none_o


In questo nuovo articolo di Franco Gabbani viene trattato un argomento basilare per la società dell'epoca, la crescita culturale della popolazione e dei lavoratori, destinati nella stragrande maggioranza ad un completo analfabetismo, e, anzi, il progresso culturale, peraltro ancora a livelli infinitesimali, era totalmente avversato dalle classi governanti e abbienti, per le quali la popolazione delle campagne era destinata esclusivamente ai lavori agricoli, ed inoltre la cultura era vista come strumento rivoluzionario. 

. . . altrimenti in Italia tutto il potere centrale .....
Sei fuori tema. Ma sappiamo per chi parli. . .
. . . non so se sono in tema; ma però partito vuol .....
Quelle sono opinioni contrastanti, il sale della democrazia, .....
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
per pubblicare scrivere a: spaziodonnarubr@gmail.com
di Andrea Paganelli
none_a
PRESENTAZIONE DI Antonio Giuseppe Campo (per studenti e lavoratori fuori sede)
none_a
IL SEGRETARIO DE LLA SEZIONE DI SAN GI ULIANO TERME
none_a
Di Andrea Paganelli
none_a
IMMAGINA San Giuliano Terme
none_a
Nei tuoi occhi languidi
profondi, lucenti
piccolo mio
inestimabile tesoro
vedo il futuro
il tuo
il presente
quello del tuo babbo
il passato
quello .....
Nel paese di Pontasserchio la circolazione è definita "centro abitato", quindi ci sono i 50km/ h max

Da dopo la Conad ci sono ancora i 50km/ h fino .....
Pisa
Pisa Book Festival è stato un successo.
Tutti pronti per la 20° edizione del 2022

16/10/2021 - 8:55



Pisa book festival ha voltato pagina e ha ripreso il suo spazio fra gli eventi più importanti nel campo culturale. Il Comune di Pisa ha creduto nel rilancio di questa importante manifestazione libraria internazionale.

 

A differenza dell’ultima esposizione al Palazzo dei congressi (2019) quest’anno ha avuto una collocazione itinerante.

Spazio centrale sono stati gli Arsenali repubblicani che hanno ospitato 70 editori che hanno presentato gli ultimi libri usciti e in alcuni casi era presente anche l’autore per una dedica in diretta.

Al Museo delle navi Antiche sul lungarno Simonelli si sono svolte le presentazioni delle opere e degli autori.

Anche Palazzo Blu è stato protagonista accogliendo i libri e i loro autori.


Un’iniziativa che ha avuto un grande successo.

Un colpo d’occhio piacevole nel vedere le persone che si spostavano da un luogo all’altro commentando l’ultimo incontro avuto con lo scrittore o scrittice preferita.
Molti eventi con il tutto esaurito, prenotati già da giorni per rispettare le norme anti covid.

Per la visita all’interno degli Arsenali  era previsto il green pass per dare sicurezza a chi entrava.

C’era fila all’ingresso soprattutto nei pomeriggi di sabato e domenica e questo ha fatto piacere a Lucia Della Porta ideatrice e responsabile dell’evento che si è detta soddisfatta della risposta avuta dal numeroso pubblico presente che con la sua presenza ha confermato la scelta di realizzare la manifestazione nonostante le complicazioni contingenti.

Ha ringraziato il Sindaco Conti,  i responsabili del Museo delle Navi e la Fondazione Pisa per aver messo a disposizione i rispettivi locali. 

Per il prossimo anno Della porta ha pensato di proporre anche Palazzo Reale e far diventare l’evento ancora più distribuito sui bellissimi lung

rni.


Ci sono stati incontri di rilievo come “Tutto su Leopardi” al museo delle Navi.

Tutto esaurito con una lunga lista d’attesa per Costantino D’Orazio con  "Un nuovo modo di raccontare la storia dell’arte” a Palazzo Blu; sempre nei locali di  Lungarno Gambacorti  è stato reso omaggio a Andrea Paggiaro, in arte Tuono Pettinato noto fumettista Pisano morto dopo una lunga malattia nel giugno scorso.

Anche Vannino Chiti ha attirato molto interesse con “Il destino di un’idea e il futuro della sinistra”.

Non  poteva mancare il ricordo di grazia Deledda premio Nobel per la Letteratura nel 1926 a 150 anni dalla nascita.

Ci sono stati anche appetibili incontri come quello con Davide Besana “Prezzemolo e vecchi nervetti”  su chi vuol cucinare bene.

Vari incontri su Dante a 700 anni dalla morte tra cui una caccia al tesoro  dantesca.

Tutto questo a testimonianza dell’ampia gamma di libri per tutti i gusti. Per quanto riguarda il nostro territorio, ha suscitato interesse il libro di Daniela Bertini “La Bici delle storie” messo in bella mostra allo stand “Pacini editore”.


La posizione  decentrata degli arsenali  repubblicani e del museo delle navi anche rispetto a Palazzo Blu avrebbe potuto prevedere un bus navetta o i trenini turistici utilizzati per piazza dei Miracoli.

Sarebbe stato anche un modo accattivante per far apprezzare ancor di più una zona da poco predisposta  ad aumentare l’offerta turistica di Pisa.
Ora si aspetterà l’edizione “20” di Pisa book festival, un appuntamento da non perdere.
 

Fonte: Marlo Puccetti
+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri