none_o
Proseguendo la serie di articoli sulle vicende ( e leggende) del territorio, Agostino Agostini ci regala il resoconto immaginifico del serpente-alato, che abitava il castello dei Pagano da Vecchiano. Fu ucciso - secondo la leggenda - da Nino Orlandi nel 1109 nella selva palatina di Migliarino (oggi tenuta Salviati). Imbalsamato fu posto nel Duomo di Pisa ma ando' perduto nell'incendio del 1595. Una ulteriore riprova della grande ricchezza storica del nostro territorio.
Ammetto l'errore, ho solo visto il simbolo di presentazione, .....
. . . . Buonafede Alfonso, candidato sindaco di Firenze, .....
Cosa ci dicono le votazioni in Sardegna?

Calenda .....
Più che sembrare cavilloso mi sembri "mistificante" .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
Associazione ambientalista - LA CITTÀ ECOLOGICA APS
none_a
di Umberto Mosso
none_a
di Bruno Pollacci
Direttore dell'Accademia d'Arte di Pisa
none_a
Primo Levi#Auschwitz #PrimoLevi #ebrei #campidiconcentramento #giornatadellamemoria
none_a
Eccolo
Come una furia scatenata
è arrivato il vento
a riportare tormento
alle marine
Prima con le piogge
che hanno colpito
la montagna
con smottanento
frane .....
LA TARI è ARRIVATA E SALATA
MA IL KIT PER LA RACCOLTA NON ANCORA
SIAMO A MARZO.

COME MAI?
COSì NON VA BENE.
Molina mon amour
Molina mon amour e l'8 marzo: il racconto "La principessa delle capre felici" di Ovidio Della Croce

2/3/2021 - 12:15

Molina mon amour e l'8 marzo: il racconto "La principessa delle capre felici" di Ovidio Della Croce letto da Daniela Bertini


Molina mon amour aderisce alla Giornata internazionale della donna dell'8 marzo con la lettura di un racconto di Ovidio Della Croce da parte di Daniela Bertini, "La principessa delle capre felici". Si tratta della storia di Agitu Idea Gudeta, rifugiata etiope trapiantata in Trentino, dove si era costruita una vita come allevatrice di animali e imprenditrice casearia e uccisa da un proprio dipendente, poi reo confesso, lo scorso 29 dicembre.

Il video della lettura di Daniela Bertini nella sede della biblioteca dell'associazione, corredato dai disegni di Daniela Sandoni, sarà pubblicato sulla pagina Facebook di Molina mon amour lunedì 8 marzo. L'iniziativa ha ricevuto il patrocinio del Comune di San Giuliano Terme.

Lara Ceccarelli, assessora alle pari opportunità, e Lucia Scatena, vicesindaca con delega alla cultura: "Abbiamo concesso volentieri il patrocinio a questa iniziativa di Molina mon amour che ha messo in risalto una storia molto significativa sul tema dei femminicidi e che tocca anche il mondo del lavoro dal punto di vista delle donne. Questa iniziativa si sposa molto bene con la 'Festa dei colori' che come amministrazione inauguriamo l'8 marzo e prevede l'installazione di panchine colorate legate a temi di rilevanza nazionale e internazionale, come, appunto, l'8 marzo. Quindi grazie a Molina mon amour e alla biblioteca dell'associazione nella sede della S.O.M.S. di Molina di Quosa".

Gabriele Santoni, presidente di Molina mon amour: "Molina mon amour vuole dare un segnale: l'associazione è attiva, si sta riorganizzando ed è pronta a ripartire non appena sarà possibile. Nel caso della Giornata internazionale della donna abbiamo voluto mettere l'accento su un tema che abbraccia il campo dei diritti delle donne e della non violenza, mettendo a disposizione la biblioteca nella sede della S.O.M.S. Ringrazio Ovidio Della Croce per questa 'fiaba vera' e Daniela Bertini per averla resa ancora più bella con la sua voce. Grazie anche all'amministrazione comunale di San Giuliano Terme per il patrocinio".


Francesco Bondielli
ufficio stampa Molina mon amour
Facebook


+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri