none_o

 

 

Una chiacchierata con Gabriele Santoni. Martedì 29 settembre, alle ore 17, l’Associazione dà appuntamento all’ex asilo di Molina di Quosa, per discutere di nuove povertà, con interventi di Maurizio Iacono, Armando Zappolini, Emanuele Morelli e Francesco Corucci, coordina Francesco Bondielli.

Settembre, tempo di passeggiate.
none_a
#NotiziedalComune #EstateVecchianeseInsiemeaDistanza
none_a
AVVISO
none_a
. . . si fanno proposte al contrario?
Velocizzare .....
Ma se il Serchio facesse una piena seria con tutto .....
E' APPENA USCITO IL SOLE
SIAMO IN DIVERSI CHE PARLIAMO .....
. . . qui se c'è qualcuno che scappa mi pare che tu .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
SPECIALE FINALMENTE DOMENICA!
none_a
Casa Nannipieri Arte
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
none_o
Iucca via! (si disse)

27/1/2020 - 9:05





Aver cercato di estirpar la yucca
è come mungere il toro invece della mucca.
Ruspe trattori e tanta gente
a far un lavoro senza arrivare e niente.
Perché? solo perché viene da lontano, la yucca?

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




27/1/2020 - 11:35

AUTORE:
Bruno della Baldinacca

...il ginepro coccolone essendo autoctono doveva ritornar padrone del proprio territorio, si ma dopo che è riapparso sulle dune.
Negli anni /60/70 Gioiello Orsini e poi dopo Emilio Spinesi fecero in buona fede i tentativi di fermare il disastroso dissesto causato da un enzima "ficcato" nelle nostre prime lavatrici elettriche che quel "troiaio sconosciuto" andando in mare poi ritornava con aerosol distruttivo fino al vivaio di piante di Giampiero del Masoni.
La jucca, l'olivonus e le tamerici galliche furono messe come frangivento e senza protezione come poi fu fatto dall'Oasi 1 fino la Bufalina dalla giunta Spinesi con l'allora bella cifretta di 220 milioni spiccioli e con il tentativo di lunghe file di stipa morta per fermare il vento letale per proteggere il pino d'Aleppo, l'olivonus ed altre frangivento.

A distanza di anni si è visto che aveva ragione il dottore agrario di Viareggio (che non ricordo il nome) ma sosteneva già a quel tempo che la natura lo sa da se come fare e che la prima protezione erano le piante grasse che poi tanto grasse non sono ma hanno il potere di fermare la sabbia alzata dai venti di libeccio e più si innalza la duna, più loro alzan la testa e vedendo la prospettiva dal ciglio del mare, non esistono alti fusti in prima fila (come nelle foto, i primi sdraiati o in ginocchio, poi i più grandi dietro)

...però si e visto che l'ameriana jucca non traversa la via del Balipedio perché le piante ad alto fusto la mettono "in ombra" e schianta!
Quando vidi i cartelli messi dal Parco con relativa spesa di euro 52mila per estirpare "l'infestante" giglio di Firenze come la chiamano alcuni la jucca gloriosa; dissi che eran soldi buttati via perché i rizomi poi risorgevano a Pasqua di ogni anno.
Certo, se eran pioppi, poi da vecchi facevano i pioppini, le querce i morecci...ma...fra le jucche si trovano: le morchelle rotunde, le rosselle, i cantharellus lutescens, i grasselli, i finferli, e...bellissime fioriture bianche fuori stagione; tutti i nuoci non vengon per male.

27/1/2020 - 10:54

AUTORE:
Meneghino

Se la yucca producesse qualche succulenta zucca
o potesse essere pascolo o foraggio per la mucca
gli si farebbe un'accoglienza più che fragorosa
perché si propaga facilmente e non è pretenziosa.
Per togliercela dalle palle serve tanto sale nella zucca!

27/1/2020 - 9:42

AUTORE:
Argene

Ma guarda un po' te se dall'America Latina
si deve subì una pianta sì fetente e meschina.
Ci si lamenta degli stranieri che non son turisti
perché considerati fardelli o gravosi acquisti.
Meglio il ballo latinoamericano che la yucca americanolatina!