none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Massimiliano Angori Sindaco
none_a
Si, è vero, Einstein viene normalmente associato .....
Credo che un qualunque alunno della quinta elementare, .....
. . . . . . ce lo dice la statistica ma. . . . . l'onesto .....
. . . . . . . . . . . . . . . . siano tanti . . . .....
Rafforzare il legame caccia-agricoltura
none_a
CascinaOltre
none_a
Per Forza Italia: Roberto Sbragia
none_a
Vincenzo Marini Recchia
none_a
di Giancarlo Lunardi
none_a
“colpa di privatizzazione e ‘monocoltura’ balneare”
none_a
MATTEO SALVINI INCORONA ELENA MEINI
none_a
Maria Antonietta Scognamiglio
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
Dai monti al mare
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Di Marlo Puccetti
Il leader delle “Sardine” sceglie la Casa del Popolo di Pontasserchio per l'incontro nella Val di Serchio.

6/7/2020 - 21:06

Il leader delle “Sardine” sceglie la Casa del Popolo di Pontasserchio per l'incontro nella Val di Serchio.

 
Il Circolo di Pontasserchio dopo aver subito la chiusura di quasi tre mesi per il Covid 19 ha riaperto i locali ai soci.

Sono ripresi gli incontri organizzati da Franco Marchetti con l'aiuto determinante di Angela Ferretti  che collabora a selezionare gli eventi più appropriati.
All'incontro di domenica ha partecipato il leader delle “Sardine” Mattia Santori accompagnato da Stefania Bozzi responsabile dell'Arci territoriale di Pisa, Don Elvis parroco e Franco Marchetti moderatore.
Nell'introduzione Marchetti ha evidenziato la vitalità del Circolo di Pontasserchio che prima del Corona virus aveva già proposto altri interessanti argomenti come la vita dei detenuti dietro le sbarre. E' attiva da tempo anche la proficua collaborazione con la Caritas locale grazie anche alla disponibilità dei parroci Don Marco e Padre Davis.

Marchetti si è detto privilegiato che la Casa del Popolo sia stata una tappa del “Movimento delle Sardine”. Poi ha passato la parola a Mattia Santori che ha definito le “Sardine” un movimento nato per riavvicinare i cittadini alla politica. Ha continuato dicendo: ”C'è distanza con la politica perché le persone vorrebbero risposte immediate e fra gli obiettivi infatti vogliamo ricreare l'interesse politico fra i cittadini per sentirli coinvolti e ne è un esempio “Cittadinanza attiva”. 

Poi ha lanciato una aperta critica al governo che in questo periodo di pandemia ha dovuto prendere decisioni importanti ma avrebbe dovuto essere più coerente e a questo proposito il giovane leader ha detto: “Se prometti la cassa integrazione a tutti avresti dovuto avere il coraggio di dire a suo tempo che il denaro,  per la eccessiva burocrazia avvilente che c'è in Italia,  non sarebbe arrivato prima di fine giugno, la gente lo avrebbe capito; inutile averli illusi con false promesse”. Ha risposto alle domande del folto pubblico presente nonostante la calda domenica, fra cui un intervento del responsabile della caritas di Pontasserchio Gianmarco Braccini che ha evidenziato come le persone con un rinnovato entusiasmo abbiano voglia di mettersi a servizio dei più bisognosi e su questo ha trovato concorde Santori che ha detto che le Sardine hanno dato l'occasione a molti di ritrovarsi pur provenendo da esperienze politiche e associative diverse.

La sfida successiva è stata cosa fare e per questo motivo avevano bisogno di aggregarsi e farsi conoscere; la loro visibilità gli è stata data dalle piazze. Il responsabile delle sardine ha continuato dicendo:” Dopo la pandemia, a settembre, noi avremo bisogno di riproporci con l'intento di fare da collante fra la politica e le persone che hanno perso la fiducia offrendo loro dei contenuti seri perché ora sono di moda i conflitti e la propaganda politica si basa sul personalismo”.
Nel suo intervento la responsabile territoriale di Pisa dell'ARCI, Bocci ha affermato: “ i Circoli possono e devono avere una funzione stimolante per un confronto fatto di idee non di slogan. Le case del Popolo sono nate con questo ruolo. Furono sequestrate durante il fascismo ma nel dopo guerra ritornarono ad essere punto di riferimento per parlare di politica dal basso. Un'iniziativa come quella di questo pomeriggio rimette al centro il Circolo  come agorà sociale, dove ognuno può dire la sua opinione”.
Don Elvis ha puntato il dito su coloro che vedono il migrante come superfluo e non come valore aggiunto di questa società.

Venendo da Cascina ha parlato della brutta esperienza di Latinaia. Anche l'ecumenismo è importante e il sacerdote ha portato l'esempio di integrazione di ragazzi musulmani a cui è stata data la possibilità di avere un loro spazio aggregativo facendo nuove amicizie all'oratorio della Chiesa. “Ci vuole la curiosità di sapere e conoscere  come quella volta-racconta Don Elvis-che dei ragazzi cristiani stranieri chiesero di avere una Bibbia per saperne di più su Dio”.
Il Presidente del Circolo Gianfranco Sanciu si è detto soddisfatto di queste iniziative che mettono al centro la vera vocazione del Circolo; l'intento è di aggregare la gente in questi locali che diventano luogo di discussione e di confronto.
 

Fonte: Marlo Puccetti
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: