none_o


All'interno di questa rubrica abbiamo sempre ospitato temi non di attualità, bensì legati alla storia, storia sociale, politica, ambientale e storia di ricordi del nostro territorio. Ora vorremmo estendere la visuale storica, impegnandoci in un obiettivo ambizioso: fornire un quadro generale della vita delle comunità rurali dell'800 nel comune di Vecchiano.

Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
. . . . . se si parte dalle crociate medievali (1096-1270) .....
La storia è una perfetta sconosciuta su questo forum, .....
. . . . . . . . . . . . condotta da Jader Jacobelli .....
. . . minacce e offese al di fuori degli anni "70, .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


UN IMPEGNO COSTANTE PER MANTENERE VIVO IL PASSATO E FRUIRNE ANCORA IN FUTURO

Vecchiano Civica presenta i propri candidati
none_a
A NODICA-Piazza Enzo Ferrari: Sabato dalle 9.00 alle 19.00
none_a
Un Cuore per Vecchiano
none_a
Insieme per Vecchiano
Filettole, 19 settembre
none_a
Insieme Per Vecchiano - Candidate/Candidati
none_a
Insieme Per Vecchiano - Candidate/Candidati
none_a
pubblicazione Candidati
none_a
di EROS CARLOPPI ( Presidente del C. D. Provinciale del PSI)
none_a
Vecchiano Civica presenta i propri candidati
none_a
Insieme per Vecchiano - Candidate/Candidati
none_a
“Il Parlamento farà ciò che ritiene”: nello scontro con Franceschini tutta l’indipendenza di Draghi
none_a
Rifiuti, Mazzetti (FI)
none_a
di Ernesto Galli della Loggia
none_a
Di Salvatore Carollo
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Misericordia del CEP, Gabella (Calci)
none_a
Metato
none_a
Il Bargellona si accontenta della Coppa Limiti
none_a
È con te
Facciamo oggi quella scelta
Oggi in due ma restiamo sempre noi
È con te
Che la vita è come foglia
Noi leggeri saggi dentro vuoti mai
Sei .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
none_o
ASBUC Vecchiano: la svolta del 1940

1/8/2021 - 9:48

La svolta del 1940, l’atto transattivo
 
In questa seconda parte ripartiamo dal documento depositato in Regione Toscana dal Dott. Calosi, già commissario agli usi civici.
Nel documento leggiamo : “Il 1 Dicembre 1784 e ratificato in data 24 Dicembre, il Cardinale Gregorio Salviati acquistò dalla Mensa Pisana quella che fu denominata “ Tenuta di Migliarino”. Questa tenuta era gravata da usi civici a favore degli abitanti di cinque frazioni : San Frediano, Sant’ Alessandro, Avane, Nodica e Filettole. Parte di questi terreni furono venduti, altri, rimasti di proprietà Salviati, furono oggetto di ulteriori liti e dispute fra il Comune in rappresentanza delle frazioni e la Proprietà.”
 
Di fatto i terreni venduti dalla Mensa Pisana nel 1784 passarono di mano in mano nell’ambito della famiglia Salviati ed anche venduti ad altri.
Si arriva così  all’anno 1927 quando il Comune di Vecchiano denuncia l’esistenza dei beni civici nel padule e nel 1928 vengono istituite le pratiche per la liquidazione transattiva.
Dal 1928 fino agli anni ’40 la zona del Padule è stata oggetto di ampie e profonde liti, prima tra il Comune e gli ex proprietari (Salviati e altri) e poi, con l’istituzione del Parco Naturale, tra il Comune e parte della popolazione praticante la caccia e la pesca.
 
La zona contesa si trova sulla riva Sud del lago di Massaciuccoli ed è costituita in parte  da terreni palustri ed in parte da terreni di recente bonifica formanti però un sol corpo dell’estensione complessiva di ettari 33.78.20.
 
Nel 1940 si arriva all’atto di transizione tra il Comune di Vecchiano, in rappresentanza delle frazioni di San Frediano, S. Alessandro, Nodica, Avane e Filettole e i proprietari terrieri (Zalum, Gambini e altri).
Il Comune di Vecchiano è rappresentato all’epoca dal Podestà Comm. Col. Arnaldo Antonietti che con questo atto determinerà che i terreni situati lungo la riva sud del lago di Massaciuccoli siano assegnati alla collettività per uso civico. Rimangono in piedi alcune pendenze che saranno poi chiarite dalla successiva relazione Castellani.
 
Con decreto del 28 Marzo 1942 l’agronomo Sante Castellani, Perito Demaniale, fu incaricato di compiere le azioni necessarie che ricostruissero i vari passaggi per poter giungere ad una soluzione del caso. Fu così redatta dallo stesso Castellani la relazione conclusiva datata 12 Luglio 1943 che definì in modo esatto e puntuale la consistenza e ubicazione dei terreni gravati da uso civico.
 
Nell’anno 1944 il Comune di Vecchiano in qualità di gestore delle terre ad uso civico delibera e pubblica un regolamento sulle concessioni di taglio piante, di caccia e pesca nel padule della Gusciona……. ( Il Comune pertanto attesta come  l’esercizio della caccia  sia sempre stato effettuato e tratta la caccia e la pesca come diretto derivato dei regolamenti degli Usi Civici, provvedendo a spedire la suddetta delibera e regolamento alla prefettura di Pisa).
Successivamente e non senza inciampi si arriva alla costituzione del Comitato di Amministrazione Separata per i beni Civici (ASBUC) che viene regolarmente eletto dai frazionisti aventi diritto e che è tutt’ora l’ente che amministra il Demanio Collettivo.
I beni gestiti consistono in quelli qui sopra descritti riferiti al Padule di Vecchiano e alla ex cava mineraria di San Frediano di cui tratteremo più vanti e che merita un approfondimento a parte.
 
 
 
 
 
 



+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri