none_o

 
 
 

Una conversazione con il filosofo Sebastiano Maffettone riscritta in forma di lettera. Il Coronavirus ha aumentato la consapevolezza della nostra fragilità. L’idea della vulnerabilità e della morte dell’intera umanità è distruttiva, ma può farci recuperare l’idea che siamo esseri umani che appartengono alla stessa specie.

COMUNICATO STAMPA FORUM TOSCANO
REGIONE TOSCANA. .....
Mettetevela la mascherina, magari esteticamente ci .....
Il negazionismo di alcuni politici è assimilabile .....
. . . . . . . . . . . . . per interesse fazioso o .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Le squadre di ValdiSerchio
di Marlo Puccetti
Pontasserchio asfalta la Bellani

24/1/2020 - 9:32


San Giuliano domenica ritorna alla vittoria ma perde il recupero del mercoledì
 
Migliarino Vecchiano non va oltre il pareggio
 
Pappiana stenta con la seconda in classifica
 
Pontasserchio asfalta la Bellani 

 
San Giuliano in trasferta si prende tre punti sull’ultima della classe. La partita però è stata meno facile del previsto.

Il Portuale Guasticce non aveva niente da perdere e quindi se giochi allo sbaraglio metti in crisi una squadra ordinata come il San Giuliano.

In una giornata gelida e vento forte, campo in terra battuta, nel primo tempo i termali non riuscivano ad andare in gol nonostante i tentativi di Bandini e Micheletti. Nella ripresa al 53° sbloccava Monacci correggendo un colpo di testa di Brogni. Venti minuti dopo Puliti subiva un fallo in area ed era lo stesso giocatore dal dischetto a battere il portiere del Guasticce.
Ultime notizie.  Nel recupero di mercoledì sera contro la Geotermica, partita rinviata per il maltempo, il San Giuliano stava vincendo dopo un colpo di testa di Vestri. Ma all'83° per una distrazione della difesa la Geotermica trovava il pareggio. Sul fischio finale la beffa per i termali. Al 95° i padroni di casa si prendevano tre punti ormai insperati. Domenica in casa i ragazzi di Mister Timpani ospiteranno il Castiglioncello secondo in classifica.
 
Il Migliarino in casa ferma il Folgor Marlia sul 2 a 2. Erano gli ospiti ad andare in vantaggio nel primo tempo. Nella ripresa i vecchianesi partivano meglio, forti della superiorità numerica dopo l’espulsione di un giocatore ospite. Al 60°il pareggio,  cross di Montanelli sul secondo palo dove Pardi di testa non sbagliava. I migliarinesi andavano anche in vantaggio sulla punizione di Andreotti per un fallo grave su Baroni. Un episodio di comportamento scorretto scaturito dal fallo; il n.13 Viviani si avvicinava per chiedergli scusa ma era invece un pretesto  per provocarlo  assestandogli un pizzicotto e un pestone sul quale reagiva Baroni con un allontanamento con la mano, il folgorino si buttava a terra e l’arbitro espelleva Baroni. Sul 2 a 1 potevano osare di più ma ecco che arrivava il fallo di mano plateale di Malfatti in area di rigore; il Folgor Marlia dal dischetto pareggiava definitivamente la partita. Domenica partita contro il Filettole ultimo in classifica ma i derby hanno la loro storia.
 
Il Pappiana affronta il Treggiaia e alla fine si accontenta del pareggio. La partita iniziava con una certa vivacità e i padroni di casa erano consapevoli di avere davanti una squadra con ben altri obiettivi in campionato.

Alcune decisioni arbitrali di Cravini della sez di Livorno stavano creando del malumore tra i giocatori.

Il capitano del Pappiana Jari Giualacci forte della sua lunga militanza e esperienza calcistica chiedeva ogni volta chiarimenti anche perché il regolamento permette che il capitano possa interloquire con l'arbitro. Forse l'arbitro lo aveva interpretato come una eccessiva ingerenza nelle sue scelte e nasceva nei confronti di Giuliacci una certa diffidenza che poi si sarebbe concretizzata con una ammonizione.

Al  20° arrivava l'increscioso errore di Sapio che per anticipare un avversario che arrivava di spalle insaccava nella propria porta.

I pappianesi non si perdevano d'animo e al 27° su cross di Vivaldi,  il solito Sbranti  al volo tirava in porta agganciando il pareggio.

Nella ripresa succedeva poco anche se il Treggiaia rimaneva in dieci e alcuni tiri insidiosi degli ospiti venivano vanificati dalle prodigiose parate di Mirko Ceccherini con cui si era reso protagonista anche nel primo tempo.

Nel frattempo per richiami ad alta voce verso l' arbitro dalla panchina del Treggiaia Cravini si avvicinava alla stessa espellendo uno dei dirigenti. La cronaca ferma l'immagine alla fine della partita dove nella zona prospiciente gli spogliatoi i giocatori del Pappiana manifestavano il proprio disagio verso l'arbitro colpevole secondo loro di averli trattati in malo modo. L'arbitro dalla porta del proprio spogliatoio escludeva ogni tipo di intolleranza nei loro confronti dicendo che non dovevano rischiare falsa testimonianza perché lui aveva solamente applicato il regolamento. Domenica prossima difficile trasferta sul campo del Laiatico primo in classifica.
 
Il Pontasserchio nel derby che potremmo definire di Via San Jacopo si sbarazzano della Bellani con un sonoro 4 a 1. Protagonista è Antonio Di Bianco con un assist e due reti. Già al 5° si portavano in vantaggio su assist di Corucci verso Granford che non fa altro che appoggiare in porta. Al 20° il raddoppio nasceva da Fiaschi che vedeva libero Di Bianco che a tu per tu con il portiere Garzella lo superava  facilmente con un tiro repentino. Poco dopo gli ospiti accorciavano le distanze con Tranquillo che calciava forte trovando la deviazione di Franchi che spiazzava l'incolpevole Cecchetti. Arrivava la raffica delle occasioni; prima un palo di Di Bianco, poi una traversa di Fiaschi, ancora il generoso Di Bianco  che passava  a Granford in migliore posizione ma in palese fuorigioco. Al 20° della ripresa la terza rete dell'onnipresente Di Bianco che agganciava un filtrante di Granford e con un piattone il bomber scuoteva la porta avversaria. A dieci minuti dalla fine Bongiorni raccogliendo l'assist di Di Bianco trafiggeva Garzella con un colpo di testa. Domenica prossima, con l'inizio per la terza categoria del girone di ritorno, la prova del nove per i ragazzi di Mister Tamagno che in casa se la vedranno contro la capolista Selvatelle già battuta nella finale provinciale per la Coppa Toscana. 

 
Nelle foto in primo piano Davide Monacci del San Giuliano, Antonio Di Bianco del Pontasserchio e la foto aggiornata della squadra del Pappiana.

 
 

 
 

    
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




24/1/2020 - 22:15

AUTORE:
edoardo

Concordo con quello che ha scritto Puccetti sul Pappiana e forse c'è andato leggero. L'atteggiamento dell'arbitro verso i pappianesi ma anche verso il Treggiaia è stato intollerante, non ascoltava nessuno. Ho sentito che l'arbitro a Giuliacci che era il capitano ha risposto male. Vicino allo spogliatoio c'è stato uno scambio di vedute ma non ero vicino e non sentivo e poi dall'articolo di Puccetti ho capito cosa si erano detti. Ci vogliono arbitri rispettosi che rispettano il lavoro altrui anche se è una partita di pallone