none_o

 

 

 

Contro la pandemia Jacinda Arden, premier della Nuova Zelanda, ha scelto la via più drastica: lockdown generale e chiusura delle frontiere. Con empatia, pragmatismo e coraggio ha fermato il covid-19, sconfitto la destra populista e vinto le elezioni. Bruno Ferraro, da Auckland, ritrae Jacinda come una leader che può dare una lezione magistrale ai politici occidentali su come gestire una crisi.

Delle idee di questa signora non mi interessa granchè. .....
. . . io non sono d'accordo.
Sono anch'io come tanti, .....
SI, CI VOLE R TEMPO per collaudare le bottiglie, .....
. . . . . . . . . . la cittadinanza e lo nominerà .....
Enews 669, di Matteo Renzi
none_a
Guidi IDV Toscana
none_a
Dl Covid: Legnaioli (Lega)
none_a
“Spazio a chi ci porta competenza”
none_a
Segreteria prov.le P.S.I. Pisa”
none_a
ASSOCIAZIONE DEGLI AMICI DI PISA
none_a
Estratto della lettera al quotidiano La Repubblica il 24/11
none_a
di Renzo Moschini, già parlamentare
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Poste Italiane comunica
none_a
di Marco Galice, insegnante
none_a
Di Alessandro Anderle-Laureato in Filosofia e laureando in Scienze Religiose. Insegno Pluralismo e dialogo fra le religioni,
none_a
San Giuliano Terme
none_a
A breve in libreria
none_a
di Lorenzo Tosa
none_a
Per effetto del DPCM del 3 novembre 2020
none_a
Quarantesimo della morte del Cav. Vittorino Benotto
none_a
Pisa
none_a
San Giuliano Terme, 14 novembre
none_a
San Giuliano Terme, 8 novembre
none_a
  • Circolo ARCI Migliarino

      Consegna mascherine

    Campagna per la consegna della mascherine fornite dalla Regione Toscana per tutti i cittadini di Migliarino.

    Il circolo ARCI aderisce alla iniziativa. Di seguito gli esercizi che hanno aderito dove si possono ritirare e gli orari addetti.

     

    CONSEGNA MASCHERINE PROROGATA FINO A LUNEDI 23 NOVEMBRE (SABATO E DOMENICA COMPRESI)


  • Emergenza del Covid-19

      Misericordie della Toscana


     Cari fratelli e sorelle, adesso più di prima siamo chiamati tutti ad un impegno e ad uno sforzo ulteriore per sostenere le nostre comunità, le persone fragili, i nostri anziani, le persone sole e chi viene purtropp colpito da covid-19...


Prima strillano che va riaperto tutto, contestano l'emergenza, negano la pandemia, gridano al complotto! . . . poi, QUANDO ESPLODE LA SECONDA ONDATA, .....
Se non si capiva niente prima, come pretendere che si capisca qualcosa oggi?

Qualcuno dice che non intende usare i 40 miliardi del MES, perché in .....
di Marco Galice, insegnante
(IO VI ACCUSO)

22/11/2020 - 13:38

DA LEGGERE ASSOLUTAMENTE !!!


(IO VI ACCUSO)
Barbara D’Urso, Maria De Filippi, Alfonso Signorini, Alessia Marcuzzi e tutta la schiera della vostra bolgia infernale… io vi accuso.
Vi accuso di essere tra i principali responsabili del decadimento culturale del nostro Paese, del suo imbarbarimento sociale, della sua corruzione e corrosione morale, della destabilizzazione mentale delle nuove generazioni, dell’impoverimento etico dei nostri giovani, della distorsione educativa dei nostri ragazzi.
Voi, con la vostra televisione trash, i vostri programmi spazzatura, i vostri pseudo spettacoli artefatti, falsi, ingannevoli, meschini, avete contribuito in prima persona e senza scrupoli al Decadentismo del terzo millennio che stavolta, purtroppo, non porta con sé alcun valore ma solo il nulla cosmico.
Siete complici e consapevoli promotori di quel perverso processo mediatico che ha inculcato la convinzione di una realizzazione di sé stessi basata esclusivamente sull’apparenza, sull’ostentazione della fama, del successo e della bellezza, sulla costante ricerca dell’applauso, sull’approvazione del pubblico, sulla costruzione di ciò che gli altri vogliono e non di ciò che siamo.
Questo è il vostro mondo, questo è ciò che da anni vomitate dai vostri studi televisivi.
Avete sdoganato la maleducazione, l’ignoranza, la povertà morale e culturale come modelli di relazioni e riconoscimento sociale, perché i vostri programmi abbondano con il vostro consenso di cafoni, ignoranti e maleducati. Avete regalato fama e trasformato in modelli da imitare personaggi che non hanno valori, non hanno cultura, non hanno alcuno spessore morale.
Rappresentate l’umiliazione dei laureati, la mortificazione di chi studia, di chi investe tempo e risorse nella cultura, di chi frustrato abbandona infine l’Italia perché la ribalta e l’attenzione sono per i teatranti dei vostri programmi.
Parlo da insegnante, che vede i propri alunni emulare esasperatamente gli atteggiamenti di boria, di falsità, di apparenza, di provocazione, di ostentazione, di maleducazione che diffondono i personaggi della vostra televisione; che vede replicare nelle proprie aule le stesse tristi e squallide dinamiche da reality, nella convinzione che sia questo e solo questo il modo di relazionarsi con i propri coetanei e di guadagnarsi la loro accettazione e la loro stima; che vede lo smarrimento, la paura, l’isolamento negli occhi di quei ragazzi che invece non si adeguano, non cedono alla seduzione di questo orribile mondo, ma per questo vengono ripagati con l’emarginazione e la derisione.
Ho visto nei miei anni di insegnamento prima con perplessità, poi con preoccupazione, ora con terrore centinaia di alunni comportarsi come replicanti degli imbarazzanti personaggi che popolano le vostre trasmissioni, per cercare di essere come loro. E provo orrore per il compiacimento che trasudano le vostre conduzioni al cospetto di certi personaggi.
Io vi accuso, dunque, perché di tutto ciò siete responsabili in prima persona.
Spero nella vostra fine professionale e nella vostra estinzione mediatica, perché solo queste potranno essere le giuste pene per gli irreparabili danni causati al Paese.
(Marco Galice)

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

codice di sicurezza Cambia immagine

Inserisci qui il codice di sicurezza
riportato sopra:




25/11/2020 - 15:22

AUTORE:
Massimo Santini

Sottoscrivo ogni parola, ogni lettera, ogni virgola (lasciamo il punto e virgola altrimenti si diventa comici...) di quello che il prof Galice ha scritto. E lo voglio apertamente ringraziare perché ha dato piena voce a tutto quello che molti di noi, da almeno venti anni a questa parte, pensiamo e diciamo ma soltanto nei limiti della stretta cerchia di amici, parenti e conoscenti che ci circonda. Una denuncia del genere, scritta in modo così intenso e calibrato (e sicuramente degna anche del più celebre Emile Zola), deve diventare pubblica, deve diventare un manifesto che noi tutti dobbiamo firmare e soprattutto far firmare. E il prima possibile!

25/11/2020 - 14:13

AUTORE:
Migliarinese

Ci siamo dimenticati ma è dalla scesa in campo di Berlusconi nella vita politica che siamo cambiati. Resuscitando le sue televisioni per merito dello statista di allora dal nome quasi straniero cominciò ad imperversare sulle reti con programmi spazzatura e con altri che propagandavano i suoi prodotti. Fece i soldi con quelle e fece decadere il livello medio della cultura e dei valori di tutto un popolo.
La televisione pubblica fu costretta ad adeguarsi per motivi di audience e di introiti pubblicitari e determinò il definitivo declino della sua funzione educativa.
E il trend continua ad essere al ribasso.

25/11/2020 - 11:05

AUTORE:
Vincenzo Marino

Ovviamente la colpa è di chi conduce tali programmi perché accetta di prostituirsi e adeguarsi alle leggi di mercato alle quali le TV private sono soggette per finanziarsi.
I conduttori sono i soggetti finali di questo schifo perché appaiono, quindi i responsabili più visibili, ma sono altrettanto responsabili la proprietà, i genitori dei protagonisti, gli insegnanti che dovrebbero svolgere il loro compito cercando di far capire ai loro figli/discenti che l’aggressività, la prestanza fisica, l’ostentazione del corpo, gli atteggiamenti di disprezzo di chi non la pensa come te non sono valori, ma solo atteggiamenti che a lungo andare provocano danni a se stessi e agli altri. La colpa dei conduttori è gravissima perché pur di “lavorare” si prostituiscono, ma è l’intero sistema che sforna “prodotti” negativi e nocivi alla loro e all’altrui salute.
La bellezza non è un merito come la “bruttezza” non è un demerito”; se nasci bella/o o brutta/o non l’hai scelto tu, ti è stato donato dalla natura. Anche un certo livello d’intelligenza è un dono della natura, ma può diventare un merito solo se questa viene sfruttata per perseguire dei risultati positivi, per il bene comune oltre che per se stessi. Quanti personaggi, ai quali sono stati attribuiti quozienti d’intelligenza superiori, sono diventati storicamente “famosi”, ma solo per le loro nefandezze e imprese spregevoli. Personalmente ritengo negativi anche i tanto osannati conquistatori e i popoli invasori ai quali viene riconosciuto il “merito” di aver sottomesso altri popoli con guerre cruente e persecuzioni inimmaginabili; minchja che belle imprese!

24/11/2020 - 16:45

AUTORE:
Ultimo

........... e Marco Galice l'ha saputa raccontare con efficacia. ......... I programmi televisivi di questi " Conduttori " ( chiamiamoli cosi ) assieme ai pennivendoli che scrivono sui giornali sono la causa della decadenza dei valori sociali e culturali dei nostri giovani. ........ Tali personaggi bisognerebbe ascoltarli e guardali, sono l'esempio lampante di come non ci dobbiamo comportare e cosa non dobbiamo fare. ........ E non è escluso che proprio questi personaggi con i loro programmi televisivi abbiano contribuito in maniera determinante all'incremento numerico di quelle persone ( che poi sono il " popolino " ) di facile indottrinatura che portano in parlamento i tanti " grillini " incapaci nella politica ma un esempio per molti. Okkomesipotrebberolevàdiulo? Accettosuggerimenti. ......... Ultimo

23/11/2020 - 19:44

AUTORE:
Ennio

Ho preso spunto da questa sua lettera per pubblicare un mio post su facebook e un articolo,, dal titolo sopra riportato, oggi sul mio sito
www.enniodifrancesco.it .
grazie se glielo direte esprimendogli il mio grazie .

23/11/2020 - 15:14

AUTORE:
Domenico Mediatore

Mai verità fu più evidente di quella espressa dal prof. Galice. Agli pseudo personaggi elencati ne aggiungerei altri che, con l'alibi di essere iscritti all'ordine dei giornalisti, fanno le stesse cose. Uno ad esempio è Massimo Giletti: uno dei suoi ospiti preferiti è Fabrizio Corona, e chi è Corona? Cosa mai potrà insegnare il sig. Corona? Solo Giletti lo sa.