none_o


Collegandoci ad un precedente pubblicato sulla Voce nell’ottobre 2017, riguardante la casa che ospitò a Marina di Vecchiano, i marinai incursori della X Mas, casa e annesso che versano nel più grande totale abbandono ormai da moltissimi anni, senza che nessuno faccia qualcosa, vorremmo riproporre una domanda, tenendo di conto di una serie di fatti noti ed acclarati.

Negli ultimi tempi, quando ancora le restrizioni non .....
Se il governo non prende la guida totale delle vaccinazioni .....
. . . del Socialcomunismo🤔 alla sanfredianese😎🧐🤓🙃😂 .....
Qualcuno era Comunista perché Berlinguer era una brava .....
VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


2 associazioni che vedono le donne protagoniste di molte iniziative e attività, in modo discreto e silenzioso. Un'operosità importante per tanti in maniera diretta, e indirettamente per tutta la comunità, perchè la loro presenza è un monito importante per tutti a non girare la testa e a non restare indifferenti. 

VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


E’ compito di tutti battersi per salvare l'ambiente e rendere la terra un posto migliore per le generazioni future.

VECCHIANO E' VOLONTARIATO
#TANTIFILIUNASOLAMAGLIA


«Nemo Separet Quod Musica Conjunxit» 
(Nessun separi ciò che la musica ha unito)

Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Alessandro Trocino
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
"Dante, una terzina per volta"
di Stefano Benedetti
none_a
Domenica 11 aprile ore 19.15
none_a
Libreria Civico 14, Marina di Pisa
none_a
RAI Storia, 5 aprile
none_a
"Bruno Pollacci fotografo"
none_a
Terza moglie del nonno dell'ex presidente
none_a
Migliarino Volley
none_a
Accordo di tre anni raggiunto con la società
none_a
Migliarino Volley
none_a
La forza di Elisa, l’avvocata-pugile
none_a
l accompagnai al suo portone
A passi lenti ed ingombranti
Senza quei baci ne un saluto
Già la sentivo più distante

Con nessun gesto né emozione
Il .....
Fra uno ( leghista ? ), che parla di mercato delle vacche di Conte, come se il centrodestra non l' avesse mai fatto, ricordate Scilipoti e altri, e .....
In Bocca di Serchio...
...con l'amaro in Bocca.

6/4/2021 - 18:35


Si parla ampiamente di XMAS  e di storia e  allora ripropongo un articolo da me postato su questo giornale il 12 febbraio 2014, ancora attuale e, purtroppo, ancora non risolto.


Era già un po' di tempo che ogni sabato, finita l’esercitazione in mare, il giovane  inforcava la bicicletta alla volta della stazione per prendere il treno dirette a Firenze deve, si mormorava, avesse qualche interesse femminile.
Un sabato rientrarono  in ritardo dall’esercitazione, verso mezzogiorno.
Realizzò subito che avrebbe senz'altro perso il treno, se si fosse recato al paese in bicicletta.
Ma tanto era il desiderio di andare a Firenze...
L’unica alternativa era costituita dalla veloce auto di servizio riservata al comando. Chiamò subito l'autista, un certo Bacigalupo, e si fece accompagnare, senza indugio, alla stazione.
Prima di scendere domandò:
"Bacigalupo, secondo te, quanti litri di benzina può consumare quest’auto dal mare a qui e ritorno?"
"Ma non so comandante, forse non più di due."
”Bene Bacigalupo, scendi e acquistami l’equivalente del costo di tre litri di benzina in marche da bollo".
Venuto in possesso delle marche, il giovane le  strappò in piccoli pezzi sotto gli occhi delle sbigottito Bacicalupo.
Estinse così, a suo modo, il debito contratto con la nazione per aver usato, a fini personali, un mezzo dello Stato.


La scena si svolgeva nel 1940, il giovane militare era Teseo Tesei, la stazione era quella di Migliarino Pisano e Bocca di Serchio la base.
 
Lezione di storia?
Dubbio!
Casomai Lezione di moralità!
Era un'altra era da ora!
La Nazione, la Patria, l’Onore, il Dovere?
Puah!
 
Ma non è di questa storia che volevo parlare, ma di come la storia sia rimasta così nascosta tanto da diventare Storia.
Nelle case di Marina, dove la Marina aveva fatte le sue case, vivevano i contadini Salviati dei poderi Fornace e Fornacino (Ciardelli e Coli) che non hanno MAI interferito con i guastatori né MAI lasciato trapelare qualcosa su di loro e sul “mestiere” che facevano sebbene ricevessero piccole riparazioni di elettricità e visite mediche da parte del dottore della Decima, Falcomatà.
Guardate al fondo di questa foto dove si vedono i contadini intenti a sistemare i pagliai e sicuramente uno di loro sarà Tranquillo Coli, a quel tempo ventenne.
L’immagine è della visita al gruppo da parte del Duca Aimone di Savoia-Aosta.
Tesei è quel moretto in tuta di fianco all’ospite sulla destra della foto.
Ha ancora un anno davanti a sé, un anno di vita di Serchio e di morte di Mare.
 


Fonte: foto tratta da "Bocca di Serchio" album fotografico della base della X Flottiglia MAS di Gianni Bianchi
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri