none_o

Ar Campo Sportivo (Partita accanita) 

 

 - Tonfani 'n pedata alla galetta!...

a me un me lo faresti sa!... pioppino.

Nato d'un cane, na fatto anco gambetta,…

lassa 'r pallone, rivogani un golino.

- O l'arbitro un lo vede?... fa trinchetta...…o mallegato, venduto, burattino...però ti becco doppo 'n bricichetta...ti sganghero, ti stronco, ti spicino...

La forza della storia, la visione del futuro
none_a
A.S.B.U.C. di Migliarino
none_a
Piazza Garibaldi-Vecchiano
none_a
Sezione Soci Coop Valdiserchio-Versilia
none_a
. . . . al di là di una decina scarsa di persone normali, .....
. . . mi ha telefonato or ora da Amsterdam, dicendomi .....
Aspettiamo von ansia che RENZI Matteo confermi la sua .....
Credo sia vergognoso che solo due esponenti della lega .....
di Giuseppe Pierozzi
none_a
Racconto breve di: Giuseppe Pierozzi
none_a
RITROVATO A PISA L'ARON PIU' ANTICO DELLA TOSCANA
none_a
Libri ed altro.
none_a
Pisa, 4 dicembre
none_a
Giovedì 5 dicembre alle ore 21.00
none_a
di Stelya Biagiotti
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Pontasserchio, 7 dicembre
none_a
Vecchiano, 1 e 8 dicembre
none_a
Pisa, 30 novembre
none_a
FIAB Pisa
none_a
Il punto di vista di Marlo Puccetti
none_a
Polisportiva Sangiulianese
none_a
Risultati 3a giornata
none_a
Il “Punto di vista” di Marlo Puccetti
none_a
Il Lonfo non vaterca né gluisce
e molto raramente barigatta,
ma quando soffia il bego a bisce bisce,
sdilenca un poco e gnagio s'archipatta.
È .....
Alla cassa di un supermercato una signora anziana sceglie un sacchetto di plastica per metterci i suoi acquisti.
La cassiera le rimprovera di non adeguarsi .....
Comune di Calci
Scuola paritaria: la replica dell'Amministrazione Comunale di Calci alla minoranza

1/12/2019 - 14:44

“Leggiamo da una presa di posizione della minoranza che la direzione della scuola paritaria di Villa Borghini avrebbe affermato che preferirebbe qualche centinaio di euro rispetto agli aiuti strumentali concessi dal Comune grazie alla convenzione”.

A parlare è l’Amministrazione Comunale di Calci dopo il comunicato stampa diffuso dalla lista di opposizione e inerente la scuola dell’infanzia paritaria di Cappetta.

“Non abbiamo alcun motivo per non credere alle parole dei consiglieri di minoranza che si fanno portavoce della direttrice della scuola, parole che ci lasciano però perplessi ed amareggiati per più di una ragione.  In primo luogo perché la convenzione a cui si riferisce la minoranza è il risultato di un incontro in Municipio tra amministrazione e direzione della scuola. Durante quello specifico incontro furono analizzati i termini della nuova convenzione (con riferimento al contesto del nostro territorio) che è stata condivisa, approvata e successivamente firmata da entrambe le parti.

Il Comune non ha certamente preso decisioni unilaterali ma le ha condivise e discusse alla presenza della dirigente della scuola che a sua volta ha firmato il documento. Firmare significa ancora condividere e accettare oppure vuol dire ritrattare successivamente? L’unico elemento di novità rispetto agli scorsi anni è il mancato contributo economico che il Comune riconosceva alla scuola paritaria in quanto la stessa consentiva eliminare le liste di attesa e di assorbire le domande di iscrizione dei bambini di Calci, domande che oltre 5 anni fa la scuola pubblica non riusciva a soddisfare.

Un disagio che ad oggi fortunatamente non sussiste più perché grazie al lavoro dell'amministrazione comunale, il paese di Calci può contare su 5 sezioni di scuola dell'infanzia pubblica, un patrimonio che intendiamo preservare e mantenere. I beni strumentali sono invece rimasti invariati perché crediamo fortemente nella qualità dell'offerta formativa. Inoltre, grazie alla convenzione col Comune, la scuola paritaria riceverà, come previsto per legge, risorse regionali oltre alle quote di iscrizione delle famiglie che scelgono di fare frequentare quella scuola ai loro bambini. Non c’è spazio per alcuna strumentalizzazione politica perché a parlare sono ancora una volta i fatti: la convenzione è stata firmata, le sezioni pubbliche assorbono il fabbisogno delle famiglie, il Comune, nel rispetto della volontà di coloro che scelgono altre scuole rispetto a quella pubblica, fornisce comunque beni strumentali, tali beni saranno garantiti così da non pregiudicare l'offerta educativa Respingiamo con forza le proposte di cui si fa carico la minoranza, consapevoli di aver agito con responsabilità, rispetto e senso di giustizia nella gestione delle risorse pubbliche.

Ribadiamo che è nostro dovere incentivare la fruizione della scuola pubblica verso la quale, visto il gran bisogno, indirizziamo le risorse comunali.

Fonte: Dott.ssa Francesca Franceschi Ufficio di Staff del Sindaco Comune di Calci
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: