nostro territorio e se ne contano una ventina nell’arco di un anno lungo tutta la Penisola. Sono definiti leggeri. Se, purtroppo, si verificano dei danni è perché gli edifici non sono stati costruiti in modo adeguato»...

P.A. (sezione di Migliarino).
none_a
A.S.B.U.C. di Migliarino
none_a
Piazza Garibaldi-Vecchiano
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
Delle persone come te mi piace l'entusiasmo, come .....
Mai dire mai.
Salvini, La Meloni, e Berlusconi .....
E chi lo vota sul Colle più alto di Roma ? Te ?
di Matteo Renzi: Sponsorizzato ⋅ Finanziato da .....
di Giuseppe Pierozzi
none_a
Racconto breve di: Giuseppe Pierozzi
none_a
RITROVATO A PISA L'ARON PIU' ANTICO DELLA TOSCANA
none_a
Libri ed altro.
none_a
Le squadre di Val di Serchio
none_a
ALLE OFFICINE GARIBALDI DI VIA GIOBERTI
none_a
SECONDA CATEGORIA.
none_a
Il CONI nazionale conferisce
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Alla cassa di un supermercato una signora anziana sceglie un sacchetto di plastica per metterci i suoi acquisti.
La cassiera le rimprovera di non adeguarsi .....
7mila 'sardine' contro Salvini:
Modena, piazza Grande si riempie di "sardine"

18/11/2019 - 23:12

Modena, piazza Grande si riempie di "sardine"

In settemila al flash mob sotto la pioggia per contestare l'arrivo di Salvini nella città emiliana per una cena elettorale.

I promotori: "Dedichiamo questa piazza a Liliana Segre".

Il pallavolista Ivan Zaytsev: "Ci teniamo che l'Emilia Romagna non si leghi. Punto".

Il tweet di Gentiloni: "Piovono sardine"

Modena, 7mila 'sardine' contro Salvini: "Questa è la piazza contro ogni discriminazione"

MODENA - Una piazza grande di "sardine".

Era prevista un'alta affluenza, nonostante la pioggia, al punto che la Questura stamattina aveva preferito spostare il flash-mob inizialmente annunciato davanti alla sinagoga. E infatti: in piazza Grande a Modena stasera si sono ritrovati in settemila per contestare la politica dell'odio e l'avanzata leghista in Emilia Romagna nel giorno dell'arrivo di Matteo Salvini in città per una cena elettorale in un ristorante lontano dal centro storico.

E' il bis del movimento delle "sardine" dopo i 12mila di Bologna giovedì scorso. "Modena non si lega", grida una piazza gremita. Poi da sotto gli ombrelli, parte il coro: Bella ciao. Jamal Hussein, studente universitario di Ingegneria, uno dei promotori, dedica la piazza a Liliana Segre. Non a caso. Qui a Modena in consiglio comunale metà dei consiglieri della Lega non si sono alzati in piedi per rendere omaggio alla senatrice sopravvissuta ad Auschwitz costretta alla scorta.

Jamal grida al microfono: "In Emilia non abbocchiamo, non ci facciamo prendere all'amo, eravamo dei perfetti sconosciuti e guardate cosa siamo riusciti ad organizzare, fateci un applauso". Applauso.
Migliaia in piazza a Modena contro Salvini: le sardine cantano Bella ciao

Parla Samar Zaoui, altra promotrice messa sotto accusa dal leader leghista per un post contro di lui: ("invocava il mio omicidio"): "Oggi tutti noi abbiamo vinto con il sorriso, con l'arte e con l'unione. Ci hanno criticato perché siamo giovani, perché non siamo creativi. Continueranno a criticarci. Ditemi voi: questa piazza è carente di creatività?". "Noooo", la risposta scontata.

Tra i partecipanti anche il pallavolista Ivan Zaytsev che gioca a Modena e in nazionale: "Ci teniamo che Modena e che l'Emilia Romagna non si leghi. Punto. Chiaro e semplice".Tanti i giovani con le sardine disegnate, molti i cartelli ironici: "Il Capitano affonda i barconi con l'uncino, è Capitano come Schettino".

Una signora mostra con orgoglio il suo pesce disegnato: "Sardina napoletana". Piove, la piazza agita gli ombrelli. "Loro queste cose non le sanno fare. Ci stanno guardando tutta Italia d Europa", continuano i promotori delle "sardine" antipopuliste che tallonano il leader della Lega nella sua campagna elettorale per il voto in Emilia Romagna il 26 gennaio.

E ancora: "Una volta ci facevamo la guerra, Salvini ci ha uniti.

Grazie a dio qualcuno si è svegliato", insistono gli animatori, mentre si continua a cantare Bella ciao. Si canta e si ascolta chi canta, per poi applaudire e gioire tutti insieme alla fine di ogni pezzo. Si sente anche qua e là "chi non salta un fascista è".
 
"Da Modena è arrivata la risposta che ci aspettavamo", la sintesi di Mattia Santori, uno degli organizzatori dell'evento di Bologna, il primo che ha dato il via alle altre piazze: prossima tappa, il 30 novembre quando Salvini sarà a Firenze. "Dopo aver promosso questa iniziativa a Bologna sapevamo che la risposta sarebbe stata di questo tipo. Certo, essendo un evento organizzato via social non sai mai se il virtuale si trasforma poi in reale. Certo, nonostante il maltempo erano in tanti"
Le "sardine" in piazza agitano gli ombrelli e gridano: "Modena non si lega"

Le reazioni
Stefano Bonaccini, il governatore in corsa per il bis, esulta: "Sotto la pioggia battente guardate quante sono le sardine in piazza Grande a Modena". "Nemmeno Modena abbocca alla propaganda della Lega. E 'il capitano' fugge davanti alle sardine che stanno tutte strette.

Libere. Grazie Modena" scrive su Facebook Anna Ascani, viceministra all'Istruzione.

E ancora il segretario del Pd Nicola Zingaretti: "Grandi! Anche a Modena una piazza piena di Sardine, evviva!".

"Modena. Piovono sardine" twitta Paolo Gentiloni, commissario Ue.

"Grazie Modena" commenta il Ministro della salute Roberto Speranza."

Io vedo che c'è gente contro ma in democrazia ci sta tutto", il commento del leader della Lega Matteo Salvini alla manifestazione.

"Io oggi ho passato la mia giornata incontrando aziende, agricoltori, operai. E poi c'è chi manifesta contro ma è il bello della democrazia. Basta che chi manifesta contro non istighi alla violenza e non minacci di morte, perché non ho ancora sentito le scuse di nessuno", ha concluso Salvini.

Fonte: La Repubblica.it
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




25/11/2019 - 14:36

AUTORE:
Sardinella

Intanto mi complimento per il pesciolino prescelto, è salutare non è in via di estinzione si consuma fresco o conservato è economico ed è riuscito a sfamare generazione di poveri...in più è intelligente perché ha capito fin da subito che ognuno da solo sarebbe stato sopraffatto ma che riunito in grandi banchi ce l'avrebbe sfangata!
Certamente ha sofferto l'emarginazione dei potenti e dei ricchi scialacquatori perché non l'hanno mai ritenuto degno di stare sulle loro tavole né tanto meno nelle loro mense ma è proprio grazie a questo che si sono salvati e ai giorni nostri possono vantare un posto nella piramide degli alimenti salutari.
Perciò care sardine adesso avete il compito di salvarci dalle mire losche del prepotente di turno e sicuramente, unite, ce la farete...anzi ce la faremo!

23/11/2019 - 19:32

AUTORE:
adriano

come diceva il Casani nella parodia della canzone di Celentano
Presinculounchilod'acciughe ahi ahi...le lische

22/11/2019 - 13:19

AUTORE:
Sardino (è meglio)

...gli Italiani erano precettati dalla cosiddetta "patria" dai Savoia e se non andavano fuori dalle trincee al grido di "avanti Savoia" venivano colpiti alle spalle dai carabinieri comandati.
Anch'io mi aspettavo di più dal nostro popolo e dai suoi governanti odierni, ma a noi non ci è toccato la cattiva sorte dei nostri nonni o padri anziani; patir la fame ed il freddo a casa e due guerre mondiali di cui si è vinto e perso con devastazioni immani e milioni di morti.

22/11/2019 - 12:46

AUTORE:
sgombero

Un teatro di burattini
Oggi dove questi teatri sono quasi estinti , si sono trasferiti nella politica . Burattini e burattinai con fili e senza . L’Italia purtroppo è diventata un paese dove non si conosce più la scenografia ( Tipo di società che vogliamo) oggi il teatro diventa argomento del giorno e i burattinai cambiano e con loro i burattini . Chi si definisce di sinistra chi di destra tutti camuffati bene, saltano da un partito all’altro . Parlano una lingua che è il politichese. Il teatro può essere televisione , piazze e ovunque l’importante è riempire il cappello di voti. Quanti mangiafuoco e quanti pinocchi e poi fate turchine e grilli parlanti , tante fiabe . Il pifferaio che vuol ripulire le città, senza mai dire chi sono quelli che vuol togliere e perché son qui . Gli spettatori vogliono sentirsi dire certi slogan per poi applaudire e dopo due giorni fischiare i soliti burattini . Burattini al governo, alle regione e alla fine nei comuni . Marionette che alzano un braccio senza sapere avvolte nemmeno dove sono a sedere e dimenticano persino il copione(programma elettorale) che gli ha consentito di partecipare al grande teatro della politica. Burattinai ( sindaci ) sempre pronti per farsi vedere per acquistare fama e tentare la scalata al grande teatro di Roma. Burattini che non sono nemmeno capaci di recitare il mia colpa, dei suoi partiti . Oggi la politica è questa e li spettatori sempre pronti con applausi e fischi spinti anche da mancanza di cultura e soprattutto ideali e valori . Ma nessuno vuol dire che tipo di società vuole . Una sceneggiatura difficile, perché il copione lo scrivano sempre i soliti conoscendo gli spettatori . Spero che un giorno qualcuno si svegli e mandi a quel paese questo sistema di me….. Il capitalismo il vero burattinaio, il grande mangiafuoco !

21/11/2019 - 17:34

AUTORE:
Lucio

“E’ chiaro che il pensiero dà fastidio, anche se chi pensa è muto come un pesce. Anzi, è un pesce. E come pesce è difficile da bloccare, perché lo protegge il mare. Com’è profondo il mare”.

20/11/2019 - 14:36

AUTORE:
Giovannino

Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco e il gatto mangia volentierissimo le sardine.

20/11/2019 - 13:06

AUTORE:
Estimatore di Mattia Santori &

...altrimenti poi ti trovi un bel platano appiccicato in piena faccia.
,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,
"Noi abbiamo risposto a un vuoto che c'era e a una ribellione latente che nessuno riusciva ad esprimere e abbiamo proposto un'alternativa". Abbiamo parlato con Mattia Santori, ideatore delle "Sardine".
Altre 40 piazze in tutta Italia sono pronte alla mobilitazione

Vedi video

➡️ https://youtu.be/ALJnRcXadZg

20/11/2019 - 9:53

AUTORE:
giovanni

Sardine, Forconi, Girotondi, Movimento per ... o Movimento contro ....... chi più ne ha più ne metta. In fondo du ore per dire "io c'ero" non mancano a nessuno. Ma poi ???? Tutti a casa !!! Il contributo alla Politica negli ultimi anni della gente è questo. Uno si sente apposto con la coscienza e due minuti dopo risono tutti a farsi i cavoli suoi. Caro Popolo o si MILITA in organizzazioni partitiche come recita la nostra Costituzione sennò, come sempre, durate il tempo di una curreggia. Comunque buon divetimento