none_o


Collegandoci ad un precedente pubblicato sulla Voce nell’ottobre 2017, riguardante la casa che ospitò a Marina di Vecchiano, i marinai incursori della X Mas, casa e annesso che versano nel più grande totale abbandono ormai da moltissimi anni, senza che nessuno faccia qualcosa, vorremmo riproporre una domanda, tenendo di conto di una serie di fatti noti ed acclarati.

Negli ultimi tempi, quando ancora le restrizioni non .....
Se il governo non prende la guida totale delle vaccinazioni .....
. . . del Socialcomunismo🤔 alla sanfredianese😎🧐🤓🙃😂 .....
Qualcuno era Comunista perché Berlinguer era una brava .....
VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


2 associazioni che vedono le donne protagoniste di molte iniziative e attività, in modo discreto e silenzioso. Un'operosità importante per tanti in maniera diretta, e indirettamente per tutta la comunità, perchè la loro presenza è un monito importante per tutti a non girare la testa e a non restare indifferenti. 

VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


E’ compito di tutti battersi per salvare l'ambiente e rendere la terra un posto migliore per le generazioni future.

VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


«Nemo Separet Quod Musica Conjunxit» 
(Nessun separi ciò che la musica ha unito)

Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Alessandro Trocino
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
"Dante, una terzina per volta"
di Stefano Benedetti
none_a
Domenica 11 aprile ore 19.15
none_a
Libreria Civico 14, Marina di Pisa
none_a
RAI Storia, 5 aprile
none_a
"Bruno Pollacci fotografo"
none_a
Terza moglie del nonno dell'ex presidente
none_a
Migliarino Volley
none_a
Accordo di tre anni raggiunto con la società
none_a
Migliarino Volley
none_a
La forza di Elisa, l’avvocata-pugile
none_a
l accompagnai al suo portone
A passi lenti ed ingombranti
Senza quei baci ne un saluto
Già la sentivo più distante

Con nessun gesto né emozione
Il .....
Fra uno ( leghista ? ), che parla di mercato delle vacche di Conte, come se il centrodestra non l' avesse mai fatto, ricordate Scilipoti e altri, e .....
Per la segreteria P.S.I. Pisa Carlo Sorrente
Lettera aperta al-
Al Presidente della Giunta Regionale

3/4/2021 - 10:56


Al Presidente della Giunta Regionale

E p.c. Consigliere esperto per la vaccinazione Assessore alla Sanità Consiglieri tecnici Presidente del Consiglio Regionale

Capi gruppi del Consiglio Regionali Sede

 

Consentici anzitutto Presidente di manifestarti un certo stupore per la scelta oggettiva che, nel tentare di salvare i Toscani, la Regione abbia deciso di imboccare una strada che non condividiamo: trascurare i più fragili, i socialmente più deboli i più anziani, concentrando le poche risorse, per i debiti ereditati e per le note inefficienze europee nella fornitura dei vaccini, a favore di categorie agguerrite.

Il P.S.I. ritiene che la responsabilità è ben più vasta e radicata sia nella catena organizzativa della sanità toscana che in quella politica delle forze che sostengono, da oltre venti anni, la maggioranza di governo regionale.

Ci permettiamo di comunicarti l’ opinione frutto della conoscenza dei nostri territori e dei suoi cittadini:

-La pandemia nella sua terza ondata ha mostrato le difficoltà anche del nostro sistema sanitario regionale a far fronte all’emergenza covid.

- Le strutture ospedaliere, in mancanza di adeguati presidi sanitari diffusi sul territorio, rischiano di collassare; in prospettiva, negli obbiettivi europei, si prevede il rafforzamento di strutture non ospedaliere come le case della salute e la telemedicina; ma alcune direzione tecnico-politiche che sono restie a imboccare con risolutezza questa strada.

-Una maggiore diffusione delle case della salute e delle USCA consentirebbe di organizzare meglio le attività non ordinarie dei medici di medicina generale, i tracciamenti e le vaccinazioni.

-Forte è la preoccupazione di essere in difficoltà quando si realizzerà a breve la campagna su larga scala di vaccinazione in carenza di centri vaccinali organizzati con tutti gli strumenti previsti dai Dpcm emanati dal governo Draghi e non ancora concretizzati adeguatamente su tutti i territori.

-I Comuni coinvolgano la struttura ospedaliera e/o il presidio sanitario, al fine di segnalare gli opportuni spazi come palestre, scuole, associazioni degli Enti di Promozione Sportiva del C.U.S. e dei Circoli Culturali.

-I comuni e la Regione si predispongano ad interfacciarsi con le prefetture, i comandi militari e con la protezione civile.

-I Comuni e la Regione favoriscano l’organizzazione degli appuntamenti per mezzo di un coordinamento di equipe in emergenza Covid nelle varie ASL utilizzando il prezioso supporto dei medici di base gli unici che conoscono le patologie dei loro pazienti, includendo anche le farmacie.

-La Regione, per la somministrazione del vaccino, proponga l’utilizzo di medici e infermieri di recente pensionamento idonei e disposti a svolgere questo servizio anche avvalendosi di studenti del 5° -6° anno di medicina.

-Si prenda atto che il sistema informatico e telematico è inadeguato, si renda trasparente all’opinione pubblica chi, come, perché e quanto costa e si provveda conseguentemente.

-Il Consiglio Regionale e i Consigli Comunali approvino atti affinché il Governo di solidarietà nazionale guidato dal premier Draghi ed il Parlamento si attivino per l’acquisizione delle risorse del MES con il fine di realizzare infrastrutture logistiche a supporto sanitario, di strutture ospedaliere e ricovero dedicate al trattamento dei pazienti affetti da patologie epidemiche e non, onde garantire la diretta e concreta operatività delle attività sanitarie alla luce di tutto quanto sopra esposto.

 



Fonte: Segreteria P.S.I. Pisa Carlo Sorrente
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri