none_o


Proseguiamo il percorso annunciato nel presentare questa serie di articoli, arrivare a dare una immagine precisa e approfondita della realtà della vita delle comunità rurali dell'800 nel territorio di Vecchiano.E così, dopo aver presentato la storia e l'albero genealogico della famiglia Salviati e in modo più completo la vita di Scipione Salviati, il Padrone nel senso più completo del termine, entriamo quello che è il cuore del lavoro di Franco Gabbani, la descrizione della vita sociale e il ruolo in ogni evento della famiglia dominante.

Massimiliano Angori
none_a
Lunedì 6 dicembre dalle 18 al @Teatro del Popolo di Migliarino
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Massimiliano Angori
none_a
Infatti Landini e i politucoli sciagurati ostacolano .....
Accusarono Renzi di aver dato 10 miliardi (gli 80 euro) .....
Draghi, in consiglio dei ministri, ha proposto un .....
. . . . . . . . . . ovvero i giornalisti seri e bravi .....
....Ci siete? Proviamo ad aprire quella porta e ad incontrarci?
Mandateci un messaggio e noi organizzeremo un incontro.

C’è un’idea strana che aleggia su Migliarino, una sorta di profezia, a Migliarino non c’è niente e non succede niente.Siamo sicuri che a Migliarino non ci sia nulla? Proviamo a fare un inventario...

Vecchiano è Voilontariato
#tantifiliunasolamaglia


“Il gioco serio del teatro”

Vecchiano è volontariato
#tantifiliunasolamaglia

L'associazione culturale La Voce del Serchio ospite del giornale online da cui è nata

di Riccardo Ricciardi
none_a
di Anna Ferretti e Michele Passarelli Lio (Coordinatori Provinciali)
none_a
di Renzo Moschini
none_a
I Consiglieri di Vecchiano Civica
none_a
Comitato Comunale di Italia Viva Pisa
none_a
di
Vincenzo Marini Recchia
none_a
Di Alberto Maggi
none_a
di Davide Faraone IV
none_a
Renzi e Toti lanciano il partito di Draghi: per il Colle salgono le quotazioni di Marcello Pera
none_a
Montacchiello (PI)
none_a
Marina di Pisa, 10-12 dicembre
none_a
ARCI Migliarino e CSEN S.Andrea in P.- 12 dicembre
none_a
Circolo ARCI Migliarino
none_a
Marina di Pisa, 3 dicembre
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
Seduto al freddo e piove neve
Ma non ti nota quella gente
Con quello sguardo cerchi aiuto
Tu sei per loro inesistente
Mentre tu geli fra il cartone
Passan .....
Buongiorno, stamattina anche complice il forte vento e' caduto un palo della luce stradale in via d'ombra zona largo tazio Nuvolari, solo il "caso" a fatto .....
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
Barbiana - Sandra Gesualdi

21/11/2021 - 11:53

 Durante la mia significativa esperienza di consigliere presso il C.S.I. di Pisa presieduto dal mio carissimo amico Alfonso Nardella, ho avuto il piacere di trascorrere una giornata a Barbiana e di poter ascoltare una interessante relazione di Sandra Gesualdi.


Arrivare a Barbiana è emozionante: nel piccolo spazio in cima alla stradina il pulmino può invertire la marcia. Gli ultimi metri, in leggera discesa, ci portano alla Chiesetta che si staglia di fronte a noi. Incontriamo subito la piccola piscina scavata dai ragazzi per imparare a nuotare.

Dopo la casa con al piano terra l'aula studio, con sopra i servizi di cucina e camera. Accanto il laboratorio per le esercitazioni tecniche confinante con la piccola Chiesa. Il piazzale di fronte usato spesso da Don Milano per le lezioni all'aperto all'ombra del grande cipresso.

Una stradina sterrata laterale percorribile solo a piedi scende dalla parte opposto. Dopo poche metri a sinistra un cancello aperto ci porta nel minuscolo cimitero.

Ai lati poche tombe; sulla fila di destra a ridosso della Cappellina la lapide di Don Lorenzo. La foto di Papa Francesco in piedi assorto nella preghiera ha fatto il giro del mondo nel 2017 restituendo dignità ad un Priore per troppo tempo osteggiato dalla Chiesa..


Mi piace qui riportare l'incipit della predica che il Pontefice lesse in quella occasione:

Cari fratelli e sorelle, sono venuto a Barbiana per rendere omaggio alla memoria di un sacerdote che ha testimoniato come nel dono di sé a Cristo si incontrano i fratelli nelle loro necessità e li si serve, perché sia difesa e promossa la loro dignità di persone, con la stessa donazione di sé che Gesù ci ha mostrato, fino alla croce.

Tutto è rimasto come allora.

Dai banchi ai libri al mappamondo alle carte geografiche e a quelle della Costituzione sono rimaste intatte e protette dagli abitanti del luogo. L'emozione più grande l'ho provata sfiorando la macchina da scrivere usata dalla Scuola di Barbiana per Lettera a una professoressa il libro senz'altro più famoso e che ha interrogato la coscienza di tanti insegnanti ed alunni.

A pagina 62 è indicata (con il nome leggermente modificato) la vera destinataria del libro.


Nel laboratorio ci sono molti manufatti realizzati dai ragazzi usando pochi e semplici attrezzi alcuni di questi realizzati da loro stessi.
In Chiesa l'ambone sulla destra dell'altare dal quale Don Milani predicava.

L'  Assistente Ecclesiastico Nazionale del C.S.I. Don Alessio Albertini ci ha interessato e fatto riflettere sulla figura del sacerdote e del formatore di coscienze che erano i cardini della sua scuola.


La sorveglianza e custodia della struttura è demandata ai vicini abitanti volenterosi che vogliono perpetuare le volontà del Priore (così era chiamato Don Lorenzo) evitando vendite di souvenir e commerci vari. Solo preghiera, riflessione e accoglienza come predicava Don Lorenzo.


Nel momento della massima tensione con la Chiesa Fiorentina, Don Milani fu anche minacciato di morte; ebbene i contadini locali pattugliavano, armati di fucile, la sterrata strada di accesso a testimonianza del loro attaccamento al loro Pastore.


La visita si è conclusa ascoltando una profonda ed esaustiva relazione di Sandra Gesualdi figlia di quel Michele Gesualdi che fu tra i primi sei allievi della scuola e che per 13 anni ha vissuto con Don Lorenzo. fondando quella Fondazione Don Lorenzo Milano della quale è stato a lungo Presidente.

Il suo impegno sindacale e politico l'ha poi portato ai vertici della CISL e della Provincia di Firenze


Riporto di seguito le principali osservazioni di Sandra ad iniziare da quella che anche sua Madre appena quindicenne fu ospite della scuola e che dopo andò a perfezionare gli studi in Inghilterra.

Cosa comune anche agli altri allievi che si trasferivano all'estero per esperienze formative e linguistiche.

  
" Barbiana è potuta esistere solo in quel luogo e in quel tempo. Quando Don Milano, nel '54,viene mandato in esilio in quel poggio del Mugello dalla Curia Fiorentina di allora, si trova davanti agli occhi la mezzadria di montagna, povera e analfabeta, emarginata e senza diritti..

Un mondo antico, chiuso dove non c'era la strada per arrivarci, mancavano l'acqua potabile e la luce elettrica.

La parola dà dignità all'uomo e la scuola è la risposta più immediata a questo bisogno. Per questo oltre a libri e giornali era sempre presente, in classe La Costituzione Italiana.

Come evidenziato nel suo libro più celebre 'tutti i ragazzi" sono adatti agli studi.. La scuola serve a far diventare i cittadini sovrani a conoscere la realtà e avere la capacità di migliorarsi. Un' altro importante momento valoriale è I CARE .

Tutto è importante e mi sta a cuore per essere solidale con gli altri e responsabile.

La scuola tendeva allora a non occuparsi in pieno degli ultimi; per Don Milani un alunno fragile era un valore aggiunto. perché col suo apprendimento diverso stimolava tutta la classe."

Termino ricordando come vissi da ragazzo queste vicende: leggendo i giornali dell'epoca non capivo perché questo Prete venisse così ostacolato ed emarginato.

Dopo questa visita ho letto molti libri e approfondito queste conoscenze tanto da apprezzare questo umile servitore della Chiesa.

E, confesso, ho provato una intensa emozionane quando, da solo, mi sono ritrovato a pregare davanti il marmo bianco della tomba di Don Lorenzo.

Proprio nello stesso luogo.

Proprio come Papa.Francesco.



.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri