none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Riccardo Maini (vedi risposta al sig. Bertelli)
none_a
Comunicato congiunto FdI, Lega, FI.
none_a
“Interrogazione del consigliere provinciale Roberto Sbragia”
none_a
Ripafratta, 25 maggio
none_a
di Fabiano Corsini
none_a
Prato
none_a
Dal 17 al 19 Maggio ore 10.00 - 20.00
none_a
Forum Innovazione di Italia Economy" II EDIZIONE
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Assemblea Italia Viva, Gualtieri un vero signore

2/2/2020 - 14:09


Assemblea Italia Viva, Gualtieri un vero signore

“ E se riusciremo a consolidare la stabilità del governo che da questa giornata esce rafforzata, potremo raggiungere gli obiettivi”.


Questo il giudizio di Gualtieri sull’assemblea di Italia Viva. Una espressione che faremo fatica a trovare sui giornali, forse ad eccezione del sole 24 ore, del riformista e del foglio.
Repubblica ieri ha preferito fare una intervista a Cuperlo, dopo che si é consolidata la candidatura unitaria di Gualtieri nelle suppletive di Roma. Il tutto sempre per mettere il tarlo divisivo nella sinistra, che bisogna brandire, anche quando non c’è.

Che miseria questa cronaca politica.
Gualtieri ha ieri spiegato che questo governo con la sua sola formazione ha prodotto un calo significativo dello spread,una diversa collocazione nello schieramento europeo, confermando quanto in mattinata aveva detto Renzi sul disegno leghista di portare l’Italia fuori dalla Ue.
Entrando nel merito della manovra economica realizzata dal ministro i provvedimenti sono stati la estensione del bonus 80 Euro, l’alleggerimento del carico fiscale,il sostegno alla natalità ed alla genitorialità come prevedeva il programma elettorale del Pd nel 2018.
Ed a tenuto a ribadire che ha fatto il diavolo a quattro per mantenere 10 miliardi di investimenti pubblici in manovra contro la pretesa di ridurli a spesa corrente, oltre ad aver ripristinato quelle alle imprese col programma industria 4.0.
Una continuità con le azioni del governo Renzi- Gentiloni ed una sintonia notevole con le proposte di ItaliaViva che si prospettano sul tema della rimodulazione e semplificazione dell’Irpef come auspicato da Marattin e del programma straordinario di investimenti pubblici “Italia shock”.
Ma siamo sicuri che di tutto questo non troveremo traccia sui giornali. Si cercano pettegolezzi, veline, motivi di divisione mentre invece vi sono cose molto belle da rilevare.
La prima fra queste é che Gualtieri é un vero signore oltre ad essere una persona particolarmente brava e competente.
Si é dimesso da parlamentare europeo dopo la nomina a ministro dell’economia lasciando il posto a Nicola Danti di Italia Viva.
Ed ora riceve l’appoggio di Italia Viva a Roma per ricandidarsi al Parlamento nazionale.La classe e la riconoscenza non sono acqua. Lo hanno dimostrato Gualtieri e Renzi. Questa é la sinistra che ci piace.
Lasciamo i giornali a cercare altri motivi di divisione e di pettegolezzo in Toscana, Puglia o altrove.
La manovra Cuperlo per ora resta negli annali del peggiore giornalismo. Una testimonianza del rancore da”ditta” mentre il mondo va avanti in direzione opposta. Gianni non ti dovevi prestare, hai fatto una figura meschina.

Fonte: PINO VINCENZO·DOMENICA 2 FEBBRAIO 2020
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

4/2/2020 - 10:32

AUTORE:
Bruno della Baldinacca

...si ripete mai; maanche si!
Umberto Bossi fu il solo nel suo partito ad essere eletto senatore ed ora il Piepoli da il loro partito vicino al 40% che con l'attuale legge elettorale avrebbe il 60% dei seggi.

Giorgio Napolitano rivolgendosi a Giuseppe Grillo disse: io il "botto" non l'ho ancora sentito, poi dal 23% che ebbero (con il botto), in seguito Giorgio sentì (la botta) del 32%.

Se a Berlusconi, Renzi e Grillo il popolo Italiano ha tolto lo zero, poi di regola toccherà anche alla Lega padan/sicula perdere lo zero.

E...nenè-nenè indovina cosa è!
E' che fra i quattro sunnominati fra 10/20 anni con legge maggioritaria come per i Sindaci, il Sindaco d'Italia è "facirmente che sia"....
dillo te!

3/2/2020 - 19:19

AUTORE:
LdB..

Che la stampa non parli di Italia Viva ? O di quanto è bravo Renzi ?
Pazienza, c'è di peggio nel mondo.
Repubblica ha parlato di Cuperlo invece di paginate sulla convention di Cinecittà ? D' altra parte se i sondaggi danno IV al 4 %, dato preso dal Riformista on line di oggi, che non ha parlato di Gualtieri alla convention, lo spazio sui giornali più o meno è quello lì. Per sua informazione, neanche il Foglio e il Sole 24 ore hanno parlato della manifestazione romana, hanno dato precedenza al corona virus e alla legge Bonafede. Vatti a fidare degli amici...
Comunque Gualtieri è una persona competente, e sul Messaggero di Roma può trovare questo :
"La decisione arriva dopo giorni di trattative assai turbolente, sull'orlo dello strappo: il ministro dell'Economia correrà per lo scranno lasciato libero dal neo commissario europeo Paolo Gentiloni, con il sostegno dei Dem, Italia viva, Sinistra italiana, Psi, Articolo 1. L'annuncio arriva tra i mugugni dei renziani, che sosterranno Gualtieri a cui riconoscono «stima e amicizia» ma dichiarano che non è la scelta migliore possibile. Matteo Renzi proponeva infatti, con Azione di Carlo Calenda e +Europa di Emma Bonino, il nome della giornalista Federica Angeli, in alternativa a quello di Gianni Cuperlo, che Nicola Zingaretti aveva indicato per il Pd. La convergenza arriva su un nome terzo, cui i renziani non possono dire no (alle prime battute, erano stati loro stessi a ipotizzarlo). Ma la presidenza di Iv rivendica che quella di « Angeli sarebbe stata la migliore candidatura possibile» e definisce «il veto del Pd inspiegabile». "
Buona lettura.