none_o


Reparto di Oncologia dell’ospedale di Pisa. Davanti all’edificio molti persone in attesa perché l’ingresso è riservato ai soli pazienti oncologici. Ero fortunatamente un accompagnatore e sono rimasto educatamente fuori come tutti gli altri. Devo dire che eravamo tutti con la mascherina, non so se per paura del contagio o per rispetto degli altri ma la situazione era appagante, come quando si vede il rispetto delle regole da parte di tutti i cittadini.

Poverannoi, è andato ormai. Lo usano sulla 7 di .....
. . . che ne capisce più di te. Fattene, anzi fatevene .....
. . . giorni sta prendendo dei punti la Raggi. . . .....
. . . . . . . . . . . . . . . . l'ha capito? La DaD .....
Greenpeace
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Vecchiano
none_a
San Giuliano Terme, 23 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 24 ottobre
none_a
Molina di Quosa, 25 ottobre
none_a
Teatro Nuovo Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 25 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 17 ottobre
none_a
Sabato 17 ottobre al Grand Hotel Duomo
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


di Marlo Puccetti
none_a
la ZONE di Pisa
none_a
CSI – Centro Sportivo Italiano-
none_a
Coppa Toscana Juniores sotto la Torre
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che si capisca qualcosa oggi?

Qualcuno dice che non intende usare i 40 miliardi del MES, perché in .....
Anonimo
Grazie Vanessa

30/9/2020 - 12:41


Grazie Vanessa.

Tutti in piedi, signori, davanti a questa donna straordinaria.Tv e social volevano trasformare il mondo in una vetrina, ma questa vetrina è andata via via assumendo le sembianze di una gabbia: imprigionando ogni soggettività, imponendo la legge effimera dell’apparenza, piegando ogni unicità ai suoi stereotipi, seminando sofferenza là dove incontrava insicurezza e timidezza.

Per questo oggi occorrono gesti potenti e parole coraggiose. Occorrono testimonianze in grado di rovesciare la prospettiva, di far saltare il banco.Vanessa Incontrada è da sempre schierata in prima linea in questa battaglia. A difendere la libertà di tutte le donne, a rivendicare il diritto di ciascuna di essere bella a modo suo.Oggi lo ha fatto con una straordinaria foto sulla copertina di Vanity Fair offrendo se stessa come simbolo di questa nobile battaglia, qualche mese addietro pronunciando un monologo struggente e sincero che vi suggerisco di leggere.

 

Eccolo:“La perfezione non esiste e so che non dico una grande novità. Ma io lo voglio dire, lo voglio urlare. La perfezione non esiste!Magari l’avessero detto prima a me, sapete… Bisognerebbe inserirlo tra i primi insegnamenti che ci danno: lavati le mani prima di mangiare, non dire le parolacce, la perfezione non esiste. Sai quanto tempo perso a cercarla… E’ come in amore: io pensavo di dover essere perfetta per trovare l’uomo della mia vita, per piacergli, per farlo innamorare di me. Alla fine ho trovato un uomo molto speciale, mio marito, Rossano. Mi ha detto una cosa che mi ha fatto ragionare molto: ‘Devi sorridere per i tuoi difetti’. Ed è vero. E si è preso il pacchetto intero, pregi e difetti. E io ho fatto la stessa cosa con lui, o almeno ci stiamo provando. A volte vorrei parlare alla Vanessa di 20 anni fa e vorrei darle un consiglio: Vani, smetti di voler essere diversa da quello che sei. Perché tanto la perfezione non esiste. Io volevo diventare ciò che non sono, tutti mi volevano diversa. Tutti. Ma tutti chi? Ho perso tempo a cercare di essere giusta, dimenticando di essere felice. Perché pensavo di essere sbagliata agli occhi degli altri. Se fossi nata negli anni ’30 o negli anni ’50, quando il modello femminile era morbido, sarei stata perfetta. Però vivo nel 2000 e avere le forme è ritenuto sbagliato. E per questo dovrei vergognarmi?Pensate se fossi nata in Colombia, a questo punto potevo essere la musa di Botero… Adesso riesco a sorridere, ma non è sempre stato così. Perché a volte le critiche feriscono: partono da un cellulare e arrivano allo stomaco. E quando vai in giro, sai che dietro le facce che incontri per strada, al supermercato o davanti alla scuola potrebbero nascondersi tutti quelli che pensano che tu sia sbagliata. Ma in realtà quel tutti non esiste. Esistono le persone, ad alcuni puoi piacere e ad altri no. 

Ma va bene così perché la perfezione non esiste. Conta solo quello che pensi di te stessa quando ti guardi nello specchio: beh io sono molto orgogliosa di quello che vedo.

A volte mi piaccio, a volte no. Ma voglio bene alla persona che ho di fronte e penso sia importante circondarsi di persone che ci vogliono bene per quello che siamo e che ci spingono ad essere noi stessi. Perché tanto, nella vita, la perfezione non esiste!

 

”Grazie Vanessa.Tutti in piedi, signori, davanti a questa donna straordinaria

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: