none_o

Servono forse convegni interminabili, ospiti illustri e location spaziali per ottenere partecipazione e divertimento? Servono mezzi illimitati, spazi dedicati, progetti faraonici per riunire persone e Associazioni per un progetto comune di alto livello? Talvolta, come è successo questo sabato, basta un piccolo spazio ed una piccola occasione per ottenere risultati eccellenti e oltre ogni aspettativa. 

Si sa che Colombo, il suo uovo, l'ha rotto!

Ma .....
Come spesso succede nessuno ci aveva pensato ( nemmeno .....
sicuramente la strizza in emilia romagna l'hanno sia .....
. . . . . . . . . . . . . per nascondere la strizza. .....
L'Associazione "La Voce del Serchio" ed MdS Editore
none_a
Abbracci e baci, il contesto emotivo influenza la gestualità sociale
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso
di Valdo Mori
none_a
A Palazzo Roncioni
none_a
Volterra, 9 febbraio
none_a
Poste Italiane
none_a
Pisa, 31 gennaio
none_a
San Giuliano Terme
none_a
Pisa
none_a
FIAB Pisa
none_a
Con le “De Soda Sisters”
none_a
CSI Pisa
none_a
Le squadre di ValdiSerchio
di Marlo Puccetti
none_a
CSI -Centro Sportivo Italiano
none_a
Le squadre di ValdiSerchio
di Marlo Puccetti
none_a
Nella notte fredda e bianca
la Befana un poco arranca
urge ormai di farsi l'anca
e per questo sembra stanca.

Befanotto suo marito
è davvero inviperito
dice: .....
Buongiorno, abito in Via Paganini a Colignola, quotidianamente percorro le strade bianche nelle vicinanze fino ad arrivare ad Asciano, lungo i condotti. .....
Riserva del Chiarone
none_a
SR-domenica 26 gennaio
none_a
di Moschini
none_a
San Giuliano Terme
9 dicembre, al via la messa in sicurezza del Parco dei Pini

3/12/2019 - 12:15

Lunedì 9 dicembre inizieranno i lavori di messa in sicurezza del Parterre, il Parco dei Pini, appunto, nel centro di San Giuliano Terme. Tutto è iniziato con la valutazione del rischio associato a un esemplare di pino caratterizzato da un'inclinazione del fusto piuttosto pronunciata. Contestualmente, i tecnici hanno valutato la potenziale pericolosità anche delle altre piante presenti, soprattutto quelle più vicine agli edifici o alle infrastrutture. "Purtroppo - spiega l'assessora all'ambiente, Daniela Vanni -, il bilancio finale è stato di quattro esemplari di pino da abbattere. Meteo permettendo, i lavori per la messa in sicurezza dell'area inizieranno lunedì 9 dicembre e proseguiranno per alcuni giorni. L'intervento è complesso, sia per la dimensione delle alberature da abbattere, sia per il contesto caratterizzato da spazi di manovra contenuti e a ridosso delle abitazioni. Le condizioni al contorno impongono l'intervento di personale specializzato anche in 'tree-climbing', una particolare tecnica di arrampicata sugli alberi molto utile in situazioni dove l’abbattimento incontrollato potrebbe causare danni a cose o persone. Abbattere esemplari così imponenti non fa certo piacere, ma dobbiamo pensare al bene della comunità, e le valutazioni tecniche hanno evidenziato criticità ineludibili, tanto che anche la Soprintendenza ha espresso parere favorevole. Valuteremo se sarà necessario fissare altre date successivamente per completare i lavori. La Soprintendenza ha specificato che i quattro pini dovranno essere sostituiti con altrettante piante: è ciò che predisporremo con un successivo provvedimento". Durante le operazioni di abbattimento l'accesso al parco sarà comunque garantito, seppur con alcune limitazioni: verrà delimitata l'area intorno alla "baracchina", mentre l'accesso consigliato è quello lato Statale Abetone, utilizzando il ponticello. L'ingresso lato vicolo Corto sarà invece chiuso. Ai residenti sarà ovviamente consentito l'accesso alle proprie abitazioni. "Questo intervento rientra in un programma di messa in sicurezza più ampio e articolato, che abbiamo portato avanti e completeremo in questo secondo semestre del 2019 - conclude il Sindaco Sergio Di Maio -. Un programma che prevede il completamento di interventi di messa in sicurezza, potatura e riqualificazione, per un totale di circa 120 mila euro, molti dei quali progettati in seguito a segnalazioni da parte dei cittadini. Una volta completati gli interventi in programma, speriamo che il clima ci assista e ci consenta di dedicarci finalmente ai tanti progetti di piantumazione e riqualificazione in programma per il 2020".
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: