none_o

Un lettore scrive un post al giornale lamentando un uso disinvolto del nostro litorale con comparsa di ombrelloni e sdraio, molta gente che prende il sole e fa il bagno, altri a fare le arselle. La polizia municipale, interpellata, riferisce che non può intervenire perché manca una delibera dell’Amministrazione che detti le regole da applicare sulla spiaggia.

 



Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Mascherine, le prime dieci in edicola fino al 15 giugno
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Qualcuno sostiene che la Boschi è in realtà un anziano .....
. . . e giornalisti.
Non sempre sono Da-Cordo con .....
. . . . . . . . . . . . 1 perchè Renzi è un bagliniano. .....
Tanti saluti da parte di Franca al caro Sergio Mattarella. .....
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


di Marlo Puccetti
none_a
BRUNO FIORI, PRESIDENTE PISA OVEST
none_a
Si presentava alla gara con ben 27 atlete.
none_a
PISA OVEST
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Buona sera a tutti,
dopo il COVID 19, riprendiamo da dove eravamo rimasti, al 17 Febbraio 2020, quando all'imbrunire nella sede dell'ASBUC di Vecchiano .....
Città di Pisa
Più auto e meno bici: la destra non smentisce le proprie visioni retrograde

10/12/2019 - 16:37

Più auto e meno bici: la destra non smentisce le proprie visioni retrograde


Se c'è una cosa che abbiamo capito in questo anno e mezzo è che chi governa la città non crede che ci sia il cambiamento climatico o, comunque, non gli interessa affrontarlo. Non solo lo hanno dichiarato in consiglio comunale per bocca dell’Assessore Bedini, ma ogni occasione è buona per incentivare l’uso dell’auto privata. E naturalmente, ora che siamo vicini a Natale, vogliono confermare la sosta gratuita, incentivando il ricorso alla macchina con l’idea (sbagliata) di sostenere il commercio in occasione delle feste.

Purtroppo ce lo aspettavamo: temevamo che nemmeno i dati sull'inquinamento dell’aria, che d’inverno raggiungono i valori peggiori, avrebbero allarmato questa giunta, la quale evidentemente non è interessata nemmeno alla tutela della salute dei cittadini.

Come se non bastasse, oltre ad incentivare l’auto privata, hanno deciso di togliere le rastrelliere per le bici da Borgo, spostandole nei vicoli vicini per questione di “decoro”. Come se fossero le biciclette e non le auto a devastare le nostre città.

Queste misure, tra l'altro, sono del tutto dannose anche al commercio: già oggi di posti liberi nei parcheggi non se ne trovano, anche se sono a pagamento. Il risultato di questa scelta non sarà quindi di dare possibilità a più persone di raggiungere il centro, ma di ingolfare ancora di più il traffico. Se si voleva davvero centrare questo obiettivo si potevano rendere gratuiti, e potenziare, i collegamenti con bus e navette tra i parcheggi scambiatori e il centro.

No, il messaggio è un altro e chiaro: ognuno è libero di fare come gli pare, inquinare quanto gli pare, mettere a repentaglio la sicurezza degli altri quanto gli pare (è noto che il traffico automobilistico è tra le principali cause di patologie e di incidenti anche mortali nelle città!).

La nuova Pisa si conferma fuori dalla storia, isolata dall’Europa, inquinata e pericolosa. Un anno di intense manifestazioni che chiedono di uscire dall'economia dei combustibili fossili, i dati sui danni alla salute causati dall'inquinamento dell'aria usciti recentemente sui giornali, non scalfiscono convinzioni granitiche. A fronte di questo la mozione sull'emergenza climatica approvata in consiglio comunale all’unanimità, risulta solo triste ipocrisia.


Ci chiediamo, ad esempio, cosa mai potrà scrivere questa amministrazione nel nuovo Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile, quando nel Bilancio previsionale programma soprattutto parcheggi.Serve un cambio drastico di rotta, per il pianeta e per la qualità della vita dei cittadini, ma nel frattempo siamo costretti a chiederci se dovremo cominciare a procurarci le mascherine per girare in città.

 

Diritti in comune: Una città in comune, Rifondazione Comunista, Pisa Possibile





Fonte: Tiziana Nadalutti
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: