none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Come sempre non riesco a capire un'acca negli scritti .....
Gentile Luisa, non la conosco ma la garbatezza dei .....
caro Ultimo, mai affermare di essere sicuri di qualcosa!. .....
. . . . . . . . . . . . non ricordo male si chiamava .....
Sant' Anna di Stazzema, Eros Tetti (Europa Verde Toscana)
none_a
Rafforzare il legame caccia-agricoltura
none_a
CascinaOltre
none_a
Per Forza Italia: Roberto Sbragia
none_a
Vincenzo Marini Recchia
none_a
di Giancarlo Lunardi
none_a
“colpa di privatizzazione e ‘monocoltura’ balneare”
none_a
MATTEO SALVINI INCORONA ELENA MEINI
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
A Quarrata tutta la sala in piedi per Adele Pardini, testimone della strage di Sant'Anna di Stazzema
Giornata della Memoria

10/2/2020 - 23:41

Giornata della Memoria: a Quarrata tutta la sala in piedi per Adele Pardini, testimone della strage di Sant'Anna di Stazzema

Un grande successo anche per la mostra “I bambini ricordano”: 22 classi e oltre mille persone in visita

 
QUARRATA - Si è conclusa domenica 9 febbraio, con una sala Zampini gremita di persone, la mostra fotografica di Oliviero Toscani “I Bambini ricordano” sulla strage di Sant’Anna di Stazzema, promossa dall’Amministrazione comunale in occasione delle celebrazioni per la Giornata della Memoria in ricordo delle vittime dell’olocausto e dei crimini nazifascisti. Protagonista dell’incontro conclusivo di domenica pomeriggio, dal titolo “L’ho sempre in mente. Sempre! Sempre! Sempre!” è stata la signora Adele Pardini, sopravvissuta alla strage, che ha raccontato alle centinaia di persone presenti i suoi ricordi di bambina (il 12 agosto del 1944 aveva 4 anni).

Lei, insieme a quattro sue sorelle e alla madre fu messa al muro dai nazisti e colpita da una raffica di mitra. La madre morì sul colpo. Adele e due sorelle, pur ferite, sopravvissero. Altre due sorelle morirono nei giorni successivi a seguito delle ferite riportate. Una, Anna, di soli venti giorni, è stata la vittima più piccola delle 560 uccise nella strage. Domenica, oltre alla signora Adele Pardini, sono intervenuti anche il segretario dell’associazione Martiri di Sant’Anna di Stazzema Graziano Lazzeri e il direttore del Parco della Pace di Sant’Anna di Stazzema Michele Morabito. All’inizio della serata è stata letta da Alessandro Rapezzi una poesia di un anonimo visitatore della mostra (si conosce soltanto il suo nome, Almario, di Prato) che, nei giorni scorsi, dopo aver visto le foto esposte e dopo aver letto le interviste dei testimoni, ha scritto una toccante poesia, che ha poi lasciato ai volontari che si sono occupati della guardiania della mostra.
L’esposizione, inaugurata lo scorso 25 gennaio, in appena due settimane di apertura ha raccolto numerosissimi visitatori: oltre un migliaio sono soltanto coloro che hanno lasciato una firma o una dedica sul registro posto all’ingresso; il numero totale dei visitatori, dunque, sarà di gran lunga superiore. Tantissime anche le classi in visita: ben 22, tra scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado, di Quarrata, ma anche di Pistoia.
 
“La risposta di Quarrata a questo programma di iniziative – afferma il Sindaco di Quarrata Marco Mazzanti – è stata davvero straordinaria e persino superiore alle mie aspettative. In un momento storico particolare come quello che stiamo vivendo, nel quale una senatrice a vita reduce dai campi di sterminio è costretta ad avere la scorta per le minacce antisemite ricevute, la nostra comunità ha dato un segnale importante e chiaro di condanna di ogni forma di razzismo, discriminazione, violenza e odio e di adesione ai valori della democrazia e della pace. Anche la risposta delle scuole che, in pochi giorni, hanno portato quasi 500 ragazzi, suddivisi in 22 classi, a visitare la mostra mi pare rappresenti un messaggio davvero importante. Ringrazio di cuore tutti coloro che, a vario titolo, hanno reso possibile tutto questo, singoli, enti e associazioni”.
Per la realizzazione della mostra, l’apertura, la chiusura e la guardiania (effettuata solo da volontari), oltreché per l’organizzazione delle varie iniziative è stato fondamentale l’impegno di tante realtà: dall’Agesci Quarrata1 al gruppo Vignole Giovane, dallo Spi Cgil al Circolo Arci Parco Verde di Olmi, dall’Anpi all’Istituto Storico per la Resistenza di Pistoia. Il Comune di Stazzema e il Parco Nazionale della Pace di Sant’Anna di Stazzema hanno inoltre concesso il loro patrocinio al programma.


Fonte: -dal giornale online Pistoia sette-
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: