none_o

Un lettore scrive un post al giornale lamentando un uso disinvolto del nostro litorale con comparsa di ombrelloni e sdraio, molta gente che prende il sole e fa il bagno, altri a fare le arselle. La polizia municipale, interpellata, riferisce che non può intervenire perché manca una delibera dell’Amministrazione che detti le regole da applicare sulla spiaggia.

 



Venerdì 5/6 alle 21 un incontro virtuale sulle bellezze del nostro territorio
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
si riprende da mercoledì 3 giugno, solo su appuntamento.
none_a
Centro di Raccolta di Vecchiano
none_a
Qualcuno sostiene che la Boschi è in realtà un anziano .....
. . . e giornalisti.
Non sempre sono Da-Cordo con .....
. . . . . . . . . . . . 1 perchè Renzi è un bagliniano. .....
Tanti saluti da parte di Franca al caro Sergio Mattarella. .....
Organizzazione Comune di Pisa
none_a
La Mossa del cavallo
none_a
MdS Editore
none_a
Siamo nuovamente aperti, per voi!
none_a
Sabrina Banti
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Misericordie d'Italia
none_a
Triste evento a Pontasserchio
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


di Marlo Puccetti
none_a
BRUNO FIORI, PRESIDENTE PISA OVEST
none_a
Si presentava alla gara con ben 27 atlete.
none_a
PISA OVEST
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Buona sera a tutti,
dopo il COVID 19, riprendiamo da dove eravamo rimasti, al 17 Febbraio 2020, quando all'imbrunire nella sede dell'ASBUC di Vecchiano .....
ANAGRAFE NAZIONALE ANTIFASCISTA
NO alle minacce contro gli studenti

25/11/2019 - 12:57

NO alle minacce contro gli studenti

ANAGRAFE NAZIONALE ANTIFASCISTA

Cara cittadina, caro cittadino, 
l’articolo 34 della nostra Costituzione dice che la scuola è aperta a tutti, sancendo un diritto per tutti di frequentarla senza distinzione tra chi la pensa in un modo o in altro.  E la scuola ha il dovere di formare i ragazzi, in modo magari anche severo, ma democratico, in cui la partecipazione è  un valore. Oggi rimbalza un po’ ovunque, la notizia di un insegnante che ha minacciato gli studenti che avrebbero partecipato alla manifestazione delle ‘sardine’ a Fiorenzuola, scrivendo che avrebbe reso loro la vita scolastica impossibile rendendo la sufficienza nelle due materie una chimera.

Poi sono arrivate le scuse ai giornali, la posizione per una volta netta del Ministero di immediata sospensione dell’insegnante e la presa di distanza della dirigenza scolastica e di nuovo le sue scuse sui social e ai giornali dell’insegnante: tardive ed inutili.
Mi chiedo a che punto siamo arrivati: i social sono diventati la piazza per dare libero sfogo alle posizioni di tifoso, dimenticando il ruolo formativo dell’insegnante all’interno, ma anche all’esterno della scuola. La partecipazione dei ragazzi ad un movimento libero, apartitico, spontaneo come quello delle cosiddette ‘sardine’ dovrebbe essere visto come un fatto positivo, magari commentato in classe per capire i bisogni di questi ragazzi, nel momento in cui ci si lamenta che i giovani non sanno più appassionarsi a niente, che disdegnano la politica, che forse si è troppo allontanata dalle piazze e da quella capacità di appassionare le persone. 
Ritengo che la sospensione sia un provvedimento giusto: gli uomini delle istituzioni, noi amministratori, e forse ancor di più coloro cui è affidato un compito così delicato come l’insegnamento debbano riflettere ancora di più quando fanno o dicono qualcosa: non si finisce mai al di fuori della scuola di essere esempio per i ragazzi. Così non è giustificato chi fuori dal lavoro sventola una bandiera della Repubblica Sociale Italiana, così non si può passare sotto silenzio chi minaccia ritorsioni contro ragazzi che partecipano ad una piazza non violenta e democratica. 
Chiedo a questo insegnante di accompagnare i ragazzi a Sant’Anna di Stazzema, da sospeso, per riconciliarsi ancor prima che con i suoi ragazzi, con se stesso, per comprendere a cosa porti una ideologia del pensiero unico in cui qualcuno può essere punito in una scuola per aver espresso un pensiero libero e democratico. 
La partecipazione è un diritto sancito dalla Costituzione: abbiamo bisogno di giovani che hanno voglia di essere protagonisti, che vogliono dire la loro, che vogliono far sentire il loro pensiero ed esprimere le proprie esigenze. Un insegnante dovrebbe essere orgoglioso di avere nelle sua classe ragazzi che hanno voglia di partecipare e imparare  per farsi una propria idea, per essere un giorno un miglior cittadino. Minacciarli è un segno della sua debolezza: li porti a Sant’Anna di Stazzema, saremo lieti di farci carico delle spese di viaggio. In questo piccolo paese di pochi abitanti, darà loro una lezione che ricorderanno per sempre: e la darà a se stesso. 
 






















Fonte: Il Presidente del Parco Nazionale della Pace Maurizio Verona
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: