none_o

In questo momento di pandemia siamo di fronte a molte Italie. C’è prima di tutto quella degli addetti alla sanità, impegnata in prima linea nelle corsie degli ospedali a difendere con affanno la salute dei cittadini e un modello di sanità che sembrava perfetto, ma che in effetti non lo era.Il progresso scientifico, tecnologico e farmacologico impone infatti di alimentare in continuazione le risorse da destinare alla salute per stare al passo ...


Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Siamo giunti quasi al termine dell'anno 2020 che a .....
. . . adesso per i soldi europei vuole assumere altri .....
. . . detto tra noi sono solo un brigante, non un .....
. . . non immaginerebbe mai.
Ho sentito un "uccellino" .....
POSTE ITALIANE
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Recupero delle opere d'arte
none_a
Il Gruppo guidato da Matteo Del Fante ha ricevuto il riconoscimento per la categoria “Grandi imprese FTSE MIB”
none_a
Progetto Libri
Ass. culturale La Voce del Serchio
none_a
di Simona Fruzzetti
none_a
Primo corso online di scrittura per la scena
none_a
San Giuliano Terme
none_a
A breve in libreria
none_a
di Lorenzo Tosa
none_a
Per effetto del DPCM del 3 novembre 2020
none_a
Quarantesimo della morte del Cav. Vittorino Benotto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Natale 2020

Un angelico coro sopra la capanna
l'amore sviscerato della mamma
il calore del bue e dell'asinello
il vagito del dolce Bambinello
le .....
E' semplice: positivo al 1° e 2° tampone. . dopo 21 gg la asl mi dà la liberatoria. Al 23° giorno, per mio scrupolo, e da privato. . effettuo 3° .....
San Giuliano Terme
L'intervento del sindaco Di Maio in occasione del funerale di Duilio Cordoni

2/12/2019 - 17:09

2 dicembre 2019  

L'intervento del sindaco di San Giuliano Terme, Sergio Di Maio, in occasione del funerale di Duilio Cordoni, partigiano della brigata "Nevilio Casarosa", al Parco del Partigiano "Uliano Martini" sulla via dei Condotti di Asciano.

Quando muore un partigiano è sempre un momento molto triste per una comunità.
Sappiamo che un pezzo di noi e della nostra storia è andato via e non tornerà mai più.
La nostra comunità, in particolare, si fonda su princìpi e valori per i quali persone come Duilio Cordoni hanno lottato, garantendoci un futuro di pace. Futuro che è passato anche da qui, dai nostri monti e dalle nostre frazioni.

 

Ho avuto l'onore di incontrare Duilio diverse volte in passato, anche da sindaco.
Ma sono particolarmente orgoglioso di averlo potuto salutare l'ultima volta proprio qui, la scorsa primavera, quando abbiamo intitolato il nostro Parco del Partigiano a Uliano Martini, altro uomo straordinario.

Non va dimenticato che Duilio Cordoni ha contribuito al riconoscimento che portiamo con orgoglio a ogni iniziativa istituzionale: la Medaglia d'argento al merito civile, che il Comune di San Giuliano Terme ha ricevuto lo scorso anno per mano del Presidente della Repubblica con una motivazione che non mi lascerà mai indifferente: la nostra comunità, in quella tragica estate del '44, "...nonostante le razzìe, i rastrellamenti e le uccisioni indiscriminate ad opera dei tedeschi, diede prova di un ammirevole spirito di resistenza e di straordinarie virtù civiche, ispirati dai più alti ideali di libertà e di democrazia".

Oggi rivolgo un grande abbraccio alla famiglia Cordoni, ringraziandola per aver contribuito a far radicare la sua storia anche attraverso i tanti incontri che Duilio ha avuto con i ragazzi delle scuole, a cui ha raccontato cosa volesse dire, a soli 17 anni, combattere per la libertà sui Monti Pisani nella brigata "Nevilio Casarosa".

Adesso, più che mai, tocca a noi. Adesso siamo davvero rimasti soli nella lotta per conservare la libertà e far vivere quegli ideali di pace e democrazia sui cui si fonda la nostra società.

Mi è capitato di leggere che, quando muore un partigiano, sui monti che hanno fatto da sfondo alle sue battaglie per la libertà nasca un fiore.
Mi piace credere a questa spiritualità viva e radicata dentro al nostro sentire e al nostro agire. Soprattutto di chi, come noi, è chiamato a


    
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: