none_o


Reparto di Oncologia dell’ospedale di Pisa. Davanti all’edificio molti persone in attesa perché l’ingresso è riservato ai soli pazienti oncologici. Ero fortunatamente un accompagnatore e sono rimasto educatamente fuori come tutti gli altri. Devo dire che eravamo tutti con la mascherina, non so se per paura del contagio o per rispetto degli altri ma la situazione era appagante, come quando si vede il rispetto delle regole da parte di tutti i cittadini.

Il surplus di cassa è benvenuto, ma purtroppo è .....
Mes, nessun “effetto stigma”: la teoria dei sovranisti .....
Leggo sul sole 24 ore che l'ultima informativa di cassa .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che .....
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Marina di Pisa, 24 ottobre
none_a
Molina di Quosa, 25 ottobre
none_a
Teatro Nuovo Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 25 ottobre
none_a
Marina di Pisa, 17 ottobre
none_a
Sabato 17 ottobre al Grand Hotel Duomo
none_a
SAn Giuliano Terme, 18 ottobre
none_a
Molina di Quosa, 9 ottobre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      BURRACO!

    Proseguono le attività del Circolo cercando di rispettare tutte le misure anti-Covid. Da venerdi 21 riprendono i tornei di Burraco con una serie di importanti misure di sicurezza tra cui la prenotazione obbligatoria per l'assegnazione del tavolo, norme severe per divertirsi in sicurezza.

    Tutte le notizie sulle attività sul sito FB del Circolo.


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


la ZONE di Pisa
none_a
CSI – Centro Sportivo Italiano-
none_a
Coppa Toscana Juniores sotto la Torre
none_a
open day 20 ottobre palestra Proscaenium
none_a
nato
in un tempo senza tempo
spoglio
corpo al vento
apre gli occhi
guardando curioso
quel volto
e quel fuoco

fa freddo
ma la luce che .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che si capisca qualcosa oggi?

Qualcuno dice che non intende usare i 40 miliardi del MES, perché in .....
Niente controlli nelle case
Cene in casa con amici, cosa prevede il nuovo dpcm anti Covid.

13/10/2020 - 13:09

Cene in casa con amici, cosa prevede il nuovo dpcm anti Covid. Niente controlli nelle case

Cene permesse anche in casa ma con un massimo di 6 amici o invitati oltre ai conviventi: il nuovo Dpcm non introduce i controlli nelle case

Lo stop riguarda solo le feste private, all’aperto o al chiuso che siano. Le cene in casa tra amici, invece, restano permesse, ma con un numero massimo di 6 persone invitate (oltre ai conviventi) e con mascherina, non obbligatoria ma raccomandata: è quanto prevede il nuovo Dpcm anti Covid in vigore dal 13 ottobre 2020. Il nuovo decreto non introduce, al contrario di quanto era sembrato possibile, i controlli nelle case da parte delle autorità pubbliche per verificare il rispetto delle norme.
Cene in casa, possibili con 6 invitati: cosa dice il nuovo Dpcm
Non arriva dunque il divieto assoluto di cene e ritrovi in casa tra amici, come ventilato nei giorni scorsi. Per la verità non c’è nemmeno un limite rigido, ma solo una raccomandazione. “Quanto alle abitazioni private, è comunque fortemente raccomandato di evitare feste e di ricevere persone non conviventi in numero superiore a 6“. Così recita il testo integrale del Dpcm che andrà in Gazzetta ufficiale 13 ottobre nel paragrafo che riguarda i limiti alle cene in casa tra amici per prevenire il contagio da Covid.

Dpcm ottobre 2020: il testo integrale in Gazzetta ufficiale (pdf)

 Anche in questa situazione, che siano cene o semplici ritrovi tra amici in casa, il decreto raccomanda l’uso della mascherina, che non è però obbligatoria. “È fortemente raccomandato l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi”, si legge nel testo del nuovo decreto.
No ai controlli nelle case
Altra novità che va contro quanto trapelato nei giorni scorsi, il nuovo Dpcm non introduce i  controlli nelle case per verificare il rispetto delle norme su cene tra amici e simili. Erano state le parole dello stesso ministro della salute Roberto Speranza a preannunciare forme di controlli nelle case. Parole accolte però con reazioni molto contrarie per un provvedimento giudicato troppo invasivo. Così il governo ha deciso di contare solo sul buon senso degli italiani, senza la necessità di introdurre controlli nelle case o addirittura forme di segnalazione che ricordavano fin troppo la pratica della delazione.





Fonte: Il Reporter
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: