none_o

Se la guerra si dovesse decidere in televisione probabilmente sarebbe una guerra infinita, stante le diverse e spesso divergenti opinioni. Su tutto, sulle cause, le strategie, le soluzioni. Ma ogni opinione è di per sé, per definizione, rispettabile, se non presa per interesse personale o strategia politica. Ognuno ha il diritto costituzionale di esprimere la sua evitando sempre di offendere gli altri.

BASE MILITARE A COLTANO
. . . . . finalmente la Provincia .....
La saluto affettuosamente senza improperi…non mi .....
. . . . . . . . . . . . . . . tu sia indottrinato .....
. . . . trovatene uno bono, ne hai immensamente bisogno. .....


Quando la poesia chiama bisogna rispondere.

(di Nadia Chiaverini)


Credo che nascondere o modificare il proprio corpo che invecchia, faccia parte di un agire - imparato - che non vuole farci accedere con agio alla saggezza dell'invecchiamento.


Quando ero bambina aspettavo con entusiasmo la seconda domenica di maggio perché era la festa della mamma e coincideva con quella del paese di Migliarino dove vivevo con la mia famiglia.

di Umbero Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Mara Carfagna, ministro per il Sud (a cura di BB, red VdS)
none_a
Dal blog di Fulvia Ferrero (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Zelensky a sorpresa al Festival di Cannes (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
MIgliarino-Vecchiano calcio
none_a
Sentirsi come zolla di terra appena arata e accogliere i semi portati dal vento per sperare sempre in nuove messi.
Ho apprezzato moltissimo che qualcuno abbia sentito il bisogno di far conoscere la scritta di un probabile spacciatore-tossicodipendente poeta presso la .....
Pisa
Prefettura di Pisa-Comunicato stampa del 12.11.2021

12/11/2021 - 23:33

Nella mattinata odierna si è tenuta una riunione del Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica, presieduto dal Prefetto di Pisa, Maria Luisa D’Alessandro, a cui hanno partecipato il Presidente della Provincia di Pisa, Massimiliano Angori, il Sindaco di Pisa, Michele Conti, accompagnato dall’Assessore alla Sicurezza, Giovanna Bonanno, oltre al Questore e ai Comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, e al Comandante della Polizia municipale, dedicata a svolgere un esame congiunto e puntuale della situazione dell’ordine e sicurezza pubblica nella provincia di Pisa.
Ha partecipato, ad un iniziale momento di saluto, anche il Procuratore della Repubblica, Alessandro Crini.
Nel corso dell’incontro, si è proceduto ad un’attenta analisi del tema della “movida” cittadina - che si concentra specialmente nel fine settimana – volta ad individuare misure che consentano ai cittadini di godere di momenti di socializzazione, agli esercenti dei locali pubblici il regolare svolgimento delle attività commerciali e ai residenti condizioni di normale vivibilità e convivenza civile.
In considerazione della necessità di assicurare tanto il rispetto delle regole di cautela sanitaria, quanto di arginare episodi di disturbo della quiete pubblica è stato concordato che, a partire dal prossimo fine settimana, saranno effettuati controlli congiunti da parte della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale, che si articoleranno anche nell’orario notturno e nelle prime ore del mattino, elevando così il livello di sicurezza.
“L'intensificazione dei servizi di controllo coordinato del territorio, decisi in piena sintonia con il Sindaco di Pisa ed il Presidente della Provincia, oltreché con le Forze di Polizia” - ha affermato il Prefetto di Pisa, D’Alessandro, - “sono finalizzati a conciliare la comprensibile volontà di molti giovani di godere di momenti di svago con l’esigenza di tranquillità dei residenti, nella piena tutela della sicurezza pubblica e del decoro urbano”.
Nel corso del Comitato, si è proceduto inoltre all’approfondito esame della direttiva della Sig.ra Ministro dell’Interno del 10 novembre u.s., recante indicazioni sullo svolgimento delle manifestazioni di protesta contro le misure sanitarie in atto.
E’ cemerso che, fino a questo momento, le iniziative di dissenso, nella città di Pisa, si sono svolte in modo ordinato, civile e rispettoso e non sono state registrate criticità sull’ordine pubblico, sulla mobilità dei cittadini e sul regolare svolgimento delle attività sociali ed economiche; tanto, anche in considerazione dell’efficace attività di mediazione svolta dalla Questura e del senso di responsabilità dei manifestanti.
Tenuto conto del regolare svolgimento di dette manifestazioni, si è ritenuto che le medesime potranno proseguire nel rispetto del quadro normativo vigente; in caso di sopravvenuti profili di criticità, il Comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica adotterà le necessarie iniziative al fine di contemperare il diritto costituzionalmente garantito di riunirsi e manifestare liberamente in luogo pubblico e gli altri diritti fondamentali, tra cui il diritto alla salute.
“Le manifestazioni di dissenso” - conclude il Prefetto di Pisa - “continueranno ad essere attentamente monitorate in ordine alle modalità di svolgimento e sottoposte a controlli sul rispetto delle norme anticontagio per evitare eventuali assembramenti e consentire l’equilibrato contemperamento di tutti i diritti ed interessi in gioco”.
 
 
                                                                                                           p. L’ADDETTO STAMPA
                                                                                                          Vicecapo di Gabinetto
                                                                                                                      Petronelli
 
                                                                                              
                                                                                              
 
 
 

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

14/11/2021 - 8:52

AUTORE:
Lettore

...l'addetto stampa di cognome Petronelli che non sappiamo sia Mario o Maria e... di questi tempi si poteva leggere: La Vicecapa a nome della Prefetta.

nota: vicecapa e prefetta il correttore "melo" sottolinea di rosso, allora provo con la Maiuscola/Maiuscolo, Vicecapa-Prefetta e sempre di rosso lo sottolinea🧐
Alleluia ll'ova sode🤣😂