none_o


Era nata per sosta di preghiera ai pellegrini che si recavano a Roma, poi per santificare la processione del Corpus Domini che dalla chiesa di San Ranieri vi si recava a messa e a festeggiare la giornata con bancarelle di dolciumi e  “coperte” per merenda sugli “aguglioli”. Poi, per la cattiva strada che aveva preso la bella strada, tutto si dissolse lentamente fino a che un gruppo di migliarinesi si diedero da fare per chiuderne il transito...

. . . . . . . . . . . . l'epidemia corona virus, .....
. . . si perchè di bullismo se ne parla solo se succedono .....
Quasi tutti conoscono il detto "chi rompe paga ed i .....
. . . o a Migliarino martedì?
Adnkronos Salute
none_a
Libri
none_a
Il sito degli "ARTISTI PISANI SCOMPARSI" per una significativa memoria culturale
none_a
Come Steve McCurry e l'afghana dagli occhi verdi nel 2002
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Per gli atleti pisani 19 medaglie
none_a
Le squadre di Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Pisa Bocce
none_a
Se fossi nata albero sarei cresciuta molto, almeno spero,

invece sono corta e mingherlina e accrescere è un mistero.

Mi è stata tolta l'occasione .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
Le aree naturali protette
none_a
di Renzo Moschini
none_a
Riserva del Chiarone
none_a
none_o
Vedi alcune foto e link - Alluvione Serchio: primo cedimento.

27/11/2019 - 10:01

 Vedi alcune foto della rottura arginale del 25/12/ 2009, dei primi lavori di ripristino arginale, del rinforzo con palancole dalla chiesa di Migliarino al ponte sull'Aurelia e l'allargamento dell'alveo del Fiume Serchio dai ponti di Migliarino alla località "dal Mori".

 

Vedi anche il link 
https://youtu.be/uMUnmKYQayc

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




29/11/2019 - 20:45

AUTORE:
Bruno Baglini

Era impressionante vedere dal cavalcavia autostradale quella falla che sempre più si allargava e vedere "pisciare" acqua sulla A 11 sembrava una scena da film....

Ero già pronto per la messa di Natale quella mattina di 10 anni fa.
La notizia mi arrivò dalla "vedetta" del piano di sopra di casa mia.
Dina Morroni, mia cognata, come suo zio Gino e la Imperia, cognata di Vando il panaio, sapevano tutto in tempo reale anche stando a casa e...quando mi sentii chiamare dalla finestra dissi: vai, ci risiamo è morto qualcuno che si conosce, oppure sta male-male.
Invece era il Nostro Serchio che era messo malissimo.
Cravatta e stivali e via di corsa in Via Di Piaggia al n°153 li c'era la Iliana, la mì sorella e famiglia in pericolo pensai; invece l'acqua va dove il terreno pende e li a 10 metri dal Serchio erano all'asciutto.
Come potevo rendermi utile? non con il gitto o un tappo di sughero...ormai.
Feci delle foto per il nostro; allora piccolo giornale VdS online (180/200 visite giornaliere) le spedivo via mail al direttore Paolo Magli alle sede della Nazione di Pistoia e dopo poco apparivano su FLASH VdS ma non in maniera seriale come ora, ma una foto/una notizia aggiornata e avanti notte e giorno seguente e con la concausa della mancanza di giornali cartacei del Natale e santo Stefano, la nostra Voce del Serchio dalle 200 visite giornaliere, passò a 3.300 e fu letta anche da Antonio Tabucchi dal Portogallo....salvate i miei libri ma prima salvatevi voi.

Ora siamo chiamati non a dare risoluzione definitiva perché se piove tre volte tanto sarà ancora dura; però investire sulla prevenzione è sempre stato meno costoso che riparare ai disastri avvenuti.
In quei giorni ognuno fece il suo ed anche di più.
Poi in seguito facemmo grandi assemblee di popolo con tecnici ben istruiti e...ricordo una mia proposta che all'epoca non disponendo dei mezzi e conoscenze di allerta attuali fu presa così e così, ma il prof Raffaello Nardi capo dell'Autorità di Bacino la prese subito per buona anche perché la prima cosa che disse nel consiglio comunale aperto a Vecchiano fu: è mancata l'informazione e non che ad essere informati si fermava la piena, però tanti beni e cose potevano esser salvate.
Tutto rimediabile se non ci son vittime? si!
Infatti ad ogni "disgrazia" la prima cosa che facciamo e veder se si muovono braccia e gambe, poi la macchina o il motorino si ricompra e via.
Però..un bell'avviso di pericolo si legge e si ascolta volentieri e la "cosa" che mi parve più immediata fu un avviso da parte delle autorità con il cellulare e...non mancarono le prime obiezioni.
No, ci vuole un giro con altoparlante, tre squilli di tromba o il suono delle campane.
Ricordo che andai anche da don Lido Batini che mi rispose: se alle due di notte mi avvertono per telefono
che il Serchio rompe gli argini, come le suono le campane? a doppio? tipo festa? a morto? o a martello e il tu' figliolo lo capisce il significato della scampanata anomala?
Quindi meglio avvisare tutti per telefono con messaggio chiaro e non "solo" il prete di paese.

Buon futuro a tutti noi ed affrontiamolo nel migliore dei modi e vinca la miglior proposta senza guardare da dove proviene il seme.
...si dice che la Torre di Pisa sia stata salvata da un "disegnino" di una bambina Indiana, quindi...