none_o


Mi è capitato di leggere su FB un post di Massimo Cerri sulla situazione del lago di Massaciuccoli. Una specie di lettera del lago stesso che rievoca i bei tempi passati quando questo posto era zona di caccia, di pesca e di svago per tutti i vecchianesi. Altri post a commento confermano questa visione dell’abbandono di questo luogo ricordando, con una vena nostalgica, gli anni in cui non vi era nessun tipo di vincolo.

Bagno degli Americani
none_a
di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
di Antonio Mazzeo, consigliere regionale
none_a
. . . del mestiere sono stati tratti in inganno da .....
A parte che Giorgio Gori, dopo le ultime uscite in .....
Noi siamo velli che UN FRIGGO MIA 'OLL'ACQUA, siamo .....
“E’ una bugia dire che si difendono i lavoratori .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
CULTURA E SPETTACOLO a cura di Giulia Baglini
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Appello di Frei Betto
none_a
Tirrenia, Bagno degli Americani
none_a
Marina di Pisa, 14 agosto
none_a
Tirrenia, 14-15 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
Molina di Quosa, 14 agosto
none_a
GIOVEDI 13 AGOSTO LA SESTA TAPPA
none_a
Pontasserchio, 7-8-9 agosto
none_a
Marina di Pisa, 7-8-9 agosto
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Nuova apertura


    Il Consiglio di Circolo Arci Migliarino è lieto di annunciare ai propri Soci la riapertura dei locali che avverrà il giorno 1 agosto con orario dalle ore 19 alla mezzanotte. Sabato e domenica compresi. L'orario potrà variare in caso di eventi. Informazioni su iniziative sulla pagina FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Di Marlo Puccetti
none_a
#VecchianoSport #Calcio
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
FC FORNACETTE CASAROSA
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Segnalo il degrado/ pericolo del campanile della chiesa di Migliarino Pisano. Andrebbe, perlomeno, messo in sicurezza.
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
IL VINO AL METANOLO

21/7/2020 - 17:39

Il nuovo racconto di Valdo:


 
La piazza principale di Manduria ha forma ellittica; si entra da un arco e di fronte si trova un Castello con un caratteristico ristorante dove si gustano saporiti piatti locali. Sulla destra dopo un piccolo spazio con il monumento ai Caduti si accede ad un piccolo slargo.
Lì, aveva il negozio il mio Cliente.

Era un concessionario di bici e di moto giovane e ben preparato che negli anni seguenti ampliò l’attività producendo innovativi accessori per moto d’epoca.
Spesso, nei nostri giri i lavoro, prima di poter parlare con i Titolari per mostrare i nuovi articoli, le novità promozionali o concordare le sponsorizzazioni di Piloti e Team, dovevamo attendere fuori dal negozio.
Io, curioso come sempre, notai proprio di fronte una cantina con una telecamera in alto a sinistra puntata sulla porta di ingesso. Erano gli anni ’80 e questi sistemi di sicurezza non erano ancora molto diffusi, specie nei piccoli paesi.
Ebbene, ricordate lo scandalo del vino al metanolo ? Quella da me vista era la cantina Fusco coinvolta nelle indagini.
Ricordo che tornando a Manduria dopo alcuni anni chiesi al mio Cliente che fine aveva fatto il Signor Fusco.

Mi rispose “Adesso andiamo a prendere il caffè in piazza e te lo indico seduto al bar” 

E infatti dopo poco vidi per la prima volta la persona rese celebre, purtroppo, da giornali e TV serenamente giocare a carte con gli amici.
Sul vino al metanolo mi sovvengono altri ricordi ma tre in particolare ho fissato bene nella memoria.

Due si riferiscono a trattorie di Roma.

La prima era “da Giovanni” posta dietro l’Ambra Jovinelli, ritrovo di artisti anche famosi con il titolare ormai in pensione ma sempre presente a intrattenere i clienti abituali.

Eravamo entrati in sintonia parlando del mondo del teatro e della rivista. Una sera, ricordo, riconobbi Galliano Sbarra un omone livornese che in quel tempo faceva la “spalla” a Beruschi a Drive In.

Parlammo delle sue origini livornesi e delle sue recite iniziali con la Compagnia di Beppe Orlandi.
A Giovanni una sera chiesi del vino (in quei tempi era una domanda d’obbligo ovunque si andasse a mangiare) e lui prontamente mi disse “vieni con me”.

Si scese da dietro il bar in un sottoscala dove erano depositati alcuni cartoni di vino.

Erano quelli di alcune Aziende sottoposti a sequestro cautelativo in attesa di ulteriori accertamenti.

Mi disse che erano li da mesi e che nessuno più si era fatto sentire.

Mi venne un atroce dubbio vedendo alcune scatole aperte. 

Che a un bicchiere alla volta il vino fosse stato servito ?
Sempre a Roma il giorno andavamo a pranzo nel ristorante posto accanto alla villa di Sordi: e notai che il vino, che era sempre stato servito in bottiglie che venivano stappate in presenza, adesso veniva offerto solo nelle caraffe come “vino della casa” .

Strane coincidenze.
Infine a Taranto dall’Assassino.

Il titolare un vero Anfitrione che intratteneva i clienti parlando di teatro e di sport.

Come spesso mi succedeva quando mi presentavo come Pisano il riferimento era Anconetani (con buona pace della Torre Pendente e di Galilei !) .

“Il vino ? “ mi disse “Ma scherzi ? E’ genuino e questo (prendendo una bottiglia dallo scaffale) era quello preferito da Ciappi ! Che portiere ci avete dato !”

La forza dei ricordi calcistici anche dopo  anni !

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: