none_o



Orazio Riminaldi non è il mio pittore preferito. Dunque, credetemi: la decorazione della cupola della Cattedrale di Santa Maria Assunta di Pisa è davvero una “figata pazzesca”. La cominciò nel 1627, a trentaquattro anni, morì a soli trentasette anni di peste bubbonica. Aveva investito molto nella sua formazione di artista. Quando capiremo che investire nella formazione è un punto strategico?

Il PD del vescovo Letta ha tolto la tari alla chiesa, .....
Con le nuove aliquote irpef come al solito ci rimettono .....
. . . tutti noi bravi soldatini bersaniani-cuperliani .....
La confessione me la sono vista e devo dire che Facchinetti .....
....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

di Riccardo Ricciardi
none_a
di Anna Ferretti e Michele Passarelli Lio (Coordinatori Provinciali)
none_a
di Renzo Moschini
none_a
I Consiglieri di Vecchiano Civica
none_a
Comitato Comunale di Italia Viva Pisa
none_a
Marina di Pisa, 3 dicembre
none_a
L'arte di fare l'olio a Vicopisano
none_a
Circolo ARCI Migliarino
none_a
Ai Circoli ARCI di Filettole e Nodica, sab.4 dic.
none_a
Il Fortino, Marina di Pisa, 4 dicembre
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Seduto al freddo e piove neve
Ma non ti nota quella gente
Con quello sguardo cerchi aiuto
Tu sei per loro inesistente
Mentre tu geli fra il cartone
Passan .....
Buongiorno, stamattina anche complice il forte vento e' caduto un palo della luce stradale in via d'ombra zona largo tazio Nuvolari, solo il "caso" a fatto .....
"Dante, una terzina per volta"
di Stefano Benedetti
BEATRICE LASCIA DANTE!
PER SEMPRE!

20/3/2021 - 17:28

Secondo capitolo della nuova rubrica sulla Divina Commedia di Stefano Benedetti. E anche una nuova foto per la rubrica, quella di Greta Garbo. Chi più Diva, più Beatrice di lei?

 


Risiamo da capo alla canzone, e ogni tanto riappare la nostra mitica Prof. del liceo (pace all'anima sua, la mia è morta da tempo), che ci mette di fronte all'Opera di Dante.

 

E ci racconta che il nostro Poeta, nel suo cammino (da vivo) ultraterreno, è accompagnato prima da Virgilio (che rappresenta, ahinoi, la Ragione) attraverso l'Inferno e il Purgatorio, ma non oltre, in quanto il Mantovano per vari motivi (uno perché non battezzato se ne deve ritornare nel limbo, due perché la Ragione stessa è insufficiente a condurci verso Dio) ad un certo punto si fa dare il cambio da qualcun'altra.

 

Ed è a questo punto, quindi, che appare Beatrice, la nostra eroina, la nostra Greta Garbo, che impersonifica la Fede e la Teologia che accompagnerà il Sommo per tutta la terza Cantica Paradisiaca fino alla visione celestiale, superna, di Dio.
Ragazzi, diffidate della Prof. perche’ Beatrice molla Dante sul più bello!

e volgeami con voglia riaccesa
per domandar la mia donna di cose
di che la mente mia era sospesa. 

Uno intendëa, e altro mi rispuose:
credea veder Beatrice e vidi un sene
vestito con le genti glorïose. 
(Par. XXXI, 55-60)


Siamo nel XXXI del Paradiso e il nostro Dante è tutto preso nella visione celestiale di ciò che lo circonda, ed a un certo punto, per istinto, si volta verso Beatrice per porgli dei Divini quesiti, ma Beatrice è sparita, si è volatilizzata!


E al posto Suo, appare un'altra figura fondamentale (quanto sconosciuta, non solo alla vostra Prof.), una figura di vecchio che si preoccuperà di condurre Dante fino alla Visione di Dio, Bernardo da Chiaravalle.


A questo punto bisogna però un attimo almeno stupirci di questa repentina uscita di scena di Beatrice, che non ci saremmo mai aspettati che potesse lasciare così in prossimità della fine (senza mai più riapparire).

 

Immaginate Dante, poveretto, che si volta di nuovo per parlare, per ricontemplare una volta di più la Sua Amata e, se la vede sparire e per di più al suo posto non ci trova un'altra bella Santa (e in Paradiso ce ne sono a bizzeffe) ma un vecchio canuto!!


Ahi, Dante, queste donne!

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri