none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Bagno degli Americani
none_a
di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
. . . è il corvo. Invece i citrulli che minimizzano .....
. . . l'uccellaccio del malagurio? corvo o condor?
. .....
Molti sindaci, a mio avviso previdenti, hanno impedito .....
. . . del mestiere sono stati tratti in inganno da .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
Vicopisano
none_a
Tirrenia, Bagno degli Americani
none_a
Marina di Pisa, 14 agosto
none_a
Tirrenia, 14-15 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
GIOVEDI 13 AGOSTO LA SESTA TAPPA
none_a
Pontasserchio, 7-8-9 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Di Marlo Puccetti
none_a
#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Pontedera, 10 febbraio
Whatsapp: pericoli e insidie dello strumento di comunicazione

8/2/2020 - 15:22

Whatsapp: pericoli e insidie dello strumento di comunicazione più usato dagli adolescenti

La Fondazione Charlie propone un incontro aperto a Pontedera

Whatsapp è senza ombra di dubbio uno strumento straordinario, che consente una comunicazione immediata ed efficace, l’invio di foto, video, link, messaggi vocali e la creazione di gruppi esclusivi. Tutti lo usiamo quotidianamente e siamo ben consapevoli delle opportunità e dei vantaggi che lo caratterizzano.

Non tutti però sono al corrente che l’utilizzo di Whatsapp, che è proprio uno degli strumenti maggiormente usati dagli adolescenti, è vietato ai minori di 16 anni. Dai dati Telefono Azzurro/Doxa del 2017, appare tuttavia che il 73% dei ragazzi al di sotto di 13 anni usa regolarmente whatsapp per comunicare con gli amici, con i compagni di scuola e con la famiglia.

Tale restrizione è motivata dai creatori della app come forma di protezione della privacy dei bambini, è stato tuttavia appurato che esistono molte situazioni relative all’utilizzo di whatsapp che possono generare ansia e sofferenze emotive non facilmente gestibili per un adolescente.

Lunedì 10 Febbraio alle ore 21 presso la Biblioteca Comunale G.Gronchi di Pontedera, nell’ambito del ciclo di appuntamenti promosso dalla Fondazione Charlie Onlus sul tema Adolescenza e Tecnologie  Digitali, avrà luogo un’interessante conferenza/dibattito, con ingresso libero e gratuito, per riflettere su come Whatsapp possa rappresentare un pericolo per gli adolescenti.

Insieme alla dott. Antonietta Sajeva, psicologa, che da anni si occupa di formazione per genitori e insegnanti ed è referente di uno sportello di ascolto psicopedagogico rivolto ad alunni, genitori e insegnanti,  cercheremo di esplorare, attraverso la sua esperienza diretta con gli adolescenti, quelle situazioni che possono rappresentare un problema per i ragazzi, che possono essere fonte di difficoltà o di malessere.

Spesso i genitori non sono al corrente di ciò che accade nella vita online dei propri figli, non sanno come proteggerli in caso di abusi subiti, né sono in grado di valutare obiettivamente se i propri figli si comportano correttamente.

In questo incontro tenteremo di individuare alcune dinamiche che possono portare a compiere atti di cyber bullismo, cercando di mettere a fuoco gli aspetti più critici e le situazioni in cui gli adulti possono e devono intervenire, per proteggere i propri figli, per educarli a utilizzare gli strumenti di comunicazione in modo consapevole e responsabile.

E’ importante per tutti, soprattutto per genitori ed insegnanti, soffermarsi a riflettere su questi temi, al fine di sviluppare maggiore sensibilità e consapevolezza, per individuare e trasmettere un’etica di comportamento applicabile nell’ambito dei social network, che non può assolutamente prescindere da un’educazione all’attenzione e al rispetto per gli altri.


 

    
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: