none_o

 

 

 

 

 

Tentativo di risposta alla domanda di un mio ex alunno, leggendo gli articoli che più mi hanno colpito in questa settimana, ripensando ad alcune poesie che si studiano anche in terza media e immaginando un altro mondo possibile.

Purtroppo è così, l'Italia pare dividersi in furbi .....
Meno male che ci pensa la Regione, sui divieti alle .....
. . . un 3% di "imbechilli" c'erano già al tempo del .....
Enrico Rossi, giustamente, ha detto che oggi fara'un'ordinanza .....
di Giulia Baglini
none_a
Baragli: "Export quasi cancellato, serve liquidità ora o non ripartiremo"
none_a
Libri
none_a
Cosè un ATM e un BANCOMAT
none_a
  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


  • Circolo ARCI MIgliarino

      Chiusura del Circolo

    Il Circolo ARCI Migliarino comunica ai propri soci che il bar resterà chiuso dalla data odierna (10.3) fino al 3 di aprile 2020. La riapertura sarà condizionata dalle disposizioni successive riguardo alla diffusione della malattia in ambito nazionale.


Si presentava alla gara con ben 27 atlete.
none_a
PISA OVEST
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
La pesca nel lago
(1976)

Ugo:- Come è ita Dreino?

Drea:- Dai 'n occhiata,
con venti nasse .....
Ottima la raccolta degli stralci a Migliarino da parte di Geofor. Brava l'Amministrazione che ha sollecita il servizio precedendo la richiesta di numerosi .....
Incontrati per caso
di Valdo Mori
Luciano Malloggi

17/3/2020 - 16:51

Dopo qualche tempo, Valdo ci ha mandato un nuovo incontro...


In questi giorni ho incontrato nuovamente, dopo molto tempo, Luciano Malloggi ovvero Il Gallaccio di Riglione.
Conosciutissimo a Pisa e non solo per il suo fisico da "Latin lover" è l'uomo che ha segnato un'epoca negli anni '60 - 70.
Era un mito per noi giovani ed un idolo per le donne: dalle giovanissime alle mature tutte ne ammiravano la possente muscolatura, il nero ciuffo ribelle, il sorriso sempre smagliante, la cortesia e la discrezionalità nel parlare.

Lo ricordo benissimo nei primi anni '60 quando veniva in Galleria Gramsci o al Bar La Borsa  vestito elegantemente con la borsa in cuoio marrone dove teneva depliants  e copia commissioni della Rizzoli.
Era un abile venditore di libri in un'epoca d'oro per le vendite rateali. Sia per la bontà delle pubblicazioni che per il fascino dell'uomo le commissioni erano sempre numerose. Del resto lavorava solo nel pomeriggio e in quelle poche ore doveva guadagnare per l'intera giornata.

Si svegliava tardi al mattino, anzi il suo " risveglio naturale" avveniva di solito all'ora di pranzo, quando la mamma gli portava il caffè.
Le sue avventure sono state immortalate da una bellissima canzone dei Gatti Mèzzi e da numerosi servizi giornalistici ultimo quello di Seconda Cronaca un bimestrale che si occupa con successo degli aspetti meno noti ma non meno interessanti di Pisa.

Faceva tardi in Versilia dove veniva conteso dai locali perché faceva da attrazione e la sua presenza richiamava ammiratrici entusiaste.
Anche con i Vip di allora era in amicizia; da Zero a Califano cercavano la sua presenza durante le loro serate alla Bussola.

Era famoso per la sua agenda sulla quale scriveva le richieste di appuntamenti che riceveva dalle numerose sue ammiratrici alle quali rispondeva con un sornione: "non so quando potrò, intanto la metto in nota".

I miei ricordi personali vanno al Bar La Borsa quando davvero cercammo di sostituire i libri nella sua borsa con dei "foratini" che ci eravamo procurati in anticipo.

Cosa che facemmo quando Luciano si allontanò con una scusa dal tavolino esterno.

Al ritorno ci salutammo e lui prese la borsa e si avviò, ma noi ragazzi terrorizzati dalla paura di una sua reazione, lo chiamammo subito sventolando i suoi fogli.
Si girò e rise per lo scherzo e tutto terminò nel migliore dei modi.

Una sera in pieno inverno lo costringemmo a "far vedere i muscoli alle donne di Pisa" e lui tolta la giacca e con la sola maglietta bianca traforata iniziò a passeggiare sul Corso, seguito a debita distanza da noi ragazzi.

In estate invece si appostava sui gradini del Duomo per farsi ammirare dalle straniere !

Non ha mai parlato dei suoi amori, anzi ha sempre detto di non essersi mai innamorato, però io ricordo che per un lungo periodo verso l'ora di cena accompagnava una formosa donna bruna al bus in partenza per Marina di Pisa.

Era molto bella di carnagione scura e dai capelli lunghi. ma di questa misteriosa signora non abbiamo più saputo nulla.

Ciao Gallaccio, ti ho rivisto con piacere e ancora in buona forma nonostante il peso degli anni.

Aspettiamo i tuoi saluti su Facebook, i tuoi sermoni, ma soprattutto le tue risate e i tuoi indimenticabili OIOI ! OIOI ! OIOI !


Nella foto Il Gallaccio con i Gatti Mèzzi 

    
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: