none_o

Se sul campo la guerra continua con le solite nefandezze sui nostri media nazionali appare sbiadita, superata da altri e più urgenti problemi, vecchi come il Covid e nuovi come la recente crisi politica. Oramai è un sottofondo e tranne per il pericolo Zaporizhzhia i nuovi morti e le nuove devastazioni attirano sempre meno l’attenzione dei media nazionali. Come i media anche la nostra psiche si adatta.

Angori Massimiliano
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
. . . era da pubblicare la presa per i fondelli fatta .....
Uno degli scambi di post più interessanti degli ultimi .....
Essere candidati non vuol dire essere eletti. Quest'anno .....
CHE VUOL DIRE: BRAVO BRUNO!
. . . . . . . . . . . .....


"Fra gli alberi" Opera pittorica di Patrizia Falconetti

di Matteo Renzi (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Renzo Moschini (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Renato Brunetta ministro
none_a
Coordinamento regionale Forza Italia Toscana
none_a
Incontrati per caso…
di Valdo Mori
none_a
POSTE ITALIANE
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Io, Medico (dr. Pardini e altri)
none_a
Vicopisano
none_a
"Cinema Sotto le Stelle" a Calci
none_a
BUTI
none_a
ANIMALI CELESTI
teatro d’arte civile
none_a
COMITATO PER LA DIFESA DI COLTANO (PARCO MSRM)
none_a
Capita che ci si perde in tempi lontani, dove niente fiorisce spontaneamente.
Ma la vita vive lo stesso
In zone diverse, con ritmi diversi.
Avevo .....
ASSEMBLEA PUBBLICA ASBUC DEL 21 LUGLIO 2022
Ricordiamo che il 21 Luglio 2022 alle ore 20, 30 presso la Sala Consiliare del Comune di Vecchiano, sita .....
di Sondra Cerrai
In merito al taglio dei contributi pubblici alla scuola dell’infanzia di Villa Borghini di Calci

1/12/2019 - 14:05

In merito al taglio dei contributi pubblici alla scuola dell’infanzia di Villa Borghini di Calci


“L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento. La Repubblica detta le norme generali sull'istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato”: l’articolo 33 è uno dei più belli della nostra Costituzione in primis perché sancisce che insegnare è un atto di libertà e in secondo luogo perché delimita il ruolo dello Stato riguardo all’istruzione pubblica e privata.  
Le scuole private, che spesso svolgono un ruolo importante per il territorio, non devono comportare “oneri per lo Stato”.

   A Calci l’amministrazione comunale ha deciso quest’anno di azzerare il contributo economico alla Scuola Materna Paritaria di Villa Borghini garantendo, tuttavia, sostegno ed una serie di facilitazioni per l’ampliamento dell’offerta formativa.  

Perché abbiamo deciso di attuare questo provvedimento? Perché grazie al lavoro delle passate amministrazioni adesso Calci ha una scuola pubblica ben funzionante, con cinque sezioni attive che riescono a coprire le esigenze del territorio. A Calci, caso più unico che raro del quale andiamo molto fieri, non esistono più liste di attesa per accedere alla scuola pubblica!  Quando il nostro Comune non riusciva a coprire tutte le domande dei genitori era giusto che desse un contributo economico a chi non fosse riuscito ad entrare in graduatoria per compensare, in parte, i soldi della retta. In quegli anni iscriversi alla paritaria era spesso una scelta obbligata e non libera: adesso questo obbligo non esiste più, adesso chi sceglie la paritaria lo fa per libera scelta. Questa è la differenza sostanziale con gli anni passati, differenza che l’opposizione finge di non vedere perché dovrebbe ammettere che questa realtà comunale ha lavorato bene, azzerando le liste di attesa per l’accesso alla materna.
La nostra amministrazione di Centrosinistra, coerente con i principi politici che la ispirano e con il dettato della carta costituzionale, ha deciso perciò di eliminare il contributo pubblico. 
Fare politica significare fare delle scelte, amministrare comporta decidere dove spendere i soldi dei cittadini: in questo caso abbiamo fatto una scelta coerente con i nostri principi e la rivendichiamo con orgoglio.
Il nostro obiettivo è quello di promuovere la scuola pubblica e di non perdere le sezioni di materna statale che faticosamente abbiamo attivato, sempre tenendo nel debito conto ogni istituzione formativa ed educativa che si muove sul nostro territorio, incentivandola con beni strumentali e non facendole mai mancare il sostegno, il dialogo e la vicinanza.
 

Fonte: Sondra Cerrai Presidente Commissione Istruzione, Cultura, Servizi Sociali, Sport e Politiche giovanili del comune di Calci
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri