none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Messina (Italia dei Valori)
Mario Draghi, convocato al Quirinale: giusta e autorevole risposta al fallimento della politica.

4/2/2021 - 13:58



Messina (Italia dei Valori): Mario Draghi, convocato al Quirinale: giusta e autorevole risposta al fallimento della politica.


Le parole del Presidente Mattarella, scrive il Segretario nazionale  dell'Italia dei  Valori  Ignazio Messina, obbligano a fare una profonda riflessione. La politica ha fallito e sono  indubbiamente prevalsi  gli interessi personali di chi, in piena crisi e con il Paese in ginocchio, affetto da “bulimia della poltrona”, ha pensato solo di accaparrarsi qualche posto in più e di troncare preventivamente i nemici nascenti per salvaguardare la propria piccola bottega. Il tutto sacrificando il benessere del Paese e dei cittadini.La colpa è dei soliti noti? Non ho dubbi  ma, a questo punto, è doveroso agire in fretta per trovare una soluzione adeguata che ridia dignità alla politica e risorse alle famiglie e alle imprese.La scelta del nostro Presidente  di convocare al Quirinale, oggi alle 12,30, Mario Draghi per dare vita ad un Governo di alto profilo, che noi dell'Italia dei Valori ci auguriamo possa trovare una maggioranza parlamentare,  è una decisione saggia e fondamentale per la concreta ripartenza dell'Italia e il superamento della crisi causata dalla pandemia sotto l'aspetto sanitario, sociale ed economico. Una cosa è certa: non potranno esserci altre alternative e, con buona pace di chi ha puntato sulla voglia di “attaccamento alla poltrona”, se Draghi non dovesse riuscire, occorrerà convocare le elezioni per archiviare una legislatura tra le più buie della nostra storia

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

4/2/2021 - 17:16

AUTORE:
UNO

...è nell'ultimo trafiletto. Pur autorevole quanto si vuole, Mario Draghi avrà bisogno dei politici, di questi politici che siedono in parlamento. Se troverà una maggioranza che lo sosterrà bene, altimenti rimangono le elezioni. Inizio estate o settembre/ottobre. Di lì non si scappa.
Faccio notare che il Recovery plan italiano non è ancora ultimato, il termine di presentazione è al 30/04/21. Quello inviato alla Ue è sola una prima bozza, peraltro apprezzata dalla stessa commissione, visto che al momento quasi nessun altro stato ha presentato piani. Infine, la prima rata del prestito è programmata per luglio 2021.

4/2/2021 - 14:28

AUTORE:
Osservatore 1

Trovatevi Da-Cordo, poi fate piovere: anzi sarebbe meglio che faceste smettere che di acqua e di incompetenti ne son piene le fosse.
Gli ex "migliori" ministri del mondo non sono riusciti a presentare un accettabile piano ricovery come richiesto dall'UE perché ci conceda a tempo debito i 209 miliardi di Ero (per l'Italia) dei 270 che verranno messi a disposizione dei facenti parte UE.
Il Presidente della Repubblica visto la mancata maggioranza al senato e visto le dimissioni del PdC date in anticipo per non essere bocciato dal Parlamento e quindi comprometteva anche la sua "eventuale" carriera politica di bocciato e non rimanendo altro da fare, ha annunciato la Sua decisione di procedere ad un tentativo di Governo dei Migliori (per davvero) dando l'incarico al miglior riconosciuto sulla sena mondiale.
Mario Draghi ora è al lavoro per risolvere politicamente e socialmente una delle troppo frequenti nostre crisi di governo.
Con questa legge elettorale e con la prossima che vorranno (a dispetto) come fu con il "porcellum", peggioreranno la stabilità politica che sarebbe garantita come per la legge dei sindaci; dove anche voi piccolo partito messosi nelle mani del "collega" di Di Pietro -Ingroia- con un colpo solo fece sparire dal Parlamento quattro partiti - IdV-RC-PCdI-Verdi.

E chiaro che a chi sulla carta è dato a meno del 5% non possono impedirgli di candidarsi a sindaco e che difficilmente potrebbe sperare di essere eletto al primo turno; ma nel secondo turno gli elettori dei partiti cosiddetti minori poi orienterebbero il loro voto a personalità a loro più vicine e...rivendicando anche un posticino in giunta se l'apporto di voti fosse congruo.
Ora ci chiamano al voto noi cittadini elettori per molto spesso votare contro altrimenti viene il "babao" e poi "loro" in Parlamento fanno accordi con i "babao" creando governi mostro del tipo: verde/giallo-rosso/giallo ed ora con la compravendita "delle vacche" si rischiava un governo...scureggiallo.
saluti