none_o

Passaporto verde: anche il nome dovrebbe far riflettere e rassicurare. Il verde è il colore delle possibilità, del benvenuto, dell’accoglienza, della tolleranza e della salute. Rifiutarlo sembra da sciocchi, da sprovveduti, da fuori dal mondo reale, forse anche da manipolati, da chi mette in questo rifiuto, in questa protesta, molto di più di quello che in effetti ci dovrebbe essere. Alla base, forse, una buona dose di ideologia per essere sempre contro, contro il sistema....

Siamo stati chiusi in casa e per disposizione governativa .....
Quelli che lei chiama ignoranti irresponsabili sono .....
. . . . . . . . . . . . Anche il codice della strada .....
Abbiamo vinto contro malattie terribili come il vaiolo .....
Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

Vecchiano è Volontariato
#tantifiliunasolamaglia


UN IMPEGNO COSTANTE PER MANTENERE VIVO IL PASSATO E FRUIRNE ANCORA IN FUTURO

Pisa, 11 novembre
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
no vax? Portateli a visitare un reparto"
none_a
Pisa, 15 e 17 ottobre
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
È con te
Facciamo oggi quella scelta
Oggi in due ma restiamo sempre noi
È con te
Che la vita è come foglia
Noi leggeri saggi dentro vuoti mai
Sei .....
caro baffuto baffino ricorda che la fantasia se sfocia in diffamazione e calunnia quello e reato e non pregare la Santa Vergine a Roma davanti alla porta .....
none_o
Le Gorgoni.

13/10/2021 - 21:04



Medusa, la più conosciuta delle tre  Gorgoni, è una figura della mitologia greca. Insieme con Steno ed Euriale, sue sorelle,  aveva il potere di pietrificare chiunque avesse incrociato il loro sguardo. Delle tre sorelle solamente Medusa non era immortale e si narra che fosse stata decapitata da Perseo.  
Questo si legge nei libri di scuola e le storie greche hanno sempre avuto un tono misterioso e quasi lugubre, ma immaginate la storia di Medusa trasportata in Italia, meglio a Livorno, come quasi normale sia dato il loro nome simile ad una delle isole dell’arcipelago toscano.
Medusa abitava in Gorgona e terrorizzava abitanti e pescatori con la particolarità di pietrificare chi la guardava, forse aveva dei bellissimi occhi ipnotici e una bellissima faccia con una capigliatura diversa da quella che avevano le giovinette locali, fatto sta che la voce della sua “particolarità” aveva attizzato un odio dei giovani (forse respinti amanti?) che sfociò in una vera mania di annientamento. Fu scelto il più focoso, tal Perseo, al quale venne data la spada più affilata e l’ordine di tagliare la testa alla “strega”. La voce arrivò anche a Medusa che si mise in allarme e una sera, sentito un movimento sospetto e un’ombra che si avvicinava urlò: “sei Perseo?”.
La risposta fu: ”trentaseo!”.
Medusa non poté trattenere una risata, così forte e gradita da farle venire le lacrime agli occhi che persero il loro potere e permisero al giovane di decapitarla.
Questa la vera storia di Medusa, le Gorgoni e Perseo.
Nella versione greca dalla testa mozzata della giovane nasce il cavallo alato Pegaso e nella nostra Perseo prende in premio la barca a vela ormeggiata nel piccolo porto, barca bianca con un cavallo alato disegnato sulla vela e dal nome ”Pegaso”.


Ma questo sproloquio a cosa serve, vi domanderete voi lettori?
Quando vado in giro per il nostro bosco, lo avevo già detto molte volte, mi sento immerso nella Leggenda e nella Fantasia e vedo gnomi, fate, unicorni ed anche maghi e streghe tanto da poter dire che il nostro è veramente “Il Bosco del Mito”.
Nel giugno del 2006 Francesca Centurione Scotto, con questo nome, organizzò  una memorabile mostra con quadri, scritti e poesie di artisti italiani e stranieri.
 
 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

16/10/2021 - 10:39

AUTORE:
Silvan

Carissimi amici a me sembrano turioni
ossia due giganteschi mazzi di asparagi, perfetti per placare la voracità delle enormi creature silvane erranti sul territorio e che hanno deciso di diventare vegetariane.
Però, osservando meglio quei turioni,
direi che la somiglianza con quelle testine di cacchio che stanno spappolando i marroni spargendo caos e violenza un po' ovunque è calzante: grovigli di scalmanati che si tengono fingendo di supportarsi, scapigliati urlanti offensivi prepotenti e devastatori che, screma screma di buono c'hanno poco rispetto alla parte legnosa da scartare...fenomeni stagionali che auspico per il bene dell'intera comunità abbiano labile e precaria durata.

15/10/2021 - 0:07

AUTORE:
Giangi

Vide anche un pino e gli rivolse la parola "dimmi, Pino". Che Pino e Pino chiamami signor Giuseppe!!

14/10/2021 - 8:21

AUTORE:
Da u a u

Che vuol dire:
Ultimo
Umorista
Unico

14/10/2021 - 7:32

AUTORE:
GigiDiTeglia

............. di Perseo ......... la sbalordita Medusa volse lo sguardo imbarazzata e vide un piccolo Pero ......... e curiosa come al solito gli chiese: sei perotto? E la risposta fù: Quarantotto. ...........GigiDiTeglia