none_o

 

 

Una chiacchierata con Gabriele Santoni. Martedì 29 settembre, alle ore 17, l’Associazione dà appuntamento all’ex asilo di Molina di Quosa, per discutere di nuove povertà, con interventi di Maurizio Iacono, Armando Zappolini, Emanuele Morelli e Francesco Corucci, coordina Francesco Bondielli.

Settembre, tempo di passeggiate.
none_a
#NotiziedalComune #EstateVecchianeseInsiemeaDistanza
none_a
AVVISO
none_a
. . . si fanno proposte al contrario?
Velocizzare .....
Ma se il Serchio facesse una piena seria con tutto .....
E' APPENA USCITO IL SOLE
SIAMO IN DIVERSI CHE PARLIAMO .....
. . . qui se c'è qualcuno che scappa mi pare che tu .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
SPECIALE FINALMENTE DOMENICA!
none_a
Casa Nannipieri Arte
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
none_o
Un viaggio nel tempo.

17/1/2020 - 16:04


La carovana di un ricco mercante ebreo, amico di Erode, sta attraversando il deserto tra la Giudea e l'Egitto, scortata da una squadra di legionari romani. Questi trovano nel deserto, legata ad un palo, una giovane donna e, vincendo l'opposizione del mercante, la prendono sotto la loro protezione insieme ad un gruppo di ebrei, tra i quali c'è un neonato sfuggito alla strage ordinata da Erode.

Con l'aiuto della donna che adesca il giovane legionario Fabio mentre questi è di guardia all'accampamento, il mercante riesce a mandare un messaggio al re per avvertirlo che gli ebrei, che si sono uniti alla carovana, portano in salvo un neonato. I soldati di Erode accorrono immediatamente, ma la donna, già pentita dell'aiuto dato al mercante, riesce a far fuggire alcuni ebrei col bambino. Si accende una violenta battaglia tra i romani e le guardie di Erode; viene ucciso Fabio e con lui la donna che, prima di moIrire, confessa il suo amore per il legionario. Ella ha contribuito a salvare quel neonato, che è il Messia, ed il suo gesto, espressione di un animo rigenerato, l'ha redenta.
Il film intreccia fra l’altro i conquistatori romani con i ribelli sahariani e la Sacra Famiglia in fuga in Egitto.


E allora?

Cosa c’incastra una storia romano-ebraica, profano-sacra e amorosa-avventurosa con questo giornale?
Andate avanti e lo scoprirete:
è un  film, La peccatrice del deserto, anno 1959 , genere drammatico.
Interpreti: Ruth Roman, Akim Tamiroff, Arnoldo Foà, Otello Toso
Regia Gianni Vernuccio, Steve Sekely.
Paese: Italia, Durata: 85 min


Con  la carnale e mediterranea Ruth Roman (Jezebel),   Vernuccio rivela la straordinaria capacità di ripresa in tempi brevi e con grande spirito di adattamento, dato che il film è girato e montato  in 40 giorni, ma che ora è scomparso dalla distribuzione per il fallimento della casa  americana Rko che ne aveva i diritti. Tutta l’idea che oggi si può avere di questo film, al momento perduto, viene da 600/700 fotogrammi riversati in un fotoromanzo con lo stesso titolo.
Siamo ancora lontani dall’accostamento promesso, ma non guardate solamente la foto di copertina  e le altre a colori dove si vedono tende, mare e dune, ma arrivate alle ultime due in bianco e nero.


O chi sono quei giovani non romani e neanche arabi, accanto alla tenda dove c’è un legionario con la spada e in posa con la bella Ruth?
Il giovane è Renato Moncini e le ragazze sono amiche migliarinesi e il posto è BOCCA di SERCHIO!
Torna tutto ora?
Giovani allora curiosi di veder girare un film, io ora curioso tanto da aver chiesto a Renato se avesse foto del suo periodo marino-migliarinese in Bocca ed ora spero di aver incuriosito anche i lettori.


Grazie Renato, lontano, ma non il pensiero Tuo per casa tua e il nostro per Te… e poi cosa è un oceano?

Una pisciata un po’ più grossa!
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: