none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
di Andrea Paganelli
none_a
PRESENTAZIONE DI Antonio Giuseppe Campo (per studenti e lavoratori fuori sede)
none_a
IL SEGRETARIO DE LLA SEZIONE DI SAN GI ULIANO TERME
none_a
Di Andrea Paganelli
none_a
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
di Sondra Cerrai
In merito al taglio dei contributi pubblici alla scuola dell’infanzia di Villa Borghini di Calci

1/12/2019 - 14:05

In merito al taglio dei contributi pubblici alla scuola dell’infanzia di Villa Borghini di Calci


“L'arte e la scienza sono libere e libero ne è l'insegnamento. La Repubblica detta le norme generali sull'istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato”: l’articolo 33 è uno dei più belli della nostra Costituzione in primis perché sancisce che insegnare è un atto di libertà e in secondo luogo perché delimita il ruolo dello Stato riguardo all’istruzione pubblica e privata.  
Le scuole private, che spesso svolgono un ruolo importante per il territorio, non devono comportare “oneri per lo Stato”.

   A Calci l’amministrazione comunale ha deciso quest’anno di azzerare il contributo economico alla Scuola Materna Paritaria di Villa Borghini garantendo, tuttavia, sostegno ed una serie di facilitazioni per l’ampliamento dell’offerta formativa.  

Perché abbiamo deciso di attuare questo provvedimento? Perché grazie al lavoro delle passate amministrazioni adesso Calci ha una scuola pubblica ben funzionante, con cinque sezioni attive che riescono a coprire le esigenze del territorio. A Calci, caso più unico che raro del quale andiamo molto fieri, non esistono più liste di attesa per accedere alla scuola pubblica!  Quando il nostro Comune non riusciva a coprire tutte le domande dei genitori era giusto che desse un contributo economico a chi non fosse riuscito ad entrare in graduatoria per compensare, in parte, i soldi della retta. In quegli anni iscriversi alla paritaria era spesso una scelta obbligata e non libera: adesso questo obbligo non esiste più, adesso chi sceglie la paritaria lo fa per libera scelta. Questa è la differenza sostanziale con gli anni passati, differenza che l’opposizione finge di non vedere perché dovrebbe ammettere che questa realtà comunale ha lavorato bene, azzerando le liste di attesa per l’accesso alla materna.
La nostra amministrazione di Centrosinistra, coerente con i principi politici che la ispirano e con il dettato della carta costituzionale, ha deciso perciò di eliminare il contributo pubblico. 
Fare politica significare fare delle scelte, amministrare comporta decidere dove spendere i soldi dei cittadini: in questo caso abbiamo fatto una scelta coerente con i nostri principi e la rivendichiamo con orgoglio.
Il nostro obiettivo è quello di promuovere la scuola pubblica e di non perdere le sezioni di materna statale che faticosamente abbiamo attivato, sempre tenendo nel debito conto ogni istituzione formativa ed educativa che si muove sul nostro territorio, incentivandola con beni strumentali e non facendole mai mancare il sostegno, il dialogo e la vicinanza.
 

Fonte: Sondra Cerrai Presidente Commissione Istruzione, Cultura, Servizi Sociali, Sport e Politiche giovanili del comune di Calci
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri