none_o

 

 

 

Contro la pandemia Jacinda Arden, premier della Nuova Zelanda, ha scelto la via più drastica: lockdown generale e chiusura delle frontiere. Con empatia, pragmatismo e coraggio ha fermato il covid-19, sconfitto la destra populista e vinto le elezioni. Bruno Ferraro, da Auckland, ritrae Jacinda come una leader che può dare una lezione magistrale ai politici occidentali su come gestire una crisi.

Delle idee di questa signora non mi interessa granchè. .....
. . . io non sono d'accordo.
Sono anch'io come tanti, .....
SI, CI VOLE R TEMPO per collaudare le bottiglie, .....
. . . . . . . . . . la cittadinanza e lo nominerà .....
Dl Covid: Legnaioli (Lega)
none_a
“Spazio a chi ci porta competenza”
none_a
Segreteria prov.le P.S.I. Pisa”
none_a
ASSOCIAZIONE DEGLI AMICI DI PISA
none_a
Estratto della lettera al quotidiano La Repubblica il 24/11
none_a
di Renzo Moschini, già parlamentare
none_a
diretta live sulla pagina di
Forza Italia Toscana
none_a
Fernando Bezzi - italia viva date fiducia alla competenza
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Poste Italiane comunica
none_a
di Marco Galice, insegnante
none_a
Di Alessandro Anderle-Laureato in Filosofia e laureando in Scienze Religiose. Insegno Pluralismo e dialogo fra le religioni,
none_a
San Giuliano Terme
none_a
A breve in libreria
none_a
di Lorenzo Tosa
none_a
Per effetto del DPCM del 3 novembre 2020
none_a
Quarantesimo della morte del Cav. Vittorino Benotto
none_a
Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 14 novembre
none_a
San Giuliano Terme, 8 novembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Prima strillano che va riaperto tutto, contestano l'emergenza, negano la pandemia, gridano al complotto! . . . poi, QUANDO ESPLODE LA SECONDA ONDATA, .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che si capisca qualcosa oggi?

Qualcuno dice che non intende usare i 40 miliardi del MES, perché in .....
di Umberto Mosso
IL PROFILO DEL SINDACO

19/10/2020 - 11:48

IL PROFILO DEL SINDACO

 

Nei giorni scorsi mi ero divertito a scrivere quale dovesse essere il profilo del Sindaco che avrà la missione di far rinascere Roma come città e come Capitale. I fatti, con la candidatura di Carlo Calenda, mi hanno preceduto. Così pubblico quel profilo che, oggi, mi sembra calzi perfettamente con quello di Calenda più che di ogni altro.I punti non sono scritti per ordine di importanza, sono tutti dirimenti e possono essere letti anche dall’ultimo al primo:

1. Deve conoscere Roma e i suoi problemi, per non perdere tempo ad inquadrare lo “stato di fatto”;

2. Deve avere conoscenza adeguata dei meccanismi istituzionali, sia sovraordinati, che sottordinati, riguardanti lo stato giuridico di Roma Capitale, c’è da fare un grande lavoro per riordinare la materia fortemente connessa con una parallela riforma dello Stato e il decentramento su base Metropolitana;

3. Deve conoscere adeguatamente anche i meccanismi burocratico amministrativi della macchina pubblica, sia per non essere bloccato della burocrazia Capitolina e statale, sia per avere un progetto per riformarla, perché molto dipenderà da questo;

4. Deve avere una esperienza di governo della cosa pubblica nella quale si sia potuta sperimentare e valutare positivamente la sua capacità di direzione in posizione di responsabilità decisionale;

5. Deve possedere doti spiccate di motivatore e saper gestire dinamiche di gruppo, per condividere il lavoro, assumendo rapidamente le decisioni che gli competono avendo sollecitato e valutato il contributo di chi collabora;

6. Deve avere esperienza e rapporti internazionali, soprattutto in Europa, perché la gran parte delle risorse da investire per far rinascere la città verranno da lì e Roma dovrà rivendicare un rapporto diretto con la Commissione Europea, come lo hanno già da anni tutte le più importanti capitali europee;

7. Deve essere aperto alla condivisione, programmatica e progettuale, con le forze più dinamiche della città, quelle economiche, sociali e culturali, dagli imprenditori, alla fitta rete dell’associazionismo territoriale e al terzo settore, alle Università e agli Enti di ricerca, ai grandi e piccoli centri di cultura;

8. Deve darsi un programma rifuggendo dalla tentazione del “collage”, una enciclopedia di problemi e soluzioni che resta lettera morta dopo essere stata scritta, perché soddisfa più i tecnici e gli “esperti” che la scrivono, che non i cittadini.

9. Deve avere chiare tre aspirazioni: una città sostenibile e resiliente; una città che ripara i guasti dell’oggi, ma che investe risorse sul futuro; una città da “riammagliare”, territorialmente, socialmente e culturalmente, prevenendo la contrapposizione tra cultura dell’innovazione e cultura dei diritti civili, sociali e ambientali.

10. Deve essere un Sindaco che pensi a Roma per i prossimi dieci anni, perché è una impresa storica, e non a quello che vorrà fare “da grande”. Il Sindaco di Roma nasce già grande e deve restarlo nel cuore dei romani

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra: