none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
San Giuliano Terme, 3 luglio
none_a
Di Umberto Mosso(a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
Pisa
La magia dell'arpa e la voce del sassofono incantano al Museo delle Navi

29/8/2020 - 19:06

Nello scenario suggestivo, come le foto dimostrano, del cortile del Museo delle Navi Antiche di Pisa si è svolta l'inaugurazione della seconda edizione di "Muse contemporanee e Note d'Arte", una rassegna musicale culturale ad ampio raggio che si tiene nei luoghi più belli e significativi della storia pisana.


Gli organizzatori della manifestazione, l'Associazione Fanny Mendelssohn e l'Associazione La Voce del Serchio, hanno espresso la grande soddisfazione per essere riusciti a portare eventi di grande levatura ed interesse, dimostrato dal consueto tutto esaurito, ad un pubblico esperto e coinvolto, pur in un momento così difficile per la vita sociale e la cultura in particolare.


Ad esibirsi sono stati il sassofonista Damiano Grandesso e l'arpista Floraleda Sacchi, due stelle del panorama internazionale con riconoscimenti prestigiosi, che hanno emozionato il pubblico con l'interpretazione di musiche di Max Richter, Alexander Desplat, Philip Glass, Astor Piazzolla, Ennio Morricone e Daniel Licht.


Un concerto molto raffinato e di grande spessore con un programma che ha messo in risalto la grande musicalità e capacità comunicativa dei due artisti.
Una fusione molto insolita tra l'arpa e il sassofono, che però Floraleda Sacchi e Damiano Grandesso hanno reso possibile portando i loro strumenti oltre il limite delle possibilità sonore creando un alchimia che ha incantato i presenti.


A fare gli onori di casa, l'assessore di Pisa Paolo Pesciatini.
La manifestazione ha ricevuto il patrocinio della Regione Toscana e dei Comuni di Pisa e San Giuliano.
Ringraziamenti degli organizzatori per la collaborazione al Museo Navi Antiche e alla Cooperativa Archeologia, ed agli sponsor Fondazione Pisa e Unicoop Firenze.
 
Nuovo appuntamento, con il tutto esaurito, questa sera con il recital solistico di Floraleda Sacchi a Villa Alta a San Giuliano Terme.

 

Foto di Alessio Alessi

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri