none_o

E’ una frase tratta da “Una storia come questa”, canzone del 1971 interpretata da Adriano Celentano su testo e musica di Goffredo Canarini e Miki Del Prete. Una realtà che molti di noi hanno vissuto e che sembra appartenere ad un passato così lontano da essere quasi dimenticato. Ma forse….

Ma il silenzio di un popolo …
A volte scrivere per .....
Stamattina per cause da stabilire c’è stato un incendio .....
. . . come tanti "noialtri autoctoni" a 4 (quattro) .....
Che bellezza il 2 giugno: 10. 000 auto a 10 euro/ cadauna .....
San Giuliano Terme
none_a
di Umberto Mosso (a cura di BB, red VdS)
none_a
Di Claudia Fusani
none_a
Di Umberto Mosso ( a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
di Lorenzo Gaiani (a cura di Bruno Baglini, red VdS)
none_a
Incontrati per caso...
di Valdo Mori
none_a
Libri.
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
di Bruno Pollacci
none_a
Ar vernàolo, a questa lingua antìa,
io provo a fanni ‘na radiografia.
Per noi pisani, tanto pe’ chiarì,
è la parlata ‘he si parla ‘vi
inventata .....
A me, come a tanti altri hanno rubato il vaso portafiori in bronzo al cimitero di Pontasserchio, è troppo abbandonato. Anche i defunti meritano rispetto .....
Montefioralle
Circolino ARCI

12/2/2022 - 17:01

 
Anche in posti sperduti come questo, un paesino che conta appena 79 abitanti, si può trovare un circolino Arci. Chiuso, come vedete, non perché giornata di festa, ma perché la pandemia ha colpito duro questo tipo di strutture che, tranne rare eccezioni, vivono sempre ai margini della sopravvivenza economica.


Eppure sono stati sempre i luoghi dove la classe meno abbiente, la marginalità sociale e il volontariato hanno trovato il loro punto d’incontro.


Un luogo di accoglienza, di partecipazione, di solidarietà e di cultura, con i limiti delle sempre esigue disponibilità economiche, che ultimamente, con il massiccio aumento delle bollette energetiche, li hanno messi in ginocchio.

Molti sono chiusi, molti sopravvivono a fatica e non sappiamo fino a
quando.


Si sono levate alte le voci dei vari presidenti nazionali di Arci e Acli per invocare attenzione e aiuti con lo scopo di mantenere in vita questi che sono rimasti gli ultimi baluardi dove accoglienza e socialità non sono solo vane parole.

 

Nick

+  INSERISCI IL TUO COMMENTO
Nome:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
EMail:

Minimo 0 - Massimo 50 caratteri
Titolo:

Minimo 3 - Massimo 50 caratteri
Testo:

Minimo 5 - Massimo 10000 caratteri

19/2/2022 - 13:45

AUTORE:
Gillo

Che peccato! da come si presenta esteriormente si capisce che chi lo gestisce lo fa col cuore e con l'anima. Non può restare chiuso anche perché oltre all'aggregazione dona conforto per lo più agli anziani il sapere che per qualsiasi cosa c'è un punto d'appoggio, una presenza stabile una possibile risposta a un bisogno.