none_o


Dopo l'articolo incentrato sugli avvenimenti dell'inizio del 1800 e sugli adempimenti che Napoleone chiedeva al territorio della Comune di San Giuliano, in cui Vecchiano era stata inclusa da Pietro Leopoldo nel 1776, insieme con tutte le 31 Comunità della precedente Podesteria di Ripafratta, arriviamo ora alle vicende al tramonto dell'Impero napoleonico.Nel 1808 Vecchiano era stata separata, sempre dai francesi, dai Bagni di San Giuliano, dividendo le Comunità a destra e a sinistra del Serchio, ma la procedura fu molto ostacolata dall'amministrazione di San Giuliano. 

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
Di Mattia Feltrio
none_a
di Roberto Sbragia - Capogruppo Vecchiano Civica
none_a
Di U M (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Fabio Poli
none_a
Di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
Domenica 4 ottobre, dalle 15 alle 17
Visita guidata all’Orto e Museo Botanico di Pisa

1/10/2020 - 19:32

Visita guidata all’Orto e Museo Botanico di Pisa
Domenica 4 ottobre, dalle 15 alle 17
  

Nuovo appuntamento con l’Associazione Verde Brillante di Pisa. Domenica 4 ottobre dalle ore 15 alle ore 17 sarà possibile partecipare ad una visita guidata all’interno dell’Orto e Museo Botanico di Pisa. Come ogni prima domenica del mese, l’ingresso ai musei è gratuito.
Fondato nel 1543 dal naturalista, medico e botanico Luca Ghini (1490-1556) l’orto botanico di Pisa è il primo orto botanico universitario del mondo. Costruito originariamente sulle rive del fiume Arno, fu trasferito nell’attuale sede nel 1591 e poi ampliato progressivamente fino all’attuale estensione di circa due ettari. Ospita piante dei cinque continenti: le succulente dei deserti africani e americani; le piante aromatiche della macchia mediterranea; le specie delle paludi toscane; numerosi alberi secolari e tante altre.
Il Museo Botanico è l’erede dell’antica Galleria, istituita nel 1591 dal Granduca di Toscana Ferdinando I de’ Medici, e ne conserva ancora la Quadreria, composta di ritratti seicenteschi di illustri botanici, il Portone monumentale dell’entrata alla Galleria e lo “Studiolo” per i semi dell’Orto botanico. Ospita inoltre oggetti legati all’insegnamento della botanica universitaria dalla fine del Settecento. Alcuni sono vere opere d’arte, come i modelli botanici in cera e in gesso e le tavole didattiche acquarellate (XIX sec.). Altre raccolte sono i campioni vegetali in vitro, la xiloteca, i modelli didattici, gli strumenti della botanica e le collezioni paleobotaniche.
L’Associazione Culturale Verde Brillante nasce a Pisa nel 2016 da un gruppo di persone appassionate di natura e di tutto quello che riguarda la promozione, la valorizzazione del territorio, in particolare di ciò che è legato all’ambiente, alla flora spontanea e alle tradizioni popolari. L’associazione si è ispirata, sia nel nome che nelle linee guida, al libro “Verde brillante” di Stefano Mancuso e dispone di un punto vendita di prodotti fitoterapici “L'erboristeria di Verde brillante”.
Il ritrovo è alle ore 15 precise all'entrata di Via Ghini e la visita termina alle ore 17. 
In caso di maltempo la visita sarà rimandata.
E’ necessario prenotarsi via email, all’indirizzo

 assverdebrillante@gmail.com 
 
ufficio stampa
Matilde Meucci

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri