none_o

Se la guerra si dovesse decidere in televisione probabilmente sarebbe una guerra infinita, stante le diverse e spesso divergenti opinioni. Su tutto, sulle cause, le strategie, le soluzioni. Ma ogni opinione è di per sé, per definizione, rispettabile, se non presa per interesse personale o strategia politica. Ognuno ha il diritto costituzionale di esprimere la sua evitando sempre di offendere gli altri.

BASE MILITARE A COLTANO
. . . . . finalmente la Provincia .....
La saluto affettuosamente senza improperi…non mi .....
. . . . . . . . . . . . . . . tu sia indottrinato .....
. . . . trovatene uno bono, ne hai immensamente bisogno. .....


Quando la poesia chiama bisogna rispondere.

(di Nadia Chiaverini)


Credo che nascondere o modificare il proprio corpo che invecchia, faccia parte di un agire - imparato - che non vuole farci accedere con agio alla saggezza dell'invecchiamento.


Quando ero bambina aspettavo con entusiasmo la seconda domenica di maggio perché era la festa della mamma e coincideva con quella del paese di Migliarino dove vivevo con la mia famiglia.

di Mara Carfagna, ministro per il Sud (a cura di BB, red VdS)
none_a
Dal blog di Fulvia Ferrero (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Zelensky a sorpresa al Festival di Cannes (a cura di BB, red VdS)
none_a
di Umberto Mosso (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
di Marlo Puccetti
none_a
Squadre di calcio Valdiserchio
di Marlo Puccetti
none_a
MIgliarino-Vecchiano calcio
none_a
Sentirsi come zolla di terra appena arata e accogliere i semi portati dal vento per sperare sempre in nuove messi.
Ho apprezzato moltissimo che qualcuno abbia sentito il bisogno di far conoscere la scritta di un probabile spacciatore-tossicodipendente poeta presso la .....
VECCHIANO.
Vecchia cronaca, anzi cronache!

23/1/2022 - 21:21



Nel 1942 il grande regista Vittorio De Sica iniziò le riprese di un film che ha fatto storia nel mondo cinematografico: “I bambini ci guardano”.
Alcune scene sono state girate a Vecchiano  e un fotogramma mostra due donne (una è Paolina la bambinaia del piccolo Pricò) che passeggiano felici in Piazza Garibaldi.

È il 1943 quando il film viene girato, ma uscirà nelle sale solamente il settembre del ’45 dato il precedente clima di guerra che rendeva difficile la sua circolazione.
Film, fama internazionale della regia e degli attori, gente liberata, paesani felici di essere sugli schermi, ma ecco un increscioso fatto:


Cronaca vecchianese.  (Dal Tirreno 15 settembre 1945)


Due donne mogli di fascisti rapate e malmenate a Vecchiano.
Un grave incidente che poteva avere conseguenze più gravi si è svolto ieri a Vecchiano. Due donne, certe P.F. di anni 25, moglie di un noto fascista di Migliarino Pisano e segretario del fascio stesso, e B.M., moglie di un capitano delle brigate nere, si erano recate da Migliarino, località di residenza, a Vecchiano per ritirare alcuni documenti presso la caserma dei carabinieri.
La loro presenza non è sfuggita agli abitanti di Vecchiano, che hanno cominciato ad insultare nei pressi della caserma stessa. In breve volger di tempo oltre un centinaio di persone reclamavano a gran voce la consegna delle due donne, alla quale richiesta, naturalmente, i carabinieri si opponevano, anzi, visto che la folla andava aumentando, richiedevano a Pisa rinforzi. Ma intanto il gruppo di persone assiepate presso la porta, ammontante a 300-400, riuscivano a sfondare la porta stessa e a penetrare nell’interno.
I pochi carabinieri presenti, un maresciallo e tre militi, non poterono far fronte alle persone che avevano invaso la caserma e pertanto esse riuscirono a prendere e a trasportarle all’aperto le due donne. Condotte nelle vicinanze furono sottoposte al taglio dei capelli e dileggiate, mentre un gruppo più equilibrato cercava di convincere i più esasperati a finirla. Giungevano intanto da Pisa 25 carabinieri comandati da un ufficiale i quali prontamente ristabilivano la situazione già ormai avviata alla tranquillità.
Le due donne venivano quindi riportate in caserma e poste sotto la tutela dei carabinieri.


Segue poi un avviso della R. Pretura di Pisa rendendo noto un avviso penale a carico del colono P.A. di Vecchiano per aver venduto come genuino del latte annacquato.  2.000 lire di multa e 1.500 di ammenda con la pubblicazione sul giornale “Il Tirreno”.

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri