none_o


Nel cervello di ognuno di noi si trovano alcune decine di miliardi di neuroni, piccole cellule nervose che ci permettono di ragionare, ricordare, piangere, ridere e amare; microscopici elementi responsabili dei nostri ricordi, dei nostri ragionamenti e delle nostre emozioni.Nei neonati e nei bambini il cervello è un organo straordinario in perenne attività con nuovi neuroni che continuano a formarsi con grande intensità e a formare fra di loro reti di interscambio di informazioni.

. . la conta dei giornali stranieri che hanno criticato .....
Dopo mesi di zona rossa la decisione e l’inizio dei .....
. . . Art 1 non lasciò la maggioranza, dette l' appoggio .....
. . . che lasciò il PD, quando al Governo c'era .....
di Claudio Robbiani
none_a
di Gianfranco Polillo
none_a
di Franco Bechis - Il Tempo.it
none_a
L’appello al Governo
none_a
Lavoro, Acli Toscana
none_a
Ok da Renzi Il piano prevede spese e investimenti fino a 310
none_a
di Andrea Viola-Avvocato e consigliere comunale, Italia Viva
none_a
Comunicato lista n°1 ASBUC Vecchiano-Nodica-Avane-Filettole
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Natale 2020

Un angelico coro sopra la capanna
l'amore sviscerato della mamma
il calore del bue e dell'asinello
il vagito del dolce Bambinello
le .....
25 PERSONE SOTTO L'OMBRELLO AD ASPETTARE IL SERVIZIO CHE NON ARRIVA MAI, A METATO C'ERA UNA DIRETTRICE VALIDA CHE FACEVA GIRARE TUTTO BENE L'HANNO TOLTA. .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
IL VINO AL METANOLO

21/7/2020 - 17:39

Il nuovo racconto di Valdo:


 
La piazza principale di Manduria ha forma ellittica; si entra da un arco e di fronte si trova un Castello con un caratteristico ristorante dove si gustano saporiti piatti locali. Sulla destra dopo un piccolo spazio con il monumento ai Caduti si accede ad un piccolo slargo.
Lì, aveva il negozio il mio Cliente.

Era un concessionario di bici e di moto giovane e ben preparato che negli anni seguenti ampliò l’attività producendo innovativi accessori per moto d’epoca.
Spesso, nei nostri giri i lavoro, prima di poter parlare con i Titolari per mostrare i nuovi articoli, le novità promozionali o concordare le sponsorizzazioni di Piloti e Team, dovevamo attendere fuori dal negozio.
Io, curioso come sempre, notai proprio di fronte una cantina con una telecamera in alto a sinistra puntata sulla porta di ingesso. Erano gli anni ’80 e questi sistemi di sicurezza non erano ancora molto diffusi, specie nei piccoli paesi.
Ebbene, ricordate lo scandalo del vino al metanolo ? Quella da me vista era la cantina Fusco coinvolta nelle indagini.
Ricordo che tornando a Manduria dopo alcuni anni chiesi al mio Cliente che fine aveva fatto il Signor Fusco.

Mi rispose “Adesso andiamo a prendere il caffè in piazza e te lo indico seduto al bar” 

E infatti dopo poco vidi per la prima volta la persona rese celebre, purtroppo, da giornali e TV serenamente giocare a carte con gli amici.
Sul vino al metanolo mi sovvengono altri ricordi ma tre in particolare ho fissato bene nella memoria.

Due si riferiscono a trattorie di Roma.

La prima era “da Giovanni” posta dietro l’Ambra Jovinelli, ritrovo di artisti anche famosi con il titolare ormai in pensione ma sempre presente a intrattenere i clienti abituali.

Eravamo entrati in sintonia parlando del mondo del teatro e della rivista. Una sera, ricordo, riconobbi Galliano Sbarra un omone livornese che in quel tempo faceva la “spalla” a Beruschi a Drive In.

Parlammo delle sue origini livornesi e delle sue recite iniziali con la Compagnia di Beppe Orlandi.
A Giovanni una sera chiesi del vino (in quei tempi era una domanda d’obbligo ovunque si andasse a mangiare) e lui prontamente mi disse “vieni con me”.

Si scese da dietro il bar in un sottoscala dove erano depositati alcuni cartoni di vino.

Erano quelli di alcune Aziende sottoposti a sequestro cautelativo in attesa di ulteriori accertamenti.

Mi disse che erano li da mesi e che nessuno più si era fatto sentire.

Mi venne un atroce dubbio vedendo alcune scatole aperte. 

Che a un bicchiere alla volta il vino fosse stato servito ?
Sempre a Roma il giorno andavamo a pranzo nel ristorante posto accanto alla villa di Sordi: e notai che il vino, che era sempre stato servito in bottiglie che venivano stappate in presenza, adesso veniva offerto solo nelle caraffe come “vino della casa” .

Strane coincidenze.
Infine a Taranto dall’Assassino.

Il titolare un vero Anfitrione che intratteneva i clienti parlando di teatro e di sport.

Come spesso mi succedeva quando mi presentavo come Pisano il riferimento era Anconetani (con buona pace della Torre Pendente e di Galilei !) .

“Il vino ? “ mi disse “Ma scherzi ? E’ genuino e questo (prendendo una bottiglia dallo scaffale) era quello preferito da Ciappi ! Che portiere ci avete dato !”

La forza dei ricordi calcistici anche dopo  anni !

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: